Manfredonia

Morte pescatore Manfredonia, cordoglio Flai Cgil: troppi gli incidenti in mare


Di:

Incidente mortale a pescatore, le verifiche degli operatori della Guardia Costiera (statoquotidiano)

Manfredonia – LA segreteria provinciale della Flai Cgil di Capitanata e la Flai Settore pesca di Manfredonia esprimono cordoglio e vicinanza ai familiari di Giuseppe Troiano, il marittimo vittima di un incidente mortale mentre era al lavoro su un peschereccio al largo del golfo sipontino.

“Ad altri il compito di accertare se si sia trattata di tragica fatalità o se la morte del lavoratore 39enne poteva essere evitata – commentano la Flai -. Quel che è certo è che esiste un problema sicurezza nel settore della pesca: riguarda il livello legislativo, e la Flai è impegnata da giugno scorso nella raccolta di firme affinché il Testo Unico per la sicurezza sul lavoro venga esteso anche ai lavoratori dei pescherecci. Così come esiste un problema legato alla formazione dei lavoratori, alle condizioni di lavoro, spesso alla inadeguatezza delle imbarcazioni”.

Per la Flai provinciale e la Flai Pesca di Manfredonia “occorre proseguire con una campagna di sensibilizzazione e informazione, perché il numero di incidenti nel settore è in costante aumento. Un’emergenza che si somma alle tante che vive la pesca, alle prese con la scarsa applicazione delle regole contrattuali, con un sistema di ammortizzatori sociali non strutturato, con fermi biologici e costi del carburante crescenti che minano la tenuta di un comparto che a Manfredonia rappresenta ancora una risorsa economica e occupazionale per un migliaio di persone”.

Redazione Stato

Morte pescatore Manfredonia, cordoglio Flai Cgil: troppi gli incidenti in mare ultima modifica: 2013-10-30T13:11:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • NIBBIO

    non è possibile sentire un sidacato di categoria denunciare il fatto che il testo unico sulla sicurezza deve ancora essere esteso ai pescatori di Manfredonia che altro nn sono che lavoratori come altri.
    la colpa è di chi deve far rispettare queste regole che vigono oramai da qualche anno da tutte le parti d’italia tranne che qui da noi.
    Quando leggo o sento certe dichiarazioni nn posso nn imbestialirmi,perchè questo significa che Manfredonia è proprio l’ultima ruota del carro nazionale,ora io nn sò se il testo unico è arrivato e molti nn si sono uniformati etc le balle stanno a zero,quello che piu mi fà inc@zz@re è che ci doveva scappare il morto per far si che le migliorie,il famoso testo unico che raggruppa tutte le norme sulla sicurezza nel lavoro venissero finalmente applicate?
    a farne le spese è stato oltre che un ragazzo trentanovenne sopratutto un padre di famiglia che ha perso ciò che piu di prezioso ognuno di noi ha ricevuto dalla vita,la propria vita stessa appunto e perderla sul posto di lavoro è inammissibile ed inaccettabile,
    per quanto mi riguarda tutte le istituzioni ne sono responsabili fino ad arrivare ai preposti presenti sulla barca.
    spero che si possa visionare una foto di questo ragazzo perchè il nome nn è dicerto estraneo ai miei ricordi.


  • NIBBIO

    ho dimenticato di aggiungere che la comunità europea stanzia dei fondi destinati proprio ai corsi sulla sicurezza nel lavoro è tutti proprio tutti i lavoratori li devono fare perchè sono obbligatori.
    Ovviamente a Manfredonia tutto ciò nn esiste,nemmeno la si informa la popolazione che ci sono cose del genere,i soldi che arrivano meglio in tasca.


  • giuseppe

    Scudami nibbio, se devi parlare di questo argomento, fallo.ma mettici il tuo nome


  • giuseppe

    Nibbio quello che dici in parte é vero, io stesso sono andato in giro per la raccolta di firme per il testo unico e ti posso dire che i pescatori sono i primi che non hanno voluto firmare, a fronte di un’ intera categoria sono pochi quelli che hanno firmato. Io sono un pescatore e sono uno di quelli toccati da questa tragedia ma sarebbe ora che la categoria cominci a svegliarsi, sia sulla questione sicurezza sia sulla formazione, sui nostri diritti.


  • ciccio

    Giuseppe si vede che sei di parte


  • ciccio

    Giuseppe si vede che sei di parte e’ uno di loro


  • Guardiano

    Vergognatevi fare polemica in questo momento di cordoglio ……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This