Manfredonia
Ampio 7-2 al Ruvo e la conferma di essere protagonista del campionato

Il Manfredonia C5 torna a volare alto


Di:

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Manfredonia C5 che con un ampio 7-2 casalingo travolge la Futsal Ruvo, riscatta l’incidente di percorso contro la Sagittario Pratola e si rilancia prepotentemente ai vertici del girone F del Campionato nazionale di Serie B. In un PalaScaloria gremito, i biancocelesti hanno ribadito, se ce ne fosse ancora bisogno, di essere in gran forma e tra le candidate ad essere protagoniste di questa stagione.

Una squadra che si diverte e fa divertire con una manovra fluida ed articolata che irretisce gli avversari; una spietata propensione offensiva che non lascia scampo. Ma, il match con il Ruvo si era aperto in maniera poco felice, con il solito gol al freddo giunto al 2°minuto ad opera di Miguel Leon Davila frutto della poca concentrazione dei padroni di casa, la cui reazione non si è fatta attendere ed immediatamente si riversavano nell’area avversaria con un pericoloso doppio tentativo di Laccetti e Sperendio che di poco non finisce in rete. La superiorità tecnica viene suggellata dai gol di Capitan Abraham (al 6°) e di Perez Perez (al 10°) che firmano il ribaltamento del risultato parziale di una prima frazione molto “movimentata” per numero di falli ed occasioni offensive su entrambi i fronti (al 16° clamoroso salvataggio sulla linea su tiro di Boutaouzi).

Tra il 18° ed il 20°, la gara vive i momenti più incerti grazie al pareggio di Miguel Leon Davila ed a Laccetti che con una caparbia azione chiude i conti per il primo tempo a favore del Manfredonia. Nella ripresa i padroni di casa giocano sul velluto grazie ad un sistema di gioco che non concede margini di manovra, legittimando il risultato con Sperendio (al 5°) che porta il Manfredonia sul 4-2. Il resto della partita scorre con gli assalti arrembanti dei biancoceleste al fortino del Ruvo che regge l’urto sino al 17° quando un’azione di pregevole fattura porta in gol Abraham. Gli ospiti decidono di giocarsi il tutto per tutto con il portiere di movimento, ma questa scelta non è delle più felici perchè scopre la squadra favorendo i contropiedi tecnici dei sipontini che colpiscono altre due volte con La Torre (al 18°, spettacolare tiro dal centrocampo direttamente in porta) e Laccetti (al 19°).

Al suono della sirena, i padroni di casa si stringono in cerchio per festeggiare il successo e poi di corsa sotto la tribuna per il meritato tributo della tifoseria. Per i ragazzi di Mister Grassi non ci sono pause. Mercoledì si torna in campo contro il Cnl Cus Molise (ore 16 al PalUnimol di Campobasso) per la seconda gara di Coppa Italia, poi sabato prossimo, big match in casa contro l’Atletico Cassano (ore 16), tra le squadre favorite e che, dunque, potrebbe essere uno snodo cruciale per l’esito finale della stagione.

Lo scorso weekend è stato favorevole anche per l’Under 19 che domenica mattina in trasferta ha battuto per 6-1 la Salinis Margherita. Un successo, il primo stagionale, portato a casa con autorevolezza e concretezza, riscattando la sconfitta dell’esordio contro il Barletta. Per i biancocelesti gol di Ciullo (3), Amoruso, Steduto e Murgo.

Il Manfredonia C5 torna a volare alto ultima modifica: 2017-10-30T12:38:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi