Manfredonia
Vittima di un investimento in via Primo Maggio il 31 ottobre 2014

Manfredonia, in ricordo di Saverio ‘spacca sabbione’. “Aveva una forza….”

"Nel locale si proiettavano le pellicole di Maciste e Sansone e il buon Saverio aveva la passione per questi miti tanto che per un periodo praticò pesistica"


Di:

Manfredonia, 30 ottobre 2017. SONO 3 gli anni passati dalla tragica morte di Saverio Grieco, 68enne del centro sipontino, deceduto nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, in seguito alle ferite riportate prima della mezzanotte del 31 ottobre 2014. Come risaputo, l’uomo fu investito da un’autovettura che stava procedendo in retromarcia in via Primo Maggio. Numerosi i messaggi di cordoglio espressi nei giorni della tragedia in memoria della vittima dei fatti.

Per i fatti, fu sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria un 31enne residente a Maanfredonia, accusato al tempo di “omicidio colposo, omissione di soccorso e guida senza patente”.

“Ero piccolo quando conobbi per la prima volta Saverio. Lo trovavi spesso al Cinema Piscinone. Nel locale si proiettavano le pellicole di Maciste e Sansone e il buon Saverio aveva la passione per questi miti tanto che per un periodo praticò pesistica”, dice Claudio Castriotta, un amico dell’uomo. “I risultati sul suo fisico furono evidenti. Ricordo che si era fatto crescere una barba sottile a pizzetto proprio come gli eroi di noi piccoli degli anni ’70. Saverio era dotato comunque di una grande forza naturale tanto che un giorno fu soprannominato ‘spacca Sabbione‘: la sua potenza era tale che con un pugno riusciva a rompere il ‘sabbione’, materiale per i muratori. Ho sempre ammirato la sua educazione unita spesso ad un filo di malinconia. Da adulto era diventato più silenzioso e forse solo. Mai avrei immaginato di sapere che Saverio avrebbe lasciato la sua vita in una triste notte con il cuore sull’asfalto senza aver avuto il tempo di chiedere aiuto al Padre Eterno”.

Redazione StatoQuotidiano.it

Manfredonia, in ricordo di Saverio ‘spacca sabbione’. “Aveva una forza….” ultima modifica: 2017-10-30T10:30:47+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Grande Saverio, persona silenziosa educata e molto per bene.


  • pio

    quel (non pubblicabile,ndr) ozz ke skif


  • Army

    Che tristezza! Che morte assurda! Che pena è stata data all’ autista???


  • Maciste

    Ciao, Saverio da giovane era dotato di una forza erculea era lo Steve Revees sipontino, generoso e buono e sempre pronto a difendere una ragazza importunata o a dare una mano a chi stava in difficoltà. Un ragazzo buono e simpatico un infaticabile lavoratore. Se esiste il paradiso lui sicuramente sta li.


  • C'era una volta Manfredonia

    Una volta tanti anni addietro un gruppo di gitanti nei pressi della stazione di Manfredonia prese di mira una donzella sipontina, Saverio intervenne subito mettendoo in fuga quasi 60 bulli i quali spaventati dalla possenza fisica di Saverio rintanarano nel pulman in tutta fretta e lui con una forza divina cerco di rovesciare il pulman e i bulli nel pulman se la videro davvero brutta, quando Saverio scuoteva il grande mezzo ! Era l’uomo più forte di Manfredonia ! Grande Saverio!


  • studentessa 70/80

    Mi dispiace dirlo, ma le ragazze che frequentavano il magistrale negli anni 70/80 non ne hanno un buon ricordo!


  • Loggia Scaloria

    Dai non esageriamo al limite mostrava i muscoli e si pavoneggiava ma era innocuo…una volta una ragazza esperta di arti marziali lo fece male.


  • Loggia Scaloria

    Negli anni 70/80 c’era anche un altro Ercole che lavoravo quasi nudo con il martello pneumatico con temperature polari aveva solo un pantalone da lavoro e bella cinghia il panino con la mortadella mi ore lo chiamassero l’uomo tigre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi