Cronaca

Controllo impianti termici, scadenza il 31.12.2014

Di:

San Severo – IL Sindaco Francesco Miglio ricorda ai cittadini che c’è tempo fino al 31 dicembre per presentare compilati all’Ufficio Energia del Comune di San Severo in via Martiri di Cefalonia i moduli per il controllo periodico degli impianti termici.

L’operazione Calore pulito e sicuro, avviata negli anni scorsi in città, è rivolta a tutti gli impianti presenti sul territorio comunale al fine di promuovere maggiore tutela per l’ambiente e prevenire i rischi per la sicurezza pubblica provenienti da impianti usurati dal tempo.

L’utente dell’impianto che non invierà entro il 31 dicembre il rapporto di controllo tecnico e che ha ricevuto l’avviso di ispezione da parte dell’ufficio preposto sarà obbligato a far effettuare le operazioni di controllo e manutenzione al proprio impianto ad un operatore della manutenzione abilitato. Il costo del modello è di 62 euro per un impianto di potenza inferiore a 35 kW e di 120 euro per un impianto-centrale di potenza uguale o superiore a 35 kW. In caso di inadempienza, a carico dell’utente contravventore sarà somministrata la sanzione amministrativa di importo non inferiore a 500 euro e non superiore a 3 mila euro.

“I controlli – spiega il Sindaco Francesco Miglio – hanno l’obiettivo di aumentare la sicurezza dei cittadini attraverso il regolare controllo degli impianti termici, contenere i consumi energetici e ridurre l’inquinamento atmosferico. Una caldaia non a norma produce sprechi e quindi più consumo per l’utente oltre a rappresentare una fonte di pericolo per se stesso e per gli altri”.

Redazione Stato

Controllo impianti termici, scadenza il 31.12.2014 ultima modifica: 2014-12-30T14:13:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Io non ci stò

    Mi fate pena, con la scusa del risparmio energetico e sicurezza è stata fatta questa legge per far cassa per i Comuni e per le imprese di Manutenzione delle Caldaie. Fra non molto pagheremo per controlli di quanta aria respiriamo, fate schifo.
    Inoltre mi chiedo, se io consumo più gas, indipendente se ho freddo o se la caldaia è obsoleto, sono sempre io a pagare mica il Comune o l’assistenza.
    A voi che ve ne frega, pensate a quello che fare a casa vostra che a casa mia ci penso io e non ti chiedo niente, anzi se qualcuno viene da voi a chiedere aiuti economici sono loro che devono essere controllati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi