CronacaManfredonia
"L’elenco degli atti di violenza nei confronti dei medici in servizio presso le sedi di Guardia Medica è ormai infinito"

Aggressione guardia medica ad Ascoli Satriano “Nessuna sicurezza per i medici”


Di:

Aprile 1999 – Guardia Medica di Gagliano del Capo (LE) : omicidio della Dr.ssa Maria Monteduro; 1999 – Aggressione al medico di guardia a Racale (LE); 2005 – Aggressione al medico di guardia a Barletta (BT); 2009 – Colpi di fucile contro la sede della guardia medica a Porto Cesareo (LE); Novembre 2009 – tentata violenza sessuale ai danni di una dottoressa nella guardia medica di Rignano G.co (FG); 2012 – Aggressione fisica ai medici di guardia della sede di San Severo (FG); Aprile 2015 – medico di guardia aggredito a Cagnano Varano; 28 Gennaio 2017 nuova brutale e gratuita aggressione ai danni del collega F.S. in servizio presso la sede di Guardia Medica di Ascoli Satriano da parte di un soggetto noto alle Forze dell’ordine per i suoi precedenti penali.

“L’elenco degli atti di violenza nei confronti dei medici in servizio presso le sedi di Guardia Medica è ormai infinito! La Puglia e con lei la provincia di Foggia sono ai primi posti, purtroppo, di una classifica che non vorremmo fosse stata mai stilata” – ha affermato Salvatore ONORATI, Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Foggia, dopo aver appreso della barbara aggressione di cui è stato vittima il sanitario in servizio presso la sede di Guardia Medica del comune di Ascoli Satriano nella notte tra il 27 ed il 28 Gennaio uu. ss.

“Al collega così brutalmente colpito giunga la solidarietà mia personale, del Consiglio Direttivo dell’Ordine e di tutti i medici della Capitanata, insieme agli auspici che riesca a superare in breve tempo il terribile shock subito.” – ha aggiunto Salvatore Onorati.

“Chiederò di incontrare il Prefetto ed i rappresentanti delle Forze di Polizia, che pure sono impegnate al massimo nella difesa dei cittadini del nostro territorio, e chiederò loro che promuovano ogni sforzo per garantire maggiori condizioni di sicurezza a tutti gli operatori sanitari che sono costretti ad esercitare la loro attività professionale in solitudine, nelle ore notturne e in presidi sanitari isolati, come appunto i colleghi della Guardia Medica” – ha concluso il Dottor Onorati.

Aggressione guardia medica ad Ascoli Satriano “Nessuna sicurezza per i medici” ultima modifica: 2017-01-31T09:59:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    Aggressione al medico in servizio presso la guardia medica di Ascoli Satriano
    La solidarietà della Direzione Generale
    e il sostegno legale nel procedimento a carico dell’aggressore

    Il Direttore Generale della ASL Foggia, Vito Piazzolla, esprime solidarietà, a nome di tutta l’Azienda Sanitaria Locale di Capitanata, al medico aggredito mentre prestava servizio presso la sede di guardia medica di Ascoli Satriano.
    Nel condannare tali azioni deplorevoli che continuano ad avere, come vittime, operatori sanitari, Piazzolla ha ringraziato tutti i collaboratori dell’Azienda, chiamati a svolgere quotidianamente il loro lavoro in realtà talvolta complesse come le guardie mediche e i Pronto Soccorso. Servizi dove il particolare contesto in cui si opera e le condizioni psicologiche di chi vi accede possono costituire terreno fertile per atti di violenza.
    Il Direttore Generale ha espresso ancora una volta gratitudine al personale che continua, con dedizione, a garantire il normale svolgimento delle attività sanitarie e a rendere un importante servizio alla collettività.
    La Direzione Strategica ha assicurato che l’Azienda fornirà tutte le tutele legali e si costituirà parte civile nel procedimento a carico dell’aggressore.
    Di recente è stata, infatti, concordata una procedura grazie alla quale la ASL può costituirsi in forma automatica nei confronti degli aggressori e a sostegno e protezione degli operatori che subiscono tali violenze e che, troppo spesso, sono vittime anche di successive ritorsioni.

    Foggia,
    31.01.2017


  • Michele

    Desidero manifestare tutta la mia solidarietà al medico in servizio presso la guardia medica di Ascoli Satriano, per la vile aggressione subita, e tutto il mio più profondo disprezzo per l’aggressore, un vero e autentico rifiuto umano!
    Questa vicenda dimostra ancora una volta la condizione di imbarbarimento del tempo che stiamo vivendo.
    Dobbiamo interrogarci tutti sulle cause e sulle responsabilità (individuali e collettive) di quanto ci sta accadendo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This