Manfredonia
Firmato l’atto di donazione

L’Ospedale di Manfredonia diventa ufficialmente di proprietà della ASL Foggia

"Grazie all’impegno congiunto della Direzione Generale della ASL e dell’amministrazione comunale di Manfredonia, l’operazione di cessione gratuita è stata finalmente portata a termine"


Di:

Manfredonia. Sessant’anni dopo la posa della prima pietra, il complesso immobiliare dell’Ospedale Civile “San Camillo De Lellis” di Manfredonia è diventato ufficialmente di proprietà della ASL Foggia. Il terreno su cui l’Ospedale è stato costruito nel 1954 e il plesso nel suo insieme, più volte ampliato nel corso degli anni, erano, infatti, anche se solo formalmente, ancora di proprietà del Comune sipontino. L’intenzione di donare, prima all’Ente ospedaliero che alle origini gestiva il nosocomio e poi alla Azienda Sanitaria Locale di Capitanata, ad esso subentrata, era già stata manifestata dal Consiglio Comunale negli anni settanta, ma non fu mai formalmente concretizzata con atto notarile.

Grazie all’impegno congiunto della Direzione Generale della ASL e dell’amministrazione comunale di Manfredonia, l’operazione di cessione gratuita è stata finalmente portata a termine. I due Enti hanno siglato il documento attraverso il quale il Comune di Manfredonia dona e la ASL accetta ed acquista la piena proprietà dell’intero complesso ospedaliero il cui valore ammonta a circa venticinque milioni di euro. Grande soddisfazione hanno espresso il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Vito Piazzolla e il sindaco Angelo Riccardi, entrambi fortemente convinti che il trasferimento fosse un atto doveroso e improrogabile. Piazzolla, in particolare, ringrazia il sindaco Riccardi, la giunta e la tecnostruttura comunale di Manfredonia per il contributo fornito nell’agevolare le attività di donazione.

focus
Manfredonia, donazione Comune 26.962 mq. area ospedale, perfezionato atto ’76

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

L’Ospedale di Manfredonia diventa ufficialmente di proprietà della ASL Foggia ultima modifica: 2016-03-31T10:09:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • az

    Quindi ora in ospedale faranno lavorare operatori e personale di foggia…state pronti alle letterine…

  • E noi di Manfredonia staremo a guardare loro che lavorano e faremo. ….niente. come al solito


  • antonella

    Sapevo che dietro quelle risatine c’ era molto altro, ecco i nodi venire al pettine.
    Si è ceduto un pezzo di Manfredonia, gratuitamente senza neanche chiedere ai manfredoniani se erano d’accordo,
    Senza neanche avvisare la popolazione che ci si apprestava a donare tutta la struttura alla asl. Chiedere il consenso
    alla cittadinanza era un atto dovuto , non
    è possibile che si decida da soli su
    questioni che riguardano tutti i
    manfredoniani, questioni poi cosi importanti, almeno, che si dica il perché di questa scelta, abbiamo il diritto di sapere.ecco un altra pugnalata in mezzo alle scapole.


  • Mah

    La asl potrà vendere quando vuole l’immobile? Se l’anno prossimo chiude l’ospedale che fine fa quel terreno visto che il comune non potrà più usarlo?
    La Asl lo affitterà come clinica privata al miglior offerente senza dare una lira a Manfredonia?

    Perchè l’argomento non è stato affrontato in consiglio comunale?

  • Manfredonia sta diventando un vendi vendi…..qui di nostra proprietà cosa abbiamo????mmmmmm a si solo tasse da pagare abbiamo…ma di cose concrete nulla!!!mi vergogno di abitare in questa città perchè la generazione futura ,al contrario nostro che arrangiamo,farà delle rivoluzioni e farà bene perchè non è possibile andar avanti in questo modo…SCHIFOOOOOOO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi