GarganoManfredonia
Concluso con ottimi risultati il convegno nazionale

Convegno a Pugnochiuso “Acque sicure nelle strutture sanitarie”

Per la prima volta igienisti e aree tecniche a confronto

Di:

Foggia. Si è concluso con un ottimo risultato, sia in termini di presenze che di qualità e attualità degli interventi, il convegno nazionale “Acque sicure nelle strutture sanitarie”, tenutosi il 27 e 28 maggio scorsi a Pugnochiuso (Vieste). Il convegno, organizzato dal Dipartimento di Prevenzione della ASL Foggia (“Gestione Risorse Idriche-area nord”), dalla Società Italiana di Igiene e dal Gruppo delle infezioni Ospedaliere (GISIO), ha visto lavorare in sinergia, per la prima volta, Igienisti e aree tecniche. 50 relatori provenienti da diverse realtà geografiche e professionali, del mondo accademico, del Ministero della Salute, dell’Istituto Superiore di Sanità, della Sanità ospedaliera e territoriale hanno avuto la possibilità di confrontarsi tra loro e con i partecipanti al convegno, grazie anche all’ampio spazio riservato al dibattito e alla tavola rotonda.

La tematica della sicurezza dell’acqua, in particolare nelle strutture sanitarie, è stata affrontata, per la prima volta congiuntamente, da due realtà, gli igienisti e le aree tecniche che, spesso, viaggiano in maniera parallela e difficilmente si incontrano. Il convegno ha sancito una collaborazione che si preannuncia duratura: grazie ai Piani di Sicurezza dell’Acqua (PSA), le due branche saranno sempre più impegnate in maniera multidisciplinare a garantire una corretta gestione della rete idrica “interna”, sia delle strutture sanitarie, con utenze particolarmente sensibili, che di altre strutture (edifici pubblici, strutture ricettive, condomini ecc.). Lo splendido scenario di Pugnochiuso ha fatto da cornice a una due giorni che, senz’altro, come è stato più volte ribadito negli interventi, oltre ad “arricchire” i presenti, rappresenta l’inizio di un percorso che sarà sviluppato nei prossimi anni, anche alla luce dei nuovi appuntamenti, come la revisione del D.L.vo 31/01 sulle “acque destinate al consumo umano” e la dotazione dei Piani di Sicurezza dell’Acqua.

A dare il saluto di benvenuto ai convegnisti, il Direttore Generale della ASL Foggia, Vito Piazzolla e il Direttore Sanitario Antonio Battista che ha ringraziato gli organizzatori e ribadito l’impegno e il ruolo dell’Azienda in tema di sicurezza delle acque. Nel corso dei lavori è stato osservato come, per fare in modo che la “questione acqua” sia affrontata sempre più come una “tematica” e non una “problematica”, siano fondamentali la formazione e informazione continua non solo degli “addetti ai lavori”, ma, soprattutto, dei cittadini e delle associazioni. È dalla corretta informazione che si sviluppano, infatti, comportamenti adeguati, derivanti da una consapevole “coscienza dell’Acqua”.

Seguendo tale indirizzo, la ASL Foggia ha implementato l’attività informativa sviluppando un’area tematica sul portale aziendale, promuovendo una campagna di informazione nelle scuole di ogni ordine e grado e organizzando incontri in collaborazione con enti e associazioni. Un successo frutto anche del grande lavoro di squadra della complessa macchina organizzativa messa in moto dalla ASL Foggia, alla quale è andato il riconoscimento di Carlo Signorelli e Ira Pasquarella, rispettivamente Presidente Nazionale della SItI e Coordinatore del GISIO.Premiata anche la scelta di garantire la diretta streaming che ha visto 1104 collegamenti di cui 40 dagli Stati Uniti e 68 dall’Europa.

I lavori del convegno saranno pubblicati sul sito aziendale.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati