Cronaca

Mola di Bari, assalto a tabaccheria del centro: fermato barese


Di:

carabinieri macchina 203

carabinieri macchina (image archivio, Riviera24)

Mola di Bari – RAPINANO una tabaccheria in pieno centro a Mola di Bari, portando via circa 500 euro, ma una immediata “battuta” dei Carabinieri consente la cattura di uno dei malviventi e di recuperare parte del bottino. È così subito finito dietro le sbarre del carcere del capoluogo Fabrizio De Franceschi, 21enne barese, del quartiere Carrassi, già noto alle Forze dell’Ordine.

Tutto è accaduto intorno alle 21 di ieri, quando due malviventi, con il volto travisato da casco integrale, giunti su due moto condotte da altri complici, hanno fatto irruzione in una tabaccheria di corso Di Vagno, in pieno centro di Mola di Bari. Dopo aver ottenuto il denaro, dietro la minaccia di una pistola, si sono dileguati a bordo delle moto che attendevano all’esterno.

L’allarme pervenuto tempestivamente sul “112” della centrale operativa della Compagnia di Monopoli ha consentito all’operatore di organizzare l’immediata cinturazione delle possibili “vie di fuga” di Mola di Bari, facendo convergere pattuglie del Nucleo Radiomobile del capoluogo barese e di Monopoli, oltre a quelle di Mola di Bari e di Polignano a Mare, già presenti in zona. Proprio quest’ultima, dirottata sulla complanare della strada statale 16 bis, ha notato sopraggiungere a forte velocità una motocicletta, il cui conducente, dopo aver rallentato e dato l’impressione di volersi fermare, ha accelerato bruscamente nel tentativo di far perdere le proprie tracce. Ingaggiato così un inseguimento con i carabinieri, i due centauri, vistisi raggiunti, hanno abbandonato la moto e si sono dati alla fuga a piedi per i campi, agevolati dal buio pesto della zona. Ciononostante, i due militari hanno proseguito l’inseguimento a piedi, sino a raggiungere e bloccare un malvivente, identificato nel 21enne, il quale, dopo un cenno di resistenza, ha dovuto arrendersi. L’ispezione di quei luoghi ha permesso di rinvenire e sequestrare la motocicletta, un casco integrale, un telefonino cellulare e parte del bottino. Sono tuttora in corso indagini volte all’identificazione dei complici riusciti a fuggire, mentre la refurtiva recuperata, pari a 125 euro, è stata restituita al legittimo proprietario, grato ai militari per la tempestività e l’efficacia dell’intervento

TRIGGIANO E CAPURSO, CONTROLLI STRAORDINARI DEI CC, 1 ARRESTO E 9 DENUNCE- I Carabinieri della Compagnia di Triggiano, in collaborazione con i militari della Stazione di Capurso, hanno effettuato ieri, nei due comuni, un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere. L’operazione, che ha visto impiegati 10 militari a bordo di 5 mezzi, ha consentito di trarre in arresto una persona. Si tratta del 44enne Pasquale Caccioffoli, che, raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, è stato associato presso la casa circondariale di Bari. Nove, invece, le persone denunciate. Tra esse 4 per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, 3 per violazione degli obblighi relativi alla sorveglianza speciale di P.S., 2 per guida in stato di ebbrezza. Nel corso del servizio inoltre, gli operanti hanno segnalato alla competente Autorità, quali consumatori di droga, 3 giovani e ritirato 3 patenti. In due bar i militari, in collaborazione con i Carabinieri del N.A.S. di Bari, hanno elevato sanzioni amministrative, per violazioni inerenti la normativa igienico-sanitaria, per complessivi 7mila euro.

CASAMASSIMA – NASCONDE LA DROGA TRA I CESPUGLI – ARRESTATO GIOVANE “PUSHER” – Era da tempo che i Carabinieri della Stazione di Casamassima seguivano i suoi movimenti sospetti e stanotte lo hanno colto con le mani nel sacco. Poco dopo la mezzanotte, A.C., 32enne incensurato, originario di Bari, ma da tempo residente a Casamassima, si è portato in quella località “Pietratonda”, situata nella estrema periferia del paese, e, dopo aver ispezionato la zona, si è inoltrato in un terreno incolto, ove ha prelevato una busta in plastica contenente un panetto di “hashish”. Sul posto, però, erano ben nascosti i militari, che sono usciti allo scoperto e lo hanno subito bloccato. La droga, del peso complessivo di 115 grammi, è stata sottoposta a sequestro, mentre il giovane è stato associato presso la Casa Circondariale di Bari, ove dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Mola di Bari, assalto a tabaccheria del centro: fermato barese ultima modifica: 2010-08-31T18:05:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi