Manfredonia

Turisti svedesi alle Tremiti: muore in acqua 72enne prima di ripartire


Di:

Isola San Domino

Ritrovato in località Cala delle Arene, nell'isola di San Domino, il corpo del 72enne svedese (image: viaggiareinpuglia)

Manfredonia – FORSE un malore, ma probabilmente è stata una congestione digestiva, a seguito di un bagno in mare, a causare la morte ieri, 30 agosto 2010, di un turista svedese, Karl Olof Gustaffson-Agne.

INTERVENUTI GLI OPERATORI DELLA CAPITANERIA DI PORTO DELLE TREMITI – Il corpo dell’uomo è stato ritrovato ieri pomeriggio, verso le ore 16 e 10, da alcuni operatori della Capitaneria di Porto, Guardia Costiera delle Isole Tremiti, dipendenza Compamare Termoli, coordinati dal comandante Giuseppe de Palma.

CORPO RITROVATO IN LOCALITA’ CALA DELLER ARENE – Il ritrovamento è stato effettuato su una delle spiagge dell’Isola di San Domino, in località Cala delle Arene. Quando gli operatori della Capitaneria di Porto delle Tremiti sono arrivati sul posto, dopo un segnalazione, hanno ritrovato il corpo spiaggiato del 72enne svedese, con una dottoressa italiana intenta a rianimare l’uomo. Ma lo sfortunato turista svedese sarebbe morto probabilmente in precedenza all’arrivo degli stessi operatori, prima forse dello stesso tentativo di rianimazione tentato dalla dottoressa presente sul luogo, anch’essa turista alle Tremiti.

L’UOMO SULLE TREMITI IN COMPAGNIA DI UN GRUPPO DI SVEDESI, ASSOCIATI AD UN TOURING CLUB DELLA SVEZIA – Continuano naturalmente le indagini della Capitaneria di Porto delle Tremiti, alla ricerca delle reali motivazioni alla base del decesso dell’uomo e dunque degli ultimi spostamenti effettuati dallo stesso prima del presunto malore.

INNANZITUTTO, Karl Olof Gustaffson-Agne (classe 1938, nato a Sofia in Bulgaria) era presente sulla Isole Tremiti in compagnia di un gruppo di 14 svedesi, presunti associati ad un Tourist Club svedese. Il gruppo aveva prenotato per una notte in una struttura ricettiva del luogo (hotel Tramontana, distante circa 1,2 km dalla località Cala delle Arene, dove in seguito è stato ritrovato il corpo del 72enne svedese). Nel corso delle informazioni raccolte, gli operatori della Capitaneria di Porto delle Isole Tremiti hanno rilevato infatti che il gruppo dei turisti svedesi doveva ripartire per Termoli (in Molise) dove ad attenderli ci sarebbe stato un pulmann che avrebbe dovuto trasportare il gruppo di turisti ad Ascoli Piceno, luogo dove gli stessi avrebbero avuto l’alloggio principale, della loro vacanza in Italia (trattasi probabilmente di un educational tour in giro per lo Stivale. Il 2 settembre il gruppo sarebbe dovuto ripartire per la località di Genzano).

ALL’HOTEL Tramontana delle Isole Tremiti il gruppo avrebbe alloggiato la notte precedente il decesso del 72enne citato. Dopo aver terminato il pranzo verso le ore 14 e 30 il gruppo sarebbe dovuto ripartire per le 16 e 30 (orario di partenza del traghetto che dalle Tremiti avrebbe riportato il gruppo turistico a Termoli per poi ripartire per Ascoli Piceno).

I dubbi permangono dunque relativamente ai movimenti del 72enne Karl Olof Gustaffson-Agne nello spazio temporale compreso fra le ore 15 e 30 e le 16. Probabile un tuffo in mare nei pressi della struttura ricettiva nella quale aveva trovato alloggio fino alla sera precedente. Probabile una congestione digestiva o forse soltando un malore (il magistrato di turno, della Procura della Repubblica di Foggia avrebbe stabilito una morte per ‘cause naturali’). L’uomo era in vacanza da solo alle Tremiti. Già disposta l’ispezione cadaverica da parte del medico legale. La salma dell’uomo si trova ancora a San Domino, in attesa che la procedura burocratica venga completata e si disponga il rientro a Foggia, da dove la bara partirà in aereo per la Svezia.


Redazione Stato, GdF, riproduzione riservata

Turisti svedesi alle Tremiti: muore in acqua 72enne prima di ripartire ultima modifica: 2010-08-31T19:33:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi