Manfredonia
Sindaco e consigliere nella Provincia di Pordenone

“Arturo Cappello merita la riconoscenza della Città di Manfredonia”

Testo a cura del prof. Pasquale Ognissanti

Di:

Manfredonia – Può capitare che per motivi di lavoro e per necessità di ufficio si è costretti a svolgere la propria attività professionale lontano dalla città di origine, accoppiando alle difficoltà del lavoro le difficoltà dell’ambientazione, specie se dal Sud si va verso il Nord. Ed è ciò che poteva succedere ad Arturo Cappello. Egli nasce a Manfredonia, nel 1949, si laurea in Scienze politiche ed abbraccia la carriera di Segretario comunale, a seguito di uno specifico corso tenuto dal Consorzio Universitario di Udine, e Borsa di Studio del Ministero dell’Interno. Ed ha, così, la possibilità di svolgere la sua attività a Tramonti di Sotto, piccolo Comune in Provincia di Pordenone. Assolve il suo compito con diligenza, tanto che, passato alla classe superiore, come segetario comunale, deve lasciare quella località per altri comuni della Montagna di Pordenone. Gli abitanti di Tramonti di Sotto gli sono grati per il lavoro svolto a loro favore e lo invitano a presentarsi come sindaco nelle elezioni comunali. Arturo vince le elezioni coprendo la carica di Sindaco per ben 14 anni di seguito (4+5+5), dal 1995 al 2009.

Egli deve affrontare la grave questione del dopo terremoto avvenuto nel 1976, rimasta irrisolta; ed in questa occasione la sua professionalità, il suo spirito di servizio si dispiegano pienamente, tanto che, lui sindaco, il Comune di Tremonti di Sotto, è insignito di medaglia d’oro al valore civile (2001). Ma l’attività di servizio (e non dico di “politico”) di Arturo Cappello assume proporzioni più ampie, è: consigliere della Comunità Montana (1995-2009); presidente del Bacino Imbrifero Montano di Livenza (1995-2003); componente Consiglio UNCEM (2004-2009); Consigliere Provinciale, con incarico di capogruppo Politiche Sociali e del Lavoro (2004-2009). Ho avuto modo di conoscerlo nel passato, quando era ancora sindaco, ma questa estate, dopo essere andato in pensione, ho avuto modo di approfondirne la conoscenza.

E’ un sipontino verace, appartenente, per parte di madre, alla famiglia Foglia, con un carattere franco, sobrio, sempre alla ricerca della verità (mi confessa che nella sua carriera di sindaco, non è mai ricorso alle bugie, non lo poteva fare, proprio per indole), disponibile per tutti e con tutti (ha rinunciato alla indennità di carica come sindaco), del che gli abitanti di Tremonti di Sotto gli sono riconoscenti, serbando della sua attività amministrativa un buon ricordo, come monito ed esempio ai suoi successori. Ma nel parlare di Arturo non si può fare a meno di parlare anche di sua moglie, Antonietta Totaro, di spiccate origini garganico-sipontine, medico sanitario pure a Tramonti e poi Ufficiale Sanitario della Valtramontina, anche lei insignita di attestato di benemerenza (2003).

Non occorrono avverbi ed aggettivi dimensionali per qualificare una gestione amministrativa comunale, l’importante è “Come” e nell’”Interesse di chi” essa viene svolta. “Piccoli uomini e piccole donne”, forse poco conosciuti da noi, al cospetto di altisonanti personaggi che salgono e scendono da cavalli rampanti, con millantato credito. “Uomini” e “donne” verso i quali la Città di Manfredonia ha il dovere di fare atto di riconoscimento e di ricononoscenza.

(A cura del professor Pasquale Ognissanti, Manfredonia 31 agosto 2015)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • semprevigile

    Purtroppo, come sempre si dice, sono sempre i miglori che vanno via…. da Manfredonia.


  • Enrico

    Un grande augurio ad Arturo Cappello , amico e fratello scout degli anni 60. Complimenti Arturo , ora goditi la meritata pensione.
    Enrico ( Occhio di Lince )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi