Foggia
"Non si deve commettere l’errore di considerare il Mezzogiorno come una zona a parte del Paese"

Congedo: “Frecciarossa fino a Bari penalizza la Puglia”

"Ma questa battaglia non può e non deve avere un sapore campanilistico e men che meno di appartenenza politica"

Di:

Bari – “Le sacrosante polemiche sollevate da numerosi esponenti salentini sulla decisione delle Ferrovie dello Stato di ripristinare un Frecciarossa (Eurostar 500) sull’Adriatico che collegherà dal 20 settembre prossimo Bari con Milano e viceversa non devono rimanere confinate né a un dibattito di fine estate sui giornali, né tanto meno alla difesa campanilistica di questo o quel territorio. Per questo mi rivolgo al presidente Emiliano perché rispolveri una frase che lui stesso ebbe modo di rivolgere al premier Renzi: ‘Non si deve commettere l’errore di considerare il Mezzogiorno come una zona a parte del Paese, siamo parte di una comunità che si salva tutta assieme o non si salva’. Bene presidente, questo stesso concetto vale per la Puglia che non può subire dallo Stato due trattamenti differenti (il Frecciarossa a Bari e non a Lecce), né accontentarsi di briciole. Durante il suo discorso inaugurale alla Fiera del Levante la invito a ricordare a Renzi che non possiamo essere soddisfatti se dopo sette anni le Ferrovie dello Stato ripristinano solo una corsa (a una pseudo) Alta Velocità sull’Adriatico, gli ricordi che nel 2008 c’erano ben sei corse verso il Nord e partivano da Lecce. Ora qualcuno esulta per una sola una da Bari, altri polemizzano giustamente per la mancata fermata di Lecce. Ma questa battaglia non può e non deve avere un sapore campanilistico e men che meno di appartenenza politica. Presidente non commetta ora lei l’errore di considerare il Salento come una parte della Puglia “siamo una comunità che si salva assieme o non si salva”.

Lo scrive in una nota il consigliere regionale Oltre con Fitto, Erio Congedo.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi