ManfredoniaZapponeta
"È con profondo rammarico che abbiamo appreso dell’accaduto. Confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine, proteso a ripristinare un clima di serenità nella nostra città"

Zapponeta, aggredito Maresciallo, Riontino: solidarietà a Compagnia Carabinieri

"Ho già contattato il Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Manfredonia, rappresentandogli la vicinanza della mia Amministrazione, che è e sarà al fianco delle forze dell’ordine nella lotta ad ogni tipologia di criminalità"

Di:

Zapponeta – IN una nota stampa, ”il Sindaco di Zapponeta, Giovanni Riontino, a nome dell’Amministrazione, esprime massima solidarietà all’Arma dei Carabinieri nella persona del Maresciallo Antonio Notarangelo, che con grande senso del dovere ha subito il vile attacco da parte di un malvivente. È con profondo rammarico che abbiamo appreso dell’accaduto. Confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine, proteso a ripristinare un clima di serenità nella nostra città, teatro inedito di una violenza fuori luogo e gratuita. Auspichiamo che presto l’autore dell’inquietante azione di violenza venga assicurato alla Giustizia. Lavorare in questo clima non è semplice. Ho già contattato il Comandantedella Compagnia dei Carabinieri di Manfredonia, Capitano Andrea Miggiano, rappresentandogli la vicinanza della mia Amministrazione, che è e sarà al fianco delle forze dell’ordine nella lotta ad ogni tipologia di criminalità”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • maurizio

    E’ grave quello che il cittadino ambulante ha commesso. Gravissimo. Teno però a precisare per onor del vero che giro in biciletta ed a piedi ogni giorno la cittadina e noto ambulanti – italiani – in tutti gli angoli . Non mi risulta che nessuno di questi sia mai stato fermato, vietato, invitato, deviato. Perché succede soltanto al tizio di ieri? E’ una domanda lecita non vi sembra? e mi sembra lecita quest’altra domanda: Possibile che anche per gli ambulanti devono intervenire i Carabinieri che hanno ben altri importanti compiti da svolgere. I vigili mancano da dieci anni. Appare spiegabile che un centro turistico per altro, di 3.500 ab. , debba convivere senza un vigile urbano perennemente “vigile” per le vie cittadine? A me onestamente no!


  • Nina

    Il MALVIVENTE cosi come viene definito non è altro che un onesto grande lavoratore che ha subito un’ingiustizia… Non voglio assolutamente giustificare il suo gesto perche con la violenza non si arriva da nessuna parte…ha sicuramente sbagliato a reagire in quel modo ma bisogna anche vedere perche lo ha fatto…e in ogni caso i MALVIVENTI sono altri…e a Zapponeta cosi come a Manfredonia e dintorni purtroppo li conosciamo bene…


  • x Nina

    Dovresti prima documentarti sui precedenti dell’onesto e grande lavoratore… ma sicuramente li conosci già visto che sarai sicuramente una sua parente


  • Gaetano

    Tu invece sei andato a vedere i su reati che ho visto che li sai molto bene , vai ha vedere quella persona che voi la vete chiamata “MALVIVENTE” da quanti anni sta a vendere a Zapponeta??? Vai anche a vedere le sue ricevute che ha pagato il suolo pubblico??? Se era


  • Gaetano

    Tu invece sei molto preparato sui reati del signor -,visto che hai molto tempo libero vai sul comune di Zapponeta vedi da quanti anni che occupa quel posto ,pagando sempre il suolo pubblico ,le sue carte sempre in regola se era una persona “MALVIVENTE” come voi dite nn pagava le tasse , nn aveva le carte in regola .Concludo dicendo prima di dire mensogne guardate i vostri di difetti che ne sono molti .LAVATEVI LA BOCCA PRIMA DI PARLARE


  • Nina

    Non sono una sua parente sono solo una persona obiettiva che per sua sfortuna li conosce i veri malviventi e certamente non si alzano alle 4 di notte per andare a lavorare cosi come fa il SIGNOR Giuseppe


  • X Nina e Gaetano

    Informatevi prima di aprire bocca e scrivere fesserie…


  • mauro

    carissimi siamo di fronte ad un fatto gravissimo aggredire un pubblico ufficiale significa essere alla frutta , non c’è sicurezza per nessuno, figuriamoci se questa “brava persona” entra in disputa con un normale cittadino . Ma la cosa più grave è l’impunità garantita dai giudici a questo che è tuttora a piede libero (l’aggressione a pubblico ufficiale per il codice penale dovrebbe essere un reato per il quale si dovrebbe finire in carcere immediatamente ) . forse è il caso di riflettere un po cercare di ristabilire le regole ed il rispetto per i cittadini e per le forze dell’ordine che garantiscono la nostra sicurezza, cosa che sicuramente in questo momento non fanno i giudici e la legge italiana


  • NANDO

    mah! io invece penso che rispettare le regole, anche se costa sacrificio è l’ unica strada. Non basta essere grandi lavoratori. anche coloro che vengono da fuori con la macchina piena di frutta e verdura si sono alzati nottetempo, peccato cogliendo quei prodotti spesso in terre non loro . Ma questo non è il caso di Giuseppe che ha le sue di terre; non si può quindi generalizzare: il lavoratore onesto è soprattutto chi paga le tasse come gli altri. La reazione e la sua relativa impunità non si commentano nemmeno. soprattutto perchè il signore in questione non è nuovo a queste reazioni: tempo fa ha già dimostrato la sua colorita capacità di dialogo e di farsi giustizia, nel suo paese di origine, con conseguenze gravi per l’ interlocutore .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi