Manfredonia
La Festa si concluderà all’1.00 in Spiaggia Castello con la piattaforma a mare e lo spettacolare gioco di fuochi pirotecnici

Manfredonia, festa patronale: processione e fuochi in serata

Dopo la processione, alle ore 22.00 in Piazza Papa Giovanni XXIII, appuntamento con il grande spettacolo dell’irriverente, estroso e sofisticato Giuliano Palma

Di:

Manfredonia. Ha incantato tutti con il suo talento e la sua impeccabile voce, con i suoi più grandi successi e con il suo amore per questa terra. Ieri, in una gremitissima Piazza Papa Giovanni XXIII, Fausto Leali ha impreziosito e reso indimenticabile una riuscitissima serata della Festa della Madonna 2016, ideata e fortemente voluta dall’Agenzia del Turismo, dal suo presidente Saverio Mazzone e da tutto il Comitato Festa Patronale. Due ore intense di concerto live del “negro bianco” più conosciuto ed apprezzato del panorama musicale italiano hanno deliziato l’intera piazza ed un pubblico eterogeneo. Con i suoi ben 55 anni di successi, Fausto Leali ha coinvolto tutti, facendo intonare e cantare assieme a lui i suoi pezzi più conosciuti: da “Mi Manchi” a “Ti Lascerò”, da “A Chi” a “Io Amo”, passando per “America”, “Deborah” e “Malafemmena”. Questa sera, invece, dalla voce “nera” e da uno storico testimone della “canzone italiana” a Giuliano Palma, il “King” dell’estravaganza musicale.

Il programma odierno, però, oltre gli appuntamenti tradizionali con lo sparo di mortaretti, il giro per le vie della città della Banda Musicale “Città di Manfredonia” e l’ultimo matinée in programma alle ore 10.30 in Piazza del Popolo con il Gran Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Piantoni”, sarà incentrato sull’aspetto religioso e sull’attesissima Processione dell’icona della Beata Vergine Maria Santissima di Siponto.

Il cammino devozionale, che verrà inaugurato ed annunciato alle ore 17.30 con il tradizionale colpo di mortaretto “u ‘calcasse”, comincerà alle ore 18.00 dalla Cattedrale, e percorrerà il seguente itinerario: via Arcivescovado, corso Manfredi, viale Aldo Moro, via E. Tulliano, via della Croce, via Porta Pugliese, via Palatella, via Antiche Mura, via Magazzini, Ospedale civile “S. Camillo”, via Isonzo, via G. Matteotti, viale Beccarini, via San Giovanni Bosco, corso Manfredi, piazza Papa Giovanni XXIII, Cattedrale. La processione, accompagnata – ad intervalli regolari – dagli spari di mortaretti , verrà seguita dalla Banda Musicale “Città di Manfredonia”.

Alle ore 20.30, inoltre, al Chiostro di Palazzo San Domenico, ultimo momento musicale con il Gran Premiato Concerto Bandistico Città di Conversano “G. Piantoni” che eseguirà: “1822” di Tchaikovsky, “Rigoletto” di Verdi, “Norma” di Bellini e il “Bolero” di Ravel. Nel chiostro del palazzo di città sarà ancora possibile visitare, dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 23.00, la mostra fotografica “Patroni di Puglia – la festa”.

Dopo la processione, alle ore 22.00 in Piazza Papa Giovanni XXIII, appuntamento con il grande spettacolo dell’irriverente, estroso e sofisticato Giuliano Palma che si esibirà a Manfredonia con il suo “Groovin’ Tour”. Il nome di Giuliano Palma è uno dei più apprezzati ed estravaganti della musica italiana contemporanea, frontman prima dei “Casino Royale” e poi dei “The Bluebeaters”.

Il caratteristico ritmo “il levare”, tipico del reggae jamaicano, è proprio il marchio di fabbrica del cantautore milanese, soprannominato dai fan “The King” per le sue eccellenti doti vocali, esaltate già nel 1987, al primo anno del suo debutto, con l’apertura dei concerti in Italia degli U2. Il 1999, però, segna una data significativa: un’alchimia particolare lo coinvolge con i Bluebeaters, una band di musicisti provenienti da gruppi come Fratelli di Soledad, Africa Unite e Casino Royale appassionati di rocksteady giamaicano e soul americano, in un progetto di reinterpretazione di meravigliosi brani d’autore, per lo più sconosciuti al grande pubblico.

Nascono così le rivisitazioni di “Messico e Nuvole” di Enzo Jannacci, “Tutta mia la città” di Equipe 84, “Come le viole” di Peppino Gagliardi, “Il cuore è uno zingaro” di Nicola Di Bari, “Testarda Io” di Iva Zanicchi, “Believe” di Cher, “Wonderful Life” di Black e “See You Tonite” di Gene Simmons. Poi i grandi successi con Nina Zilli e con “50mila” e “Per Sempre”, con Club Dogo e il singolo “P.E.S.” e la collaborazione con Caro Emerald e il singolo “Riviera Life”. Questa sera a Manfredonia Giuliano Palma delizierà il pubblico con le proposte di “Groovin’”, il suo nuovo tour, prosecuzione live del suo ultimo album uscito a luglio 2016, con tracce che ripercorrono la storia più o meno recente della musica italiana ed internazionale reinterpretata da Giuliano ed arricchita da alcune importanti collaborazioni fra cui Clementino e Chiara.

Dopo aver ballato con le rivisitazioni più conosciute ed apprezzate di “King” Giuliano Palma, la Festa della Madonna si concluderà all’1.00 in Spiaggia Castello con la piattaforma a mare e lo spettacolare gioco di fuochi pirotecnici realizzato dalla Società Pirotecnica “San Pio” di San Severo.

Ufficio Stampa e Comunicazione Manfredonia Turismo – Agenzia di Promozione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • La provvidenza divina è infinita

    Cara Madonna di Siponto, quanto prima manda un segnale fortissimo a questa città, solo tu puoi evitare il patibolo alla tua città.


  • isievnsuc

    L’unico confortevole segnale che potrebbe arrivare, ma ci spero poco o nulla, è quello di un rinsavimento della gente, affinché si svegli dal torpore mediatico, conformista e religioso ed inizi a leggere e studiare perché questo è un paese di pecoroni (senza offesa per le pecore) abituati a seguire il gregge come pochi al mondo.


  • Italiano indignato

    Ma che vergogna ! Si stanno ancora recuperando e piangendo i morti del terremoto e si pensa a fare i fuochi pirotecnici per la festa. Che schifo !!


  • Lucio

    L’unica cosa bella di questa festa è la.Nostra Madonna


  • Il vaccaro di San Spiriticchio

    Grazie Arcivescovo Castoro per le belle parole e profonde, spero che il suo grandissimo messaggio abbia toccato la coscienza qualche di qualche pecora del gregge molto cinica e falsa.


  • ANTONIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati