Foggia
Altri 3 calciatori nella compagine

Il Foggia Incedit si rafforza

Izzo Giuseppe (come già confermato all’inizio del mese), D’Elia Davide e Caggiano Giuseppe, i tre rinforzi voluti dal Mister Enrico La Salandra in vista dell’inizio del campionato che l’ASD Calcio Foggia Incedit 1957 sta per iniziare

Di:

Foggia. In attesa che giungano comunicazioni ufficiali dalla FIGC sul tanto sospirato passaggio di categoria, dalla Terza alla Seconda, l’ASD Calcio Foggia Incedit 1957 ha acquistato altri tre calciatori. Rinforzi voluti espressamente dal Mister, Enrico La Salandra. Scelte oculate e con dovizia nell’approntare una compagine che punta in alto. Vecchie conoscenze di giovani calciatori che hanno già militato nell’Incedit e tra loro, rinunciando anche a categorie maggiori. Un punto di forza che il Mister non ha mai trascurato e che valorizzerà per ottenere il massimo sia in campo che fuori e soprattutto nello spogliatoio.

D’Elia Davide, classe ’94, portiere. Proviene dal G. S. Troia in Seconda Categoria. Ha giocato nel Celle San Vito, Cinque Reali Siti, nel Rionero, nei Sauri. «Ho deciso di abbracciare il progetto del Foggia Incedit –ci conferma D’Elia- perché è una squadra storica e una delle poche che è rimasta a Foggia ed ha un progetto e una mentalità vincente per ritornare a palcoscenici più importanti. Quest’anno mi piacerebbe vincere il campionato con il Foggia Incedit. Conoscevo il Mister sotto il punto caratteriale. So che ha una mentalità vincente e fa le cose in grande. È un allenatore che ci tiene. Il gruppo si è praticamente già quasi formato. Conosco gran parte dei colleghi e questo è importante, anche perché con alcuni ho già giocato, perciò sappiamo come muoverci in campo».

Giuseppe Izzo, classe ’94, terzino destro. Proviene dal G. S. Troia in Seconda Categoria. È un calciatore che con il Foggia Incedit ha giocato durante la stagione sportiva 2012-2013. «Per me sarà un piacere giocare qui con il Foggia Incedit –ha rimarcato Izzo-. Ho trovato un gruppo di qualità e un progetto valido. L’intenzione è di vincere il campionato».

Caggiano Alessio, classe ’96, difensore. Proviene dall’Atletico Foggia in Seconda Categoria. Precedentemente ha giocato con i Reali Siti, con l’Ordona, con il Carapelle e due anni in Promozione con il Lucera. «Ho conosciuto il Foggia Incedit grazie ad un mio compagno di squadra, Gabriele Pipoli, il quale mi ha presentato al Mister Enrico La Salandra che mi ha illustrato il progetto, la società, ed è stato subito feeling anche in previsione del futuro – on vivo entusiasmo si è espresso Caggiano-. Inoltre mi è piaciuto tantissimo il progetto del calcio femminile e quello con i disabili. Il sociale è un giusto e ottimo progetto che tutti dovrebbero intraprendere. Infatti sono tra quelli che pensa che questa città prima di tutto deve risollevarsi anche abbattendo le barriere».

Tutti e tre i nuovi acquisti molto motivati e con fini nobili. Ciò dimostra che il calcio non è solo sport, bensì coesione, attività sociale, inclusione, che educano e formano i giovani. E il Foggia Incedit punta su questi valori promuovendoli e attuandoli anche in campo con i progetti della squadra femminile e per i diversamente abili.

«La società non ha mai smesso di lavorare durante tutta l’estate, sia in campo tecnico che organizzativo –conferma Nico Palatella, Vice Presidente della società-. Sappiamo di avere quest’anno una grande responsabilità, essendo tra le pochissime realtà ancora in piedi e salute della nostra città, in campo dilettantistico, così come non sono minori gli impegni con il settore femminile e dei ragazzi “speciali”. La squadra è già in fase di preparazione pre-campionato da oltre una settimana e di questo va dato sicuramente merito al Mister La Salandra, attualmente impegnato nei test con i calciatori. La rosa c’è. Il campo di Ordona è una buona struttura ma nei nostri sogni c’è quello di ritornare quanto prima a giocare in Foggia, e ci stiamo adoperando anche per questo –conclude Palatella-».

Il “Progetto Foggia Incedit” –afferma Michele Di Spaldro, Direttore Sportivo-, continua la strada iniziata la scorsa stagione. Oggi grazie all’impegno dell’intera dirigenza si è potuta allestire una squadra competitiva formata da calciatori di esperienza e di ottime capacità tecniche. Mi preme porre in evidenza –prosegue il DS- che i nuovi innesti hanno sposato per intero il “Progetto Foggia Incedit” perché li vedrà impegnati non solo nel torneo federale, ma anche in attività sociali e tornei con ragazzi “speciali”. Punto importante è che i nuovi innesti hanno rinunciato anche a “trattamenti” economici più vantaggiosi pur di far parte della nostra compagine, e questo è un particolare importantissimo perché il calcio deve dare opportunità a tutti, anche ai meno fortunati. Ricordo in ultimo che il Foggia Incedit sarà impegnato anche in attività di raccolta fondi con eventi a favore di Telethon, come già avvenuto nella passata stagione. La speranza e l’augurio –chiude Di Spaldro- che le istituzioni, gli enti, e soprattutto la cittadinanza s’innamori ancor di più del Calcio Foggiano».

I Canarini di Foggia son tornati in campo e voleranno.

Calcio ASD Foggia Incedit 1957
Ufficio Stampa
Nico Baratta

Il Foggia Incedit si rafforza ultima modifica: 2017-08-31T11:46:35+00:00 da Nico Baratta



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi