Eventi

Pancotto: una giornata per riscoprire il piatto dei nostri padri


Di:

Pancotto, manifestazione a Manfredonia (ST)

Manfredonia – SVOLTOSI stamane nell’auditorium di Palazzo dei Celestini il confronto e la degustazione di un piatto umile, un piatto amato e consumato dai nostri padri: il pancotto. L’evento è stato organizzato dall’associazione “Arte In Arco” che ha 2010 si adopera per il recupero e la valorizzazione di uno scorcio della città cioè Arco Boccolicchio ma anche per recuperare tradizioni e usi della nostra città. La mattinata si è aperta ha suon di musica con l’inno nazionale interpretato dalla giovane soprano Immacolata Riccardi e subito si sono aperte le danze con i saluti del presidente dell’associazione “Arte In Arco” Bruno Mondelli che ha cominciato il suo breve intervento ringraziando l’amministrazione comunale e la cittadinanza, raccontando l’operato dell’associazione e quali sono gli obiettivi da raggiungere ed infine un accenno all’importanza del pancotto in tutta la terra di Puglia. Dunque i saluti del primo cittadino Angelo Riccardi che ha ringraziato il presidente per tutto quello che sta facendo per recuperare un pezzo storico della nostra città, ed ha proposto la valorizzazione di questo piatto facendolo conoscere anche nelle scuole e alle nuove generazioni che ci sono e quelle che verrano. Quindi i saluti del Commissario del parco nazionale del Gargano Stefano Pecorella che ha ribadito “la qualità della dieta mediterranea che da un anno è entrata nel patrimonio nazionale dell’Unesco”. Ancora: i saluti del consigliere della regione Puglia Giandiego Gatta che ha sottolineato l’importanza nel pane come elemento culinario nella nostra alimentazione quotidiana e infine i saluti dell’assessore alle politiche territoriali del comune di Manfredonia Antonio Angelillis che ha raccontato l’importanza del pancotto tanto che lo si può si trovare dappertutto e quindi deve essere un buon motivo e un incoraggiamento per conservare questa tradizione, tenendola come patrimonio culturale della nostra città.

Durante la mattinata l’associazione culturale diomedea di Cagnano Varano ha rappresentato le varie usanze quotidiane legate a questo piatto considerato povero. Dopo i doverosi saluti sono intervenuti i vari relatori come lo chef patron Leonardo Vescera che ha confessato una influenza culinaria nella sua cucina ma anche nella cucina internazionale legata al pancotto, la biologa nutrizionista Francesca Pia Menanno che ha presentato un progetto da lei realizzato intitolato la “dieta mediterranea:dagli studi internazionali alla riscoperta dei piatti locali” e la sociologa Pasquina Sacco che ha ribadito l’importanza che deve avere questo piatto nelle nuove generazioni collaborando con le famiglie e l’importante aiuto della scuola, proponendo educazione alimentare ai bambini ed ai genitori per sensibilizzarsi alla buona e sana alimentazione. Inoltre sono intervenuti l’ingeniere Saverio De Girolamo, l’assessore alla cultura di Monte Sant’Angelo Giovanni Granatiero e la dottoressa Mariligia Troiano. A moderare il confronto il dottor, nonché giornalista della Gzzetta del Mezzogiorno Michele Apollonio. La mattinata si è conclusa con la degustazione del pancotto preparato da chef come Angelo Cavallaro e Luigi Libergolis. L’evento si concluderà con la degustazione in Arco boccolicchio rivolta a tutta la cittadinanza per riscoprire questo piatto legato alle tradizioni antiche dei nostri avi.

(A cura di Felice Sblendorio)

Redazione Stato

Pancotto: una giornata per riscoprire il piatto dei nostri padri ultima modifica: 2011-10-31T18:30:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Anonimo

    ma quale scorcio della città, è un modo …………..per fare soldi. Perchè non si dice che la cittadinanza è invitata a pagare “salata” la degustazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This