Cronaca
Gli indizi a carico dell'uomo derivano dalla denuncia presentata il 27 maggio 2016 dalla C.F.

Calci e bastonate alla convivente: arrestato dopo indagini Mobile di Foggia

Il 22enne avrebbe deciso di dare alle fiamme lo zio 35enne dopo le accuse mossegli dai familiari di aver molestato la nipote minore


Di:

Foggia. CON l’accusa di maltrattamenti alla convivente, un 22enne di nazionalità rumena, Sumar Costantin, è stato interessato dall’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dagli agenti del Carcere di Piacenza a seguito di un’attività di indagine degli agenti della Squadra Mobile – Sezione “Reati contro la persona ed in pregiudizio dei minori” di Foggia.

L’esecuzione dell’ordinanza segue l’appello proposto dal P.M. titolare delle indagini, dr.ssa Laura Guifotti, contro l’ordinanza del GIP presso il Tribunale di Foggia nei confronti dell’uomo.

Costantin è indagato per i maltrattamenti posti in essere nei confronti della compagna convivente C. F. classe 1993 e dei figli minori della donna, C. A. di anni 6 e C.N. di anni 2, avuti da UN altro connazionale, e di aver causato ripetutamente lesioni personali, anche gravi, sia alla donna sia ai due bambini, colpendo con calci, pugni e schiaffi i minori, scaraventandolo sul muro, provocandogli ustioni e varie fratture; colpendo nello stesso modo la piccola A. provocandole ematomi ed escoriazioni e percuotendo ripetutamente la donna, anche con un bastone, appiccando il fuoco sulla maglietta dalla stessa indossata, così provocandole escoriazioni, ecchimosi, flittene e varie altre lesioni; infine il Pm ha contestato a Costantin il delitto di violenza privata per aver costretto la donna a non denunciare le violenze subite da lei e dai figli.

Gli indizi a carico dell’uomo derivano dalla denuncia presentata il 27 maggio 2016 dalla C.F., la quale veniva notata presso la sala d’attesa della stazione di Lecco da personale delle ferrovie; veniva allertata la ‘Squadra Mobile di Lecco che interveniva e, visti segni di bruciatura sul corpo della donna, la accompagnava presso il locale Pronto soccorso, dove la stessa presentava denuncia.

La donna era giunta a Lecco dopo essere fuggita, con i due figli minori, da Orta Nova ove viveva con Costantin in un’abitazione di fortuna. Costantin è attualmente detenuto per altra causa presso la Casa Circondariale di Piacenza poiché, tempo fa, lo stesso cosparse un congiunto di liquido infiammabile e gli dette fuoco nel sonno, mentre dormiva con alcuni parenti, tra i quali anche un bambina di anni 12. Entrambi sono ricoverati per ustioni gravi.

Il 22enne avrebbe deciso di dare alle fiamme lo zio 35enne dopo le accuse mossegli dai familiari di aver molestato la nipote minore.

Calci e bastonate alla convivente: arrestato dopo indagini Mobile di Foggia ultima modifica: 2017-10-31T16:45:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi