ManfredoniaRegione-Territorio
Discussione arringhe difensori imputati il 13 novembre 2017

“Coast to coast” droga asse Barletta – Manfredonia, sentenza entro dicembre

Imputati accusati associazione a delinquere a carattere transnazionale finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti


Di:

Bari/Manfredonia, 31 ottobre 2017. FISSATE le udienze di discussione correlate all’operazione “Coast to coast”, della Squadra Mobile di Foggia e del Commissariato di Manfredonia, con esecuzione di 13 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti (dimoranti nei comuni di Manfredonia, Cerignola, Monte Sant’Angelo, San Severo e Barletta) per il reato di “associazione a delinquere a carattere transnazionale finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti“.

Le 13 misure cautelari relative alla suddetta operazione erano state eseguite il 1° febbraio 2017. L’attività è stata coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Bari e dalla Procura della Repubblica di Foggia; la predetta misura cautelare è stata eseguita dagli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Foggia e del Commissariato di P.S. di Manfredonia.

Da raccolta dati, l’udienza dinanzi al Gip del Tribunale di Bari, dr.ssa Rosa Anna Depalo, per la requisitoria del P.m., è stata fissata per il 2 novembre 2017. Per la discussione delle arringhe dei difensori dei vari imputati interessati al processo la data fissata è il 13 novemnbre 2017.

La sentenza è attesa entro il mese di dicembre.

Ricostruzione

Si ricorda come con provvedimento dello scorso settembre 2017, del Gip del Tribunale di Bari, dr. Biella (in sostituzione del Gip dr.ssa Anna Depalo), per Gaetano De Vivo, nato a Manfredonia – classe 1973, e Pasquale Maria, nato a Portici – classe 1976, era stata disposta la sostituzione della misura cautelare della custodia in carcere con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari, in seguito ad un’istanza presentata dal rispettivo legale, Avvocato Gabriele Esposto.

Focus operazione “Coast to Coast”
Lo scorso 5 luglio 2017 l’udienza preliminare relativa al rito abbreviato

Come già pubblicato, lo scorso 5 luglio 2017 si è svolta al Tribunale di Bari, Gip dr.ssa Rosa Anna Depalo, l’udienza preliminare relativa al rito abbreviato interessante 8 delle 13 persone per le quali era stato disposto la misura cautelare.

Processo ordinario per i fratelli Frattaruolo

Ad aver optato per il processo ordinario a Foggia è stata la difesa dei fratelli Antonio Frattaruolo, Monte Sant’Angelo classe 1960 (difeso dall’avv. Innocenza Starace) e Libero Frattaruolo, Monte Sant’Angelo (difeso dall’avv. Innocenza Starace), classe 1963. Si ricorda come per Antonio Frattaruolo era stata già disposta la sostituzione della custodia cautelare in carcere con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari. Il provvedimento del Gip del Tribunale di Foggia è stato emesso alcune settimane fa.

Manfredonia, 13 arresti per droga. Antonio e Libero Frattaruolo “Fatti contestati risalgono al 2014”

Tribunale di Bari (fonte image: crimeblog.it)

Tribunale di Bari (fonte image: crimeblog.it)

Oltre ai citati De Vivo e Maria, tra gli altri indagati – sottoposti alla misura della custodia cautelare emessa da Gip Mastrorilli il 25 gennaio 2017 ed eseguita il successivo 1° febbraio, ora interessati dal rito abbreviato – ci sono: Marco Ditoma, Padova, classe 1989; Giuseppe Grieco, Manfredonia classe 1971 (difeso dall’avv. D.Di Giorgio); Fabio Lame, Albania, classe 1991; Roland Lame, Albania classe 1969 (difeso dall’avv. R.Sfregola); Leuci Giuseppe, Canosa di Puglia, classe 1974; Matteo Potenza, San Giovanni Rotondo, classe 1977 (difeso dall’avv. F.sco Le Noci). Pm dell’indagine il dr. Giuseppe Gatti.

Al momento non si hanno ulteriori informazioni in merito al procedimento relativo ai nominativi interessati dall’operazione non indicati nel testo.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT, TFR – RIPRODUZIONE RISERVATA

Nota bene
E’ consentita solo la riproduzione di PARTE degli articoli e solo se accompagnata da link diretto all’articolo intero sul sito. Avvisiamo che eventuali violazioni verranno perseguite direttamente per vie legali, senza avviso preventivo

“Coast to coast” droga asse Barletta – Manfredonia, sentenza entro dicembre ultima modifica: 2017-10-31T20:16:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi