hai cercato  Capitanata

Italicum: bocciate le preferenze, non passano per 35 voti

(ANSA) Sì della Camera all’emendamento alla legge elettorale con la formula che trasforma voti in seggi e le soglie di sbarramento. I sì sono stati 315, proprio 101 in meno dei potenziali voti favorevoli. L’emendamento prevede la soglia di sbarramento al 37% per avere il premio di maggioranza, quella del 4,5% di ingresso per i [...]

continua a leggere

Marino: “San Severo non può essere il far west”

Il Consigliere regionale PD, Dino Marino: “La città è in preda allo sgomento dopo la sparatoria avvenuta questa mattina davanti al teatro, San Severo non è il far west. Per questo motivo nelle prossime ore chiederò un incontro al Prefetto per capire quali provvedimenti intende assumere dopo questo grave episodio criminale”. “La verità è che [...]

continua a leggere

Primarie, Bordo: in Capitanata meno 20 punti Renzi rispetto a nazionale

Foggia – “SONO soddisfatto per il risultato ottenuto da Gianni Cuperlo in provincia di Foggia. Renzi ha avuto in Capitanata circa 20 punti percentuali in meno rispetto al dato nazionale, mentre Cuperlo ne ha ottenuti 10 in più”. Lo afferma Michele Bordo, deputato del PD e presidente della Commissione Politiche UE della Camera, commentando il [...]

continua a leggere

Congresso Pd, Lombardi: 871, Piemontese 443

Foggia – SI è svolto ieri il congresso del Circolo di Vico del Gargano che ha eletto segretario cittadino Davide Notarangelo. I candidati alla segreteria provinciale hanno ottenuto: Michelangelo Lombardi – 2 voti; Raffaele Piemontese – 13 voti. Dopo questo congresso il numero dei voti e la distribuzione dei delegati all’Assemblea provinciale è la seguente: [...]

continua a leggere

Gentile: sicurezza per Angela non poteva essere garantita

Foggia – SI è riunita oggi la commissione per la valutazione del percorso di cura proposto per la signora Angela, ricoverata presso la clinica “Madonnina” di Bari e già in attesa di trattamento “Cyber knife” poiché affetta da tumore al cervello e in attesa di una bambina. La commissione, nominata dalla Giunta regionale, era composta [...]

continua a leggere

Marmo: pomodoro di Capitanata infestato da ‘orobanche’, danno

Foggia – IN premessa ad una interrogazione a risposta scritta al Presidente della Regione ed all’Assessore alle Politiche Agricole, il Consigliere regionale PdL, Nino Marmo ha evidenziato che: “Nella provincia di Foggia la produzione di pomodoro da destinare alla industria di trasformazione è una delle maggiori fonti di reddito nel campo agricolo ed anche un [...]

continua a leggere

Lavoro: 49.7% disoccupati – inoccupati a Manfredonia, 44% Provincia

Manfredonia – IL 44,31% della popolazione attiva domiciliata in Provincia di Foggia non ha un impiego, gli occupati sono invece il 44,20% e il restante 11,49% è costituito da occupati in cerca di lavoro, ossia impiegati con contratto subordinato di durata inferiore a 6 mesi che hanno dato disponibilità alla ricerca di lavoro. Sono questi [...]

continua a leggere

Dove vogliamo andare?

SETTANT’ANNI fa i bombardamenti che rasero al suolo Foggia, facendo migliaia di vittime (il numero esatto è controverso, ma certo si tratta di diverse migliaia). A chi chiedeva le ragioni dell’accanimento sulla nostra città degli anglo-americani, questi rispondevano, pare, con l’argomento del compasso. Si punti un compasso su Foggia, dicevano; si traccerà intorno un’area che comprende l’Italia meridionale ed i Balcani: ossia una zona di altissima importanza strategica per le operazioni militari.

A distanza di sessant’anni l’argomento del compasso torna nelle parole di Bernardo Marinelli, amministratore delegato della Genera Consulting. Intervistato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, dice: “Fissate un compasso su Foggia e allargate il raggio, vi renderete conto che la grande ricchezza di questa città è la sua posizione geografica“. Da un lato, il Foggiano è facilmente raggiungibile dal Barese, ma anche da parte della Lucania e della Campania; dall’altro, si tratta di una zona interessata da un forte flusso legato alle attrattive turistiche del Gargano ed a quelle più o meno religiose di San Giovanni Rotondo. E’ la zona ideale, insomma, per sistemare una impresa economica ambiziosa. E quella della Genera Consulting, gruppo marchigiano, è ambiziosissima: più di duecentocinquanta milioni di investimento e mille e cinquecento posti di lavoro per un grande parco acquatico, con ipermercato, hotel, terme eccetera. Il progetto prevede anche un parco archeologico che ingloberebbe l’area della tomba della Medusa, attualmente in stato di abbandono.

Due cambiamenti importanti per la nostra città sono stati negli ultimi anni la nascita del primo ipermercato, La Mongolfiera, e più recentemente quella della Città del Cinema. Due strutture con le quali la piccola città di provincia ha provato l’ebbrezza del non-luogo. Il successo è stato immediato e privo di oscillazioni. La Mongolfiera è diventata meta di vere e proprie gite – gente che arriva dalla provincia e passa nell’ipermercato tutta la giornata -, la Città del cinema è riuscita ad attirate anche chi il cinema non l’ha mai amato. Le conseguenze per la città non sono state lievi.

Molti piccoli negozi hanno chiuso i battenti, incapaci di fronteggiare la concorrenza della grande distribuzione. Il negozietto di quartiere della nostra infanzia è diventato sempre più un ricordo sbiadito. Gli stessi supermercati soffrono, schiacciati dagli ipermercati. La nascita della Città del Cinema ha provocato la chiusura di quasi tutti i cinema cittadini: il Capitol, l’Ariston (….)

continua a leggere

Gema, 7 rinvii a giudizio, udienza preliminare 7.10.2013

Foggia – FISSATA al 7 ottobre 2013 – davanti al Gup del Tribunale di Foggia dr. Domenico Zeno – l’udienza preliminare dell’inchiesta della Procura e della Guardia di Finanza sul caso Gema: con oltre 22 milioni di euro (22.719.000) che sarebbero stati riscossi dalla società di riscossione per conto di 45 enti locali ma senza [...]

continua a leggere

Vacanze, Confartigianato: crisi, 8 mln italiani a casa

Roma – SECONDO una nota di Confartigianato, la crisi costringe 7,8 milioni di italiani a rinunciare alle vacanze estive e condiziona le ferie di altri 23,3 milioni di nostri connazionali. E chi si metterà in viaggio, tra caro-servizi, caro-trasporti e pacchetti turistici più salati, sentirà ancora più marcata la crescita dei prezzi, come quello dei [...]

continua a leggere