Cronaca

Cerignola, 4 arresti dei carabinieri a fine 2009


Di:

ArrestiCcCerignola

ArrestiCcCerignola

Cerignola – UN fine anno intenso per i militari della Compagnia dei carabinieri di Cerignola che, fra la notte tra il 30 e 31 dicembre 2009, hanno arrestato 4 persone, di cui 3 in esecuzione di ordinanze di custodia in carcere emesse a vario titolo dall’Autorità Giudiziaria,  mentre un’altra persona è stata colta in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti. Questi i nominativi delle persone tratte in arresto, tutte di Cerignola: Antonio Scelsi, cl. ‘69, pregiudicato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, dovendo lo stesso espiare la pena residua di cinque anni e quattro mesi. Scelsi si rese infatti protagonista, in concorso con altri, di una rapina perpetrata l’8 luglio del 1996 a Porto Sant’Elpido (AP) e di un tentato furto aggravato il 24 luglio del 1996 a Martinsicuro (TE). Nel corso dell’esecuzione dell’ordinanza Scelsi tentò di fuggire, lasciando l’appartamento – dove abitava insieme alla moglie – subito dopo che i carabinieri bussarono alla sua porta. Durante l’operazione di arresto, i militari rintracciarono l’uomo in un appartamento al piano superiore dove si era rifugiato, così dichiarandolo in arresto. L’altro arrestato è Matteo Compierchio, classe ’62, pregiudicato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Potenza, dovendo espiare lo stesso una pena residua di un anno e nove mesi per tentato furto aggravato commesso il 18 febbraio del 1995 a Melfi (Potenza). Compierchio è stato arrestato in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale di Foggia per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia anche un pensionato, incensurato di Cerignola. Infine, i  militari della Stazione di Cerignola hanno arrestato Davide DiFrancesco, classe ’82, per detenzione ai fini di spaccio di sostanz e stupefacenti. Al termine di un servizio di osservazione i militari operanti decidevano di effettuare una perquisizione all’interno della sua abitazione avendo il fondato sospetto che lì detenesse dello stupefacente. La perquisizione dava esito positivo poiché venivano rinvenuti nella sua disponibilità, occultati nel vaso di una pianta 27 grammi di hashish, un bilancino di precisione oltre che altro materiale finalizzato al confezionamento dello stupefacente.

Cerignola, 4 arresti dei carabinieri a fine 2009 ultima modifica: 2010-01-01T15:34:33+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This