Edizione n° 5397

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

MANFREDONIA Manfredonia. “La disabilità non è una malattia ma una caratteristica”, fondamentale l’inclusione e non l’ipocrisia

Nella serata sono state poste in essere soprattutto dall'ex assessore, le criticità dei servizi sociali, il piano sociale di zona, i servizi carenti per persone con disabilità

AUTORE:
Angelica Murgo
PUBBLICATO IL:
1 Giugno 2024
Manfredonia // Politica //

Manfredonia. Incontro tematico presso il comitato del Candidato Sindaco Vincenzo di Staso. “Il mio nome è inclusione” punto focale dell’incontro nel corso del quale hanno partecipato il candidato sindaco Vincenzo di Staso, l’ex assessore al welfare Grazia Pennella e l’avvocato Vincenzo di Staso già garante per la disabilità, insieme ai genitori, ragazzi e rappresentanti delle associazioni di categoria.

Nella serata sono state poste in essere soprattutto dall’ex assessore, le criticità dei servizi sociali, il piano sociale di zona, i servizi carenti per persone con disabilità, fragilità economiche e sociali del territorio, ripercorrendo ciò che era stato avviato con l’amministrazione Rotice, riguardo per esempio “il pronto intervento sociale” “l’agenzia per la casa” ed altri progetti come un doposcuola gratuito per prevenire la dispersione scolastica ed aiutare le famiglie che non possono permettersi di pagare un doposcuola.

Sul tema disabilità è intervenuto anche l’avvocato Vincenzo di Staso (omonimo del Candidato Sindaco) già garante per la disabilità che dice “la disabilità non è una malattia ma una caratteristica” ricordando quanto sia importante una vera inclusione e non l’ipocrisia, quindi per esempio accesso facilitato alle persone con disabilità alla pubblica amministrazione per esempio, più sport come luogo di aggregazione ed inclusione per i ragazzi/e, tante riflessioni per quanto riguarda i ragazzi e le ragazze che soffrono di spettro autistico e non c’è una sinergia adeguata tra ASL, scuola e servizi sociali, come metteva in evidenza un genitore nel corso dell’incontro.

Non è mancato in ultima battuta l’intervento del Candidato Sindaco Vincenzo di Staso, che ha espresso la volontà di implementare le assunzioni di assistenti sociali fondamentali per il supporto al tessuto cittadino, desiderio del Candidato Sindaco qualora venisse eletto.

fotogallery

 

2 commenti su "Manfredonia. “La disabilità non è una malattia ma una caratteristica”, fondamentale l’inclusione e non l’ipocrisia"

  1. È assurdo sentire parlare la signora pennella sapendo che un mio parente poverino con gravi patologie di disabilità è stato cacciato fuori da una casa popolare , e in più occasioni la madre ha supplicato la pennella , ma con un cuore di pietra non ha mai risposto in positivo , e oggi mi viene a parlare di disabilità… vergognatevi!!!!! Di staso sei un ipocrita !!!

  2. Io non conosco nessuno di voi e quindi, non vi voterò. Al massimo, voterò un consigliere, ma perché lo conosco e so quanto ci tiene a Manfredonia. Sempre se sarà valido.

Lascia un commento

“Non tutto ciò che viene affrontato può essere cambiato, ma niente può essere cambiato finché non viene affrontato.” JAMES ARTHUR BALDWIN

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.