CapitanataManfredonia

Dotoli su Tribunale: compiuto il primo passo; critiche a Bordo


Di:

Il sindaco di Lucera, Pasquale Dotoli, durante una passata conferenza stampa svoltasi in Comune (Ph: Roberta Paraggio, St)

Lucera – “IL primo passo è stato compiuto”. Ieri martedì 31 luglio, nella seduta deliberativa della Commissione Giustizia al Senato, è stata approvata, a larga maggioranza, la proposta del relatore Senatore Avvocato Franco Mugnai (PdL), tesa al mantenimento del Tribunale di Lucera e al conseguente ampliamento della sua Circoscrizione ai comuni di Manfredonia, San Severo, Vieste e Orsara di Puglia (ne riferiamo nella rubrica Manfredonia, con critiche del parlamentare Bordo per il futuro degli uffici giudiziari del centro sipontino, ndr). La popolazione complessiva sarebbe, a quel punto, di 328.240 abitanti, in linea con quella di Foggia, che passerebbe ad averne una pari a 356.210. A darne notizia, con viva soddisfazione, è il Sindaco di Lucera Pasquale Dotoli – che proprio ieri con il Vice Sindaco Senatore Costantino Dell’Osso, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lucera e del Circondario, Avvocato Giuseppe Agnusdei – ha seguito i lavori della Commissione senatoriale. In quella sede, la relazione del Senatore pidiellino Mugnai, come detto, è passata con voto di maggioranza e il giudizio positivo del Senator Gerardo D’Ambrosio (PD), malgrado la contemporanea astensione del PD e dell’UDC.

“E ciò, nonostante la co-relatrice di quella proposta, fosse la Senatrice democratica Silvia Della Monica che, inopinatamente prima del voto, si è dimessa prendendo le distanze dall’iniziativa avviata con la sua iniziale condivisione”. “Decisamente non opportuna e poco rispondente ai fatti la nota diffusa martedì, in gran fretta, da alcuni esponenti del Partito Democratico eletti in Capitanata. Mi riferisco, sentitamente, alla Senatrice Colomba Mongiello e all’Onorevole Michele Bordo – dice Dotoli – che finora davvero poco hanno fatto per scongiurare la soppressione degli uffici giudiziari di Lucera e delle sezioni distaccate ad Apricena e Rodi Garganico”, sottolinea il primo cittadino di Lucera.

Apprendiamo da fonti accreditate che il gruppo del PD e quello dell’UDC, prima dell’inizio della seduta in Commissione, avevano concordato sul testo poi approvato a maggioranza, salvo astenersi dal sostenerlo direttamente, così come logica avrebbe voluto. Il tentativo operato dal PD, a quanto ci risulta, è stato ben diverso e volto all’approvazione di un altro parere, blandamente fondato su considerazioni ed argomentazioni generiche e piuttosto inefficaci per quella che da sempre riteniamo sia una sacrosanta crociata a sostegno della giustizia e a difesa della legalità. Meglio sarebbe stato astenersi dal rendere pubbliche dichiarazioni, in un momento così delicato, soprattutto quando non si offre un contributo fattivo in termini di voti”, incalza Dotoli.

“Chiaro è che, un voto unanime avrebbe conferito peso maggiore alla deliberazione della Commissione Giustizia di Palazzo Madama, sia per il peso in sé della stessa votazione, sia per i conseguenti riflessi su quella successiva. Parlo di quella che la Commissione Giustizia della Camera si accingerà a breve a fornire, in attesa delle scelte che il Governo andrà ad operare”, prosegue il Sindaco di Lucera rifacendosi a quanto appreso nelle ultime ore.

“Ciò non toglie che il voto espresso ieri sia forte, ben motivato e articolato, tanto che, in modo completo e compiuto, affronta in forma razionale, con una reale ottimizzazione dei costi, il tema della revisione degli uffici giudiziari scongiurando il taglio verticale che il Ministero intenderebbe adottare” continua Dotoli.

Si tratta di un parere obbligatorio, sia pur non vincolante, ma dal forte impatto e dalla decisa volontà a non cedere di fronte alle prime indicazioni ministeriali. Proseguiremo nella giusta battaglia che da mesi ci vede al fianco degli operatori di giustizia, degli avvocati, delle associazioni, del Comitato per la Difesa della Legalità in Capitanata, degli ordini professionali, della città tutta, sensibilizzata sull’argomento con il Consiglio Comunale straordinario del 19 luglio in piazza Duomo” conclude il Sindaco Dotoli.

La Commissione Giustizia del Senato, va ricordato, ha chiesto che la sede giudiziaria di Lucera sia mantenuta in considerazione del tasso di criminalità, guardando anche alla complessa realtà del Gargano su cui ha diretta competenza. È quanto deliberato ieri con l’apporto decisivo venuto dal Popolo della Libertà. Un doveroso ringraziamento, in tal senso, va ai parlamentari del PdL: l’avvocato Onorevole Francesco Paolo Sisto, l’Onorevole Antonio Pepe e parimenti ai Senatori pidiellini Carmelo Morra e Francesco Amoroso e l’Onorevole Barbara Matera per l’impegno fattuale in ogni iniziativa utile a scongiurare la chiusura del Tribunale lucerino”, termina Dotoli nella nota.


Redazione Stato@riproduzione riservata

Dotoli su Tribunale: compiuto il primo passo; critiche a Bordo ultima modifica: 2012-08-01T13:11:51+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Stipulante

    Spero che l’iniziativa del Sindaco Dotoli trovi supporto reale, anche se Manfredonia farà di tutto al fine di non rientrare nella Circoscrizione di Lucera.
    Una Circoscrizione che ha come Procuratore Capo un’UOMO dello STATO come il dott. SECCIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This