Capitanata

S.Montagano: incendio doloso ai danni Bio Ecoagrim


Di:

A sinistra l'imprenditore Dario Montagano durante un passato intervento pubblico (ST)

San Severo – “LE vessazioni e gli attacchi all’azienda non si sono fermate nonostante che la famiglia Montagano abbia aderito, senza polemiche, alla decisione imposta dalla Procura di Bari: eliminare definitivamente gli odori di produzione chiudendo la zona di fermentazione del compost. Dal momento che è stata resa pubblica tale circostanza, infatti, la Bio Ecoagrim srl ha subito diversi episodi di vandalismo e di inciviltà: un incendio doloso stava distruggendo l’azienda. Solo grazie all’intervento tempestivo e intelligente del corpo dei vigili del fuoco di Lucera e Foggia, impegnati un’intera notte con ingenti mezzi e uomini, si è riusciti a salvare l’azienda dalla distruzione totale”. A dirlo in una nota il responsabile dell’azienda Stefano Montagano.

“Prima ancora, tutta la segnaletica in metallo rigido, che indica il tragitto verso l’azienda, è stata piegata, in modo omogeneo, in due. Infine sui manifesti di qualche giorno fa sono apparse parole ingiuriose contro la famiglia Montagano, con l’invito esplicito e intimidatorio a chiudere l’impianto e a tornarsene a San Severo! Quindi la ‘puzza nauseabonda’ attribuita alla fabbrica di concime con tanto di sciopero della fame e mascherine sulla faccia è sempre stata una scusante. Infatti oggi nonostante la certezza che la puzza sarà completamente abolita, sono ripresi gli attacchi alla Bioecoagrim; questa volta non più con azioni populiste in piazza Duomo, ma con vere e proprie azioni criminose!”.

“Ormai non vi è alcun dubbio che a Lucera qualcuno (poteri occulti o la massoneria? ) – dice Montagano – ha l’interesse a non far crescere le aziende che assumono personale o, peggio , ad eliminarle! Una situazione ormai al limite della tolleranza! La famiglia Montagano non si farà piegare, e si dissocia fermamente da questa criminalità arcana!”.


“I lavoratori possono stare tranquilli il progetto Bioecoagrim proseguirà, noi non ci facciamo intimidire da alcuno!. Si andrà avanti con lo sviluppo e la crescita dell’azienda, e tutti coloro in giacca e cravatta disposti ad arruolare, politici senza scrupoli, direttori di net-jornal disonesti e addirittura delinquenti comuni, dovranno capacitarsi che non sarà facile raggiungere il loro scopo: distruggere il progresso e lo sviluppo che la famiglia Montagano caparbiamente continuerà a proporre per Lucera. Resta alta la preoccupazione per le minacce e per un’escalation incontrollabile di vandalismo criminoso! Ma allo stesso tempo si è fiduciosi nella Magistratura, che dovrà far luce su questi fatti incresciosi che ogni giorno hanno sempre più dell’incredibile”.


“Pertanto i lavori di chiusura della tettoia continueranno anche nei giorni festivi per accelerare la riapertura dell’azienda ed entro settembre sicuramente verranno ultimati. I 40 dipendenti storici dell’azienda possono stare tranquilli, torneranno al proprio posto in tempi brevi. Entro tre anni sarà eliminata ogni prescrizione imposta dalla DDA di Bari, adeguando il processo di fermentazione in ambiente anaerobico. Verrà realizzato, dunque, quello che si sarebbe già dovuto realizzare entro il 2012: affiancare, all’attuale processo di lavorazione dei rifiuti organici, macchine e attrezzature per la lavorazione del multi materiale proveniente dalla raccolta differenziata, portando la forza lavoro dai 162, assunti a seguito dell’ampliamento dell’ottobre del 2011, alle 500 unità lavorative tra operai e dipendenti, che svolgeranno le loro mansioni in tre turni di lavoro. I fatti sopra riportati, inoltre, sono stati denunciati alla Procura di Lucera e ci si augura che di questa incresciosa e delicata vicenda si occupi personalmente il procuratore capo di Lucera. Serve urgentemente un’iniziativa Istituzionale incisiva , rapida e concreta, per evitare ulteriori danni all’azienda di compostaggio lucerina”, termina Montagano.


Redazione Stato@riproduzione riservata

S.Montagano: incendio doloso ai danni Bio Ecoagrim ultima modifica: 2012-08-01T13:35:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This