Manfredonia

Soppressione Comunità Montana del Gargano, le acquisizioni della Regione


Di:

Consiglio regione Puglia, immagine d'archivio

(immagine d'archivio)

Monte Sant’Angelo – SOPPRESSIONE Comunità Montana del Gargano: presa d’atto della Giunta Regionale pugliese con accertamento della mancata presenza di funzioni e compiti delegati allo stesso Ente comunitario da parte di altre pubbliche amministrazioni.

Al contempo è stato preso atto delle attività, dei rapporti e dei procedimenti amministrativi in corso presso la stessa Comunità, attestati dal Commissario liquidatore; gli stessi, ad eccezione di quelli di seguito diversamente disciplinati, sono assegnati alla competenza del Servizio regionale Provveditorato ed Economato, trattandosi di utenze e servizi necessari al mantenimento di beni in fase di acquisizione al patrimonio della Regione Puglia.

In particolare sono interessati:
– i mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti s.p.a. con oneri a totale carico dello Stato (allegato B) sono trasferiti alla Regione Puglia che ne assicurerà la gestione successiva tramite il competente Servizio regionale;

– le iniziative per interventi di elettrificazione rurale (dal progetto EL/14 al progetto EL/24) sono assegnati alla competenza dei Comuni interessati ai sensi della l.r. 10 dicembre 2012, n. 36, art. 5, comma 5, trattandosi di attività connesse alla promozione dello sviluppo socio-economico e alla valorizzazione del territorio montano per l’espletamento delle quali gli stessi Comuni si avvalgono delle risorse di cui al all’art. 5, comma 10 della citata l.r. n. 36/2012;

– la partecipazione alla “Gruppo di Azione Locale Gargano, soc. cons. a r.l.”, con sede in Monte Sant’Angelo (FG), del valore complessivo di € 29.000,00 (di cui al punto 1. della nota n. 25/2013 – allegato A), nonché la qualità di socio del Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale di Foggia (di cui alla nota n. 352/2013 – allegato A) vengono acquisite al patrimonio della Regione Puglia che ne disciplinerà la successiva destinazione tramite il competente Servizio Controlli;

“i servizi di prestazione di telecomunicazione riconducibili alla rete wireless”, così come individuati nella comunicazione del Commissario liquidatore , sono assegnati, ai sensi dell’art. 5, comma 5 della l.r. sopra indicata, alla competenza dei singoli Comuni interessati, trattandosi di attività connesse alla promozione dello sviluppo socio-economico e alla valorizzazione del territorio montano per l’espletamento delle quali gli stessi Comuni si avvalgono delle risorse di cui al all’art. 5, comma 10 della citata l.r. n. 36/2012;

– quanto ai “servizi di assistenza ai cittadini inerenti le attività dell’ENEL e della C.C.I.A.A,” indicati nella medesima comunicazione del Commissario (di cui al punto 1. della nota n. 25/2013 – allegato A), si da atto che, con nota n 0000086 del 22.01.2013 (allegato A), l’Ente comunitario ha comunicato il recesso dalle relative convenzioni.

Presa d’atto al contempo dell’elenco aggiornato dei giudizi pendenti nella consistenza di cui alla comunicazione pervenuta per posta elettronica in data 4 settembre 2013, con successione ora della Regione Puglia, ad eccezione di quelli correnti con l’arch. Matteo Totaro che sono attribuiti alla competenza dell’ARIF a seguito del previsto passaggio dello stesso dipendente nei ruoli dell’Agenzia ai sensi dell’art. 5bis, comma 3, citata l.r.;

Come già detto, incaricato il dirigente del Servizio Enti Locali della Regione Puglia, di intesa con il Commissario liquidatore unico, di porre in essere tutte le attività necessarie all’effettivo trasferimento delle funzioni, dei compiti e delle attività in capo ai soggetti subentranti, avvalendosi a tale scopo del personale e degli uffici della Comunità, fino al completamento delle relative operazioni.

Eventuali questioni che dovessero emergere successivamente alla estinzione della Comunità, saranno disciplinate con apposita deliberazione di Giunta regionale.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Soppressione Comunità Montana del Gargano, le acquisizioni della Regione ultima modifica: 2013-11-01T01:17:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • matteo

    …..ente comunità montana …..ente autorità portuale…..enti enti…..entità che non esistono…ma che esistono sotto certi aspetti. Prima o poi l’Italia capitolerà…..prima o poi….finiranno i soldi per i fannulloni e solo allora tutti saranno costretti a spaccarsi la schiena per guadagnare in centesimo.


  • Antonio Mazzamurro

    Che fine fara’ il Segretario della Comodita’ Montana del Gargano?
    Quello che ha vinto il concorso -a -……
    Grazie a lui e ex Presidente Mazzamurro sono riusciti a fare fallire Agropolis
    Sperperando soldi pubblici.
    Buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This