Manfredonia

USPPI: salvate dal degrado il povero Campo Ungaretti (Ftgallery)


Di:

Manfredonia – “SEGNALAZIONI, missive protocollate ed inviate al Comune ma ad oggi niente: niente recinzione lungo l’argine del Vallone Lama Scaloria, niente recupero del campo Ungaretti in via Tommaso Fiore”. E’ quanto dice a Stato il segretario cittadino dell’Usppi Aldo Antonio Gatta, attraverso una nota.

La prima missiva inviata al Comune di Manfredonia risale all’aprile del 2013; nella stessa si era lamentata l’assenza di recinzione completa o di parapetti lungo l’argine del vallone Lama Scaloria; da qui la richiesta di provvedere a continuare la recinzione già iniziata per rendere più sicuro il transito di veicoli e persone”.

“La seconda missiva risale allo scorso settembre con raccolta bonaria di firme inviata la sindaco di Manfredonia con evidenza della situazione di degrado ed abbandono in cui versa il campo Ungaretti, se tale ancora si può definire: porte e reti di contenimento rotte ed arrugginite, presenza di erbacce, copertoni d’auto, cartoni, reti di pescatori. Da contorno al campetto bidoni pieni di ogni rifiuto e schifezza, materiale di risulta, divani, mobili rotti, cucine, sedie ed altro”.

“La richiesta dell’Usppi – Consumatori e della gente che ha aderito alla missiva è stata quella di un intervento tempestivo per evitare che qualcuno si possa fare male, che si annidino animali, per dare un’immagine più bella e consona alla vivibilità in questa area di Manfredonia. Ma ad oggi – tanto per la prima missiva quanto per la seconda – nessuna risposta”.

“Ricordiamo al sindaco e agli amministratori comunali che sono in carica perché hanno ricevuto i voti dei cittadini per una degna rappresentazione e per una saggia amministrazione dei fondi pubblici. Vi chiediamo da qui di intervenire”.

Si ricorda che Stato si era occupato di entrambe le segnalazioni . Il campo da calcio (in terra battuta) in Via T. Fiore adiacente la Scuola Media Statale “G.Ungaretti” rientra nei diversi progetti presentati dal Comune (per un totale di € 587.665,40) nell’ambito del D.P.C.M. 25/02/2013 – Fondo per lo sviluppo e la capillare diffusione della pratica sportiva (pubblicato sulla G.U. n. 98 del 27/04/2013 di cui al decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, articolo 64, comma 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134»). In particolare si fa riferimento ad impianti sportivi pubblici all’aperto realizzati quasi tutti tra la metà degli anni’70 e la fine degli anni ’90, bisognosi di ristrutturazione e/o adeguamento alle norme vigenti.

Tuttavia, ad oggi non vi è alcuna certezza dell’intercettazione dei fondi, in considerazione delle domande pervenute da tutt’Italia.

FOTOGALLERY ARCHIVIO GENNAIO 2013

FOTOGALLERY ARCHIVIO

Redazione Stato@riproduzioneriservata

USPPI: salvate dal degrado il povero Campo Ungaretti (Ftgallery) ultima modifica: 2013-11-01T00:42:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • semprevigile

    E che dire della mancanza di marciapiedi sul tratto di strada che attraversa il canalone che congiunge il tratto che va dalla clinica San Michele alla zona Dallas e da qui agli istituti scolastici ITIS/ITN/ITG e sezione staccata Roncalli, percorsa da migliaia di alunni giornalmente, che quando piovei si allaga, gli archetti a protezione, nella parte alta, sono piegati che non permettono il transito dei pedoni in prossimità della curva… insicurezza totale… Comune svegliati, l’ora dei pavesini è finita rispettate la gente che vi paga le tasse e gli stipendi… concretizzate la presenza almeno per tali situazioni che sono sotto gli occhi di tutti !!!!!


  • EDWARD CULLEN

    Mammamia che vergogna


  • Loggia Scalori8a

    Manfredonia è una della città più incivili e degradate d’Italia!


  • michele libergolis

    ritorniamo sempre su quello che dovrebbe essere fatto di routine dalle varie amministrazioni.la cura del bene della citta.gli impianti sportivi.ma questi dormono…….forse pensano ad occhi chiusi.


  • semprevigile

    Ma se sicuro che hanno gli occhi ?


  • cumper girill mlon

    gli occhi li hanno guardano solo da una parte


  • gino

    è inutile lamentarsi, tanto questi signori della giunta alle prossime elezioni verranno rieletti, alla faccia di chi si lamenta, è uno schifo.


  • Corto Maltese

    se manfredonia è degradata, lo è per colpa esclusiva delle amministrazioni che si sono succedute nel tempo! se non c’è nemmeno un campetto dove i ragazzi possono giocare e coltivare i propri sogni, è normale che cadano nella delinquenza.


  • giuseppe

    l’incivilta’ siamo noi no manfredonia come comune. Tocca a noi cittadini con la buona educazione mantenere pulito non aggrapparsi sempre alle istituzioni

  • promozione e sostegno della attuazione del protocollo di intesa sottoscritto con CIVILIS ACSI CONI ,per realizzazione di azioni promozionali per la valorizzazione del territorio e della cultura sportiva; Promuovere la conservazione delle strutture storiche di pregio in modo da affermare con
    forza l’identità pubblica delle funzioni da insediare. Promuovere il concetto di riuso e di rivitalizzazione urbana, nel sistemare, con erba sintetica il campetto di calcio UNGARETTI, con annessi spogliatoi, docce, piccole gradinate per il pubblico, eccetera, ma oltre al campo Ungaretti anche quello della CROCE, e i campi da tennis comunali tutti abbandonati e in pessime condizioni, questa Amministrazione deve andare via, si devono dimettere, perché non fanno gli interessi del popolo.
    GIUSEPPE MARASCO
    PRESIDENTE NAZIONALE *CIVILIS*
    VICESEGRETARIO NAZIONALE DEL
    PARTITO GIUSTIZIALISTA ITALIANO


  • marietta


  • RIONE CROCE BRONX

    X Giuseppe ma che cavolo dici?? Che —paghiamo a fare centinai di milioni — del Sindaco, il Comandante dei vigili e tutto il corpo dei vigili e sono capaci di farsi una passeggiata ogni tanto nella zona del Mercatino Croce, dove c’è la peggior teppaglia minorile dell’Italia Meridionale!!


  • Pietro

    Vergognoso non ci sono parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This