CronacaStato news

Cassano, D’Ambrosio: si nasce corrotti?


Di:

Bari – UN intero ed intenso pomeriggio, protrattosi fino a tarda sera presso il Liceo Scientifico di Cassano Murge dove si sono riuniti i Gruppi aderenti al Forum Diocesano di Formazione all’Impegno Sociale e Politico. In un aula gremita di giovani, iscritti al Corso, rappresentanti politici, istituzionali quindi sindaci, consiglieri comunali ed esponenti del mondo associazionistico regionale, il rev. prof. Rocco D’Ambrosio, docente di Filosofia politica – Facoltà di Scienze Sociali Pontificia Università Gregoriana di Roma – Direttore delle Scuole “Cercasi un fine”, ha trattato un argomento delicato ma anche attualissimo e lo ha fatto con chiarezza, coinvolgimento e strettissima attinenza con la realtà italiana, parlando di casi reali, vissuti, dati statistici, argomentazioni scientifiche e confronti tra la nostra realtà e quella degli altri Paesi nel mondo dove le forme di corruzione sono diverse, diversificate e con caratteristiche completamente differenziate rispetto all’unicità, per certi versi, del “caso Italia”.

La corruzione quindi vista da più articolazioni partendo da alcune domande fondamentali quali: cos’è? Perché nasce? Come combatterla?
Attorno a queste tre semplici ma fondamentali domande si è sviluppato un intenso dibattito, anche in relazione ai contenuti del libro dello stesso don Rocco D’Ambrosio dal titolo “Corruptia – il malaffare in un comune italiano”, che trova un eccezionale inserimento contestuale con realtà a noi molto vicine e prossime.

Nell’ambito degli interventi sul delicato tema non sono mancate le riflessioni e le considerazioni espresse anche da alcuni andriesi iscritti al Forum Diocesano cittadino, presente con un Gruppo di iscritti guidato dal referente, Vincenzo Larosa, quindi quelli del rappresentante dello SCIMPID, l’imprenditore Giovanni Di Ruvo, il quale ha parlato della sua esperienza nell’abito degli appalti pubblici e del sistema corruttivo che caratterizza queste forme di affidamenti che, come accaduto in realtà come quella del suo territorio di provenienza, vedono completamente ignorata la buona prassi dell’evidenza pubblica a vantaggio degli affidamenti mediante formule che nulla hanno a che fare con la trasparenza e con la salvaguardia delle pari opportunità per le imprese.

Partendo dalle riflessioni di don Rocco D’Ambrosio sulla corruzione che ha cambiato faccia mascherandosi dietro la parola “consulenza” è intervenuto il Presidente dell’Associazione di volontariato andriese “Io Ci Sono!”, Savino Montaruli, il quale ha posto alcune riflessioni e approfondimenti sulla figura del corruttore rispetto a quella del corrotto, con una serie di riferimenti che hanno suscitato interesse e anche alcuni spunti di approfondimento nella replica dell’autore del libro.

Prossimi appuntamenti ad Andria nell’ambito del calendario predisposto per gli incontri, sia pubblici che di laboratorio, già calendarizzati nell’ambito del Forum Diocesano di Formazione all’Impegno Sociale e Politico; una serie di lezioni alternate a momenti teorici e dibattiti, arricchite con seminari ed incontri pubblici con lezioni tenute da docenti universitari. Il ciclo di incontri è organizzato in collaborazione con l’Associazione “Cercasi un fine”, per promuovere sul territorio il percorso formativo annuale in cui al centro vi è la “città” e la necessità di un suo profondo cambiamento per diventare veramente Comunità Sociale. Tutti gli appuntamenti del Forum si terranno presso il Museo diocesano di Andria.

È possibile iscriversi inviando una mail a forumsociopolitico.andria@gmail.com o telefonando al numero 329.6428962. Il costo del percorso formativo è di 30 euro (15 euro per gli studenti).
Il Seminario “Malpolitica e dintorni: si nasce corrotti?”, con l’intervento del prof. rev. Rocco D’Ambrosio del PUG Roma, Direttore delle Scuole di Cercasi Un Fine, è stato solo il primo dei numerosi appuntamenti i programma.

(Andria, 1 dicembre 2014, Associazione “Io Ci Sono!” di Andria)

Cassano, D’Ambrosio: si nasce corrotti? ultima modifica: 2014-12-01T14:46:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This