Edizione n° 5372

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SCUOLA Docente aggredito da spedizione punitiva di studenti a volto coperto e armati di coltelli e lamette

“Sono estremamente triste e provato"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
1 Dicembre 2023
Cronaca // Live //

MODENA – Ha cercato di difendere un suo alunno ma è stato colpito a sua volta alla testa. Occhiali spezzati e ricovero in ospedale. È così finito al Pronto soccorso con una frattura scomposta al naso e 30 giorni di prognosi un docente dell’istituto professionale Ipsia Vallauri di Carpi in provincia di Modena.

È successo durante l’intervallo in mattinata, quando una schiera di studenti con il volto coperto da passamontagna e armati di coltello e arrivati da altre scuole ha saltato la recinzione dell’istituto e si è avventata sugli studenti.

L’intenzione era una spedizione punitiva contro uno alunno, che è stato raggiunto e colpito.

Il professore, Vincenzo Giordano, docente di sostegno ha cercato di allontanarli ma è stato aggredito e colpito al volto, tanto che un suo collega, Maurizio Guaitoli, docente di Diritto del Vallauri e già assessore alla Provincia di Modena lo ha dovuto velocemente portare assieme a un altro collega del vicino Liceo Fanti al vicino Pronto Soccorso. Sono prontamente intervenute le forze dell’ordine che sono a caccia degli aggressori.

Giordano era intento al suo turno di sorveglianza nel cortile della scuola durante l’intervallo, verso le 10:40, quando è dovuto intervenire per sedare l’improvvisa aggressione di un suo alunno da parte della banda di giovanissimi, tutti stranieri, alcuni con il volto coperto da passamontagna, altri serenamente a volto scoperto.

Tutti armati di coltello o di lamette e di altri oggetti atti a tagliare. Infatti oltre al naso rotto, il professore si ritrova con numerose ferite da taglio in varie parti del corpo. Giordano è visibilmente colpito anche sul piano morale: “Sono estremamente triste e provato perché quello che ha fatto questa banda organizzata di giovanissimi non solo è disumano ma lascia intravedere un fortissimo disagio sociale che sempre più spesso sfocia in violenza”.

Ma com’è andata? “Mi sono immediatamente fiondato – racconta – per cercare di sedare l’aggressione ma subito dopo sono stato ripetutamente colpito dal pugno sul naso che mi hanno fatto cadere a terra lasciandomi intontito per almeno dieci minuti.

“L’episodio – spiega la dirigente scolastica del Vallauri, Silvia De Vitis, ha preoccupato tutta la comunità scolastica”.

Fonti verificate: orizzontescuola.it //

1 commenti su "Docente aggredito da spedizione punitiva di studenti a volto coperto e armati di coltelli e lamette"

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.