Edizione n° 5263
/ Edizione n° 5263

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Franco Mastroluca nuovo coordinatore ASI di Puglia

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
2 Febbraio 2012
Manfredonia //

L'on. F.Mastroluca (ST)
Foggia – L’ONOREVOLE Franco Mastroluca, Presidente del Consorzio ASI – Foggia, è il nuovo coordinatore della FICEI PUGLIA, l’Associazione che a livello regionale rappresenta i Consorzi per lo sviluppo industriale delle provincie di Bari, Foggia, Brindisi, Lecce e Taranto.

Il Presidente Mastroluca, eletto all’unanimità, succede al dott. Papalia, Presidente dell’ASI di Taranto. La Federazione dei Consorzi ASI di Puglia è stata la prima a nascere in Italia quale diretta propagine della struttura nazionale FICEI, l’organizzazione che da circa quarant’anni assiste gli Enti impegnati nel Paese e soprattutto nel Mezzogiorno, a svolgere il difficile compito di garantire servizi e sviluppo alle proprie aree industriali. Un ruolo prestigioso, dunque, per il Presidente Mastroluca ma anche molto impegnativo visto che la FICEI PUGLIA nasce con l’obiettivo di garantire un confronto permanente con la Regione Puglia e gli altri Enti Territoriali anche per migliorare la competitività di ogni singolo Consorzio.

Ed è da questi presupposti che sono state cantierizzate iniziative e varati progetti decisamente strategici per il futuro dei Consorzi.
In quest’ottica si inserisce la proposta di modifica della legge regionale istitutiva delle ASI, confrontata in maniera costante e proficua con l’Assessore allo sviluppo economico Loredana Capone. Non meno importante, poi, è l’avvio del processo di mappatura delle aziende insediate in ogni agglomerato industriale e la localizzazione di nuove aree, utile anche per avviare un processo di messa in rete e di B. to B. (business to business). “Il mio intento – dichiara il Presidente Mastroluca – è quello di dare un contributo al rilancio definitivo dei Consorzi per lo sviluppo industriale i quali in uno scenario di assoluta difficoltà e recessione possono rappresentare quel valore aggiunto che può fare la differenza per la ripresa economica dei territori in cui sono presenti con i propri agglomerati”. “Ecco perché, nel periodo che mi vedrà coordinatore dell’Associazione – prosegue il Presidente – voglio innanzitutto fare in modo che la FICEI PUGLIA possa offrire il suo contributo costruttivo alla Regione Puglia per completare l’iter già avviato per dotare i Consorzi di un loro piano di gestione e per l’erogazione della dotazione economica di 35 ml. di euro per progetti strategici nelle Aree ASI di Puglia”.


Redazione Stato@riproduzione riservarta

24 commenti su "Franco Mastroluca nuovo coordinatore ASI di Puglia"

  1. x Anonimo. Vedi che non è stato eletto al governo ma si tratta di una associazione, incarico che già assume a livello provinciale.

  2. marco, ti ringrazio per la precisazione anche se vana in quanto ne ero già al corrente.. so ancora leggere 🙂

  3. MA QUALE CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE!!!
    E’DEL SOTTOSVILUPPO!!!
    IN TUTTA LA PROVINCIA NON SE NE PUO’ PIU’ DI QUESTO ENTE …….INUTILE!!!
    CHIEDETE A TUTTI QUELLI CHE SONO NELLE GRINFIE DI QUESTA ……..DA GENTE CHE NON STA NEMMENO SEDUTI ……. ………
    E’ SOLO UN CONSORZIO CHE ESISTE ……PER ………. A PROFESSIONISTI E POLITICI IN PENSIONE!!!
    IL GOVERNO DOVREBBE CHIUDERLI …………

  4. Perchè ONOREVOLE? Non è più deputato da ben 11 anni…cos’è,il titolo si conserva a vita? ………….dei suo mandati è stata raccogliere gli errori e le sgrammaticature dei parlamentari in un libricino.Ecco il suo grande contributo politico!

  5. Moderazione, perfavore. Io non sono RED. Io faccio le sedie dove sedete anche voi, perciò, calmatev……

  6. a proposito di assunzioni facilitate in A…..A, beh, non era semplice ma lo è stato…alla faccia di tanti poveri giovani che non hanno alcuna conoscenza….

  7. Ho propinato per tuttta la vitta la questtionee morale. Quoque tu, Franco, filii mii??????????????????????

  8. per myself: il titolo spetta a vita. Dio me l ha dato e nessuno me lo toglie…iet da tonin u tapzier e vedt s st capec a luavaracill a franchina…

  9. X anonimo: saprai anche leggere ma devi imparare a scrivere…si scrive facce e non “faccie”.
    Mastroluca una persona corretta e capace.

  10. non capisco tutto questo assillo al richiamo sin dagli inizi della discussione alla moderazione.. ahhh bocca mia taci! massoneria!

  11. Gentile lettore,
    ognuno è libero di esprimere quello che vuole. Noi siamo tenuti ad evitare la diffamazione e le aule di tribunale.

    Personalmente vorrei lavorare e sul giornale – un impegno, un lavoro – preferirei non vedere insulti gratuiti ed accuse da locande. Le critiche vanno mosse in altro modo. E lo sa che sul giornale diamo spazio a tutto e tutti.

    Grazie, RED.

  12. si ma già al quinto commento avete richiamato alla moderazione! io avevo solo scritto: “sempre le stesse facce (in realtà avevo scritto erroneamente e distrattamente “faccie”)! aria nuova e fresca”! qualcuno è stato piu scurrile è ha scritto genericamente: “sempre politici tra le palle”! sinceramente di diffamazione non c è traccia! cmq accolgo il vs suggerimento che mi sarà senz altro utile in altre circostanze! grazie e buona giornata a tutti voi!

  13. Era una moderazione di cautela e per commenti successivi, molti dei quali cancellati. La ringraziamo per la gentilezza, potrà continuare ad avere tutta la libertà editoriale che riterrà più opportuna. RED.

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.