Edizione n° 5397

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

FOGGIA Foggia. Santa Chiara, ecco gli esiti dei lavori di ristrutturazione e il programma delle attività

Volpe: «Anche con queste nuove iniziative, Foggia uscirà dal suo lungo inverno»

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
2 Febbraio 2024
Foggia // Note di Brasini //

Foggia. Si è svolta stamane nell’Auditorium Santa Chiara di Foggia, la conferenza stampa di presentazione degli esiti dei lavori di ristrutturazione della parte dell’antica struttura conventuale affidata in gestione dal Comune alla Fondazione Apulia felix.

Presentato anche il programma delle attività socio-culturali che si svolgeranno di qui a maggio nella tradizionale sede dell’Auditorium e nei nuovi ambienti calorizzati e resi fruibili.

I lavori e le attività sono parte di «ArpinArts – Arti per la Rigenerazione Territoriale e Sociale» il progetto della Fondazione che –unico a Foggia e fra pochissimi in Puglia- ha vinto il Bando «Radici e Ali» della Regione Puglia.

Dalla Regione è venuto un finanziamento di oltre un milione e centomila euro, integrato da un generosissimo contributo privato di soci della Fondazione oeraltri trecentomila euro e più. Si tratta di Vincenzo Capobianco e figli Srl, Daunia Work Srl, Fortore Energia Srl, Gruppo Salatto e Ramundo Calcestruzzi.

I lavori, progettati dallo Studio Corfone+ Partners dell’arch. Cesare Corfone, e diretti dall’arch. Michele Stasolla, hanno riguardato l’Auditorium e i matronei, con un ampliamento della capienza, la sistemazione degli ambienti ipogei e la rifunzionalizzazione di due ambienti degradati che saranno adibiti ad aule didattiche.

Le attività socio-culturali previste da qui a maggio, illustrate da Gianna Fratta, comprendono, oltre alle tradizionali attività di spettacolo dal vivo (con la nona stagione di «Musica felix» già in corso di svolgimento, i laboratori e i workshop di scrittura creativa che si svolgeranno negli ipogei, le visite guidate per turisti e scolaresche che si avvarranno delle più avanzate tecnologie multimediali e le prime attività dell’innovazione più significativa del progetto, la costituzione di un’orchestra giovanile di quartiere, per la quale con le risorse del Bando sono stati acquistati gli strumenti musicali.

Progetto architettonico Programma culturale

«Siamo nel giorno della Candelora, che la tradizione considera quello della fine dell’inverno» ha dichiarato il presidente di Apulia felix, Giuliano Volpe «e ci piace pensare che anche questa nostra iniziativa possa contribuire alla rinascita della città a partire dal suo cuore antico, dopo il lungo inverno della pandemia e quello non meno rigido dello scioglimento per mafia del nostro Comune. Siamo sempre più persuasi, tuttavia, che nessuno si salva da solo. Apulia felix, i suoi soci fondatori e non, i suoi collaboratori, si sentono parte di una squadra che comprende le istituzioni locali, la Regione, i rappresentanti dello Stato, ma anche l’Università, il Conservatorio, l’Accademia dei Belle Arti, la Fondazione Monti Uniti, il mondo della scuola,  le professioni, le imprese, l’associazionismo. Una squadra che deve lavorare con spirito unitario e collaborativo, perché solo tutti insieme vinceremo o perderemo, e vincerà o perderà la città».

«Stiamo vedendo germogliare uno dei più rilevanti finanziamenti della Regione Puglia a Foggia.» ha detto Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione e assessore al Bilancio e ala Programmazione unitaria «Più di un milione e 100 mila euro che fanno parte del volume di 35 milioni di euro mobilitati con “Radici e Ali” e di oltre 1 miliardo e 200 milioni di euro di fondi europei 2014-2020, che abbiamo concentrato sulla competitività delle piccole e medie imprese: sì, anche questo investimento riguarda l’economia e il lavoro perché punta ad accendere una scintilla tra risorse culturali e un quartiere, una città, un territorio, in modo che cresca la qualità della vita delle comunità locali, se ne rivitalizzi l’identità e si generi sviluppo economico con la filiera culturale, turistica, creativa e dello spettacolo; meglio ancora se, come in questo caso, innescando sperimentazioni innovative nella gestione partecipata e integrata dei luoghi culturali e degli spazi urbani. Non vediamo l’ora di vedere fiorire questa semina lungo Via Arpi: l’asse dove tutto è cominciato per Foggia».

«Questo è un concreto e riuscito esempio di collaborazione pubblico-privato» ha dichiarato la sindaca di Foggia Maria Aida Episcopo «Un progetto che, grazie anche a fondi della Regione, oltre ad offrire spazi per convegnistica e spettacoli in centro storico, prevede iniziative coinvolgenti per i ragazzi di un quartiere che presenta non poche criticità. Interventi e azioni tese a favorire l’inclusione sociale, la crescita culturale, l’affermazione della legalità, in linea con le nostre ambizioni e i nostri programmi».

«Il progetto “ArpinArts”, presentato dalla Fondazione Apulia felix, è l’unico foggiano tra i vincitori del Bando “Radici e Ali”, e incarna perfettamente quelli che ne sono gli obiettivi.» dice Grazia Di Bari, consigliera regionale delegata per le Politiche Culturali«”ArpinArts” interviene concretamente e positivamente in un quartiere che continua a presentare profili di marginalità e di esclusione. È doveroso sottolineare come il progetto si avvalga della partnership pubblico – privato, sulla cui importanza insistiamo da tempo. Questo lavoro in sinergia, infatti è necessario per poter raggiungere risultati utili per il benessere delle comunità».

«Conoscenza e valorizzazione del patrimonio storico architettonico della città, ampliamento quantitativo e qualitativo degli spazi a disposizione per progetti culturali e di spettacolo, iniziative dedicate al coinvolgimento attivo delle nuove generazioni.» afferma l’assessora alla Cultura del Comune di Foggia Alice Amatore.

«Tutto questo porterà benefici alla città rilanciando anche quell’idea di via Arpi strada della cultura su cui in molti hanno scommesso negli anni passati e che ora può trovare nuove forme di rilancio».

«Grazie al bando “Radici e Ali”’ – un unicum nel panorama nazionale ed europeo – siamo riusciti a finanziare progetti importanti per valorizzare e promuovere gli attrattori culturali della nostra regione e farne sempre più attivatori di Cultura, sviluppo e inclusione.» dichiara Aldo Patruno,Direttore generale del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio di Regione Puglia«Ilprogetto “ArpinArts” della Fondazione Apulia felix, per la riqualificazione dell’antico complesso conventuale di Santa Chiara a Foggia è particolarmente esemplificativo della visione di sviluppo tramite la Cultura che Regione Puglia continua ad implementare su tutto il Territorio, e soprattutto in quelle aree che, più di altre, necessitano di Cultura, Arte e Bellezza per migliorare la qualità della vita dei cittadini e delle cittadine».

Fra le altre presenze istituzionali alla conferenza stampa, si sottolinea quella del professor Danilo Leone, delegato del Magnifico Rettore dell’Univerità di Foggia Lorenzo Lo Muzio.

fotogallery

Lascia un commento

“Non tutto ciò che viene affrontato può essere cambiato, ma niente può essere cambiato finché non viene affrontato.” JAMES ARTHUR BALDWIN

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.