Edizione n° 5369

BALLON D'ESSAI

TV // “Diario di un maestro” e Mamma Rai
16 Giugno 2024 - ore  13:57

CALEMBOUR

LAVORO // Randagismo a Manfredonia. “Ritardi e disinteresse. Una piaga sociale da affrontare con urgenza”
16 Giugno 2024 - ore  11:49

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Bonifica discariche Manfredonia, attesa per Pariti 2, ritardo nell’ex Enichem

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
2 Marzo 2012
Manfredonia //

L'assessore all'ambiente del Comune M.Gallifuoco (ST)
Manfredonia – “BONIFICHE e messa in sicurezza permanente delle discariche di Pariti e Conte di Troia, nel sito di interesse nazionale di Manfredonia”: svoltasi il 23 febbraio la Conferenza dei servizi a Roma per monitorare lo stato del completamento dei lavori delle discariche. Per il Comune era presente tra l’altro l’assessore all’ambiente M.Gallifuoco.


ATTESA PER COMPLETAMENTO PARITI 2.
In base a quanto emerso, per liquami Pariti 1 e Conte di Troia i siti sarebbero “totalmente in sicurezza”; “presto – dice l’assessore Gallifuoco – la certificazione relativa da parte della dirigenza di settore della Provincia di Foggia”. Ancora attesa per il completamento della bonifica per Pariti 2 “prima dello stanziamento di nuovi fondi”. Per le falde acquifere: “continuerà la fase di monitoraggio per un periodo di circa 6 mesi (fino ad agosto, ndr) – spiega l’assessore Gallifuoco – con monitoraggio da parte del Commissario delegato per l’emergenza dei rifiuti in Puglia”.

BONIFICA DISCARICHE AREA EX ENICHEM: ATTESA PER I FONDI. NOTEVOLE RITARDO Capitolo a parte quello relativo alla bonifica delle discariche pubbliche nell’area ex Enichem: da segnalare la “totale assenza dell’amministrazione Ciliberti” negli anni, nonostante la presenza dello stesso sito in agro di Monte Sant’Angelo. Presente in ogni modo durante la recente conferenza dei servizi a Roma un delegato assessorile del comune montanaro. Si attende in ogni lo stanziamento ed anticipazioni dei fondi da parte dell’Eni.

conferenza Vendola-Riccardi-Nicastro (ST)
LA BONIFICA: DALL’EMERGENZA ALL’ECCELLENZA. Entusiasmo di Nichi: “siamo di fronte ad un risultato di eccellenza straordinario. E la dimostrazione che le politiche di coesione danno risultati concreti è che i soldi europei possono migliorare la qualità della vita dei cittadini”. Giubili dunque del presidente della regione Puglia Nichi Vendola, lo scorso 8 aprile 2011, annunciando l’archiviazione ( Focus ), da parte della commissione europea, della procedura di infrazione per l’inquinamento causato da tre discariche pubbliche localizzate a due chilometri dalla città di Manfredonia (in località Pariti e Conte di Troia), uno dei siti inquinati di interesse nazionale. “La bonifica di Manfredonia – aveva detto Vendola – è un caso di scuola europeo, è una bonifica esemplare fatta dal punto di vista della tempistica (da quando materialmente noi siamo intervenuti) con tempi da record olimpionico e con una qualità dell’intervento straordinario grazie al quale si sono anche formati lavoratori che sono professionisti di prim’ordine. Per noi – concluse Vendola – consapevoli di come il ciclo delle bonifiche sia quanto di più impegnativo in ogni parte d’Europa, la bonifica di Manfredonia è l’esempio di come ora si debba procedere con cicli di bonifica integrata anche a Taranto e a Brindisi”.

INFRAZIONE NEL 1998. IMPORTO COMPLESSIVO PER INTERVENTI DI BONIFICA: 42 MILIONI DI EURO – La bonifica di Manfredonia è una gigantesca operazione, oltre 50mila metri quadrati di area interessata, con tre discariche pubbliche sulle quali la comunità europea ha acceso i riflettori sin dal 1998, data in cui è partita la procedura di infrazione. Nel 2004 lo Stato italiano è stato condannato. Il progetto di bonifica è stato valutato positivamente nel 2006, cambiato poi nel 2008 e, a partire dal 2009 (così come sottolineato anche dal direttore d’area Antonello Antonicelli), avviato con un cronoprogramma assolutamente accelerato e rispettato. Nell’arco di diciotto mesi è stata completata la bonifica del sito inquinato sino al 6 aprile 2011, data in cui la commissione europea ha deciso di archiviare la procedura di infrazione. L’importo complessivo degli interventi è stato di circa 42 milioni di euro, dei quali 32 di risorse regionali e circa 10 di risorse del Ministero dell’Ambiente (con il quale c’è stato un rapporto di collaborazione molto stretto e fruttuoso).

NICASTRO: “RISPARMIATI 100 MILIONI” – “Siamo riusciti a risparmiare 100 milioni – aveva commentato l’assessore all’ambiente Lorenzo Nicastro – perché non abbiamo pagato la sanzione di 10milioni di euro e perché abbiamo risparmiato 300mila euro al giorno per ogni giorno di ritardo”.

discariche di Manfredonia (st)
RICCARDI: “IMPEGNATE 125 UNITA’ PER 18 MESI” – Il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi sottolineò, in conferenza stampa “la celerità dell’intervento e la tecnologia innovativa utilizzata” ma “anche la creazione di posti di lavoro, e cioè 125 unità impegnate per 18 mesi (si farebbe riferimento in primis ad LSU, ndR). Un risultato straordinario per un territorio già segnato”. Il presidente Vendola (commissario delegato per la bonifica di discariche pubbliche a Manfredonia) sottolineò il “prezioso e straordinario risultato” non solo per i dirigenti che si erano alternati nel corso degli anni, ma anche per il consigliere regionale Michele Losappio, già assessore all’ambiente nella scorsa legislatura e l’ex ministro Stefania Prestigiacomo.

GLI STUDI DELL’ISS: grazie alla bonifica mortalità tumorale inferiore a Manfredonia

FOCUS, DOPO LE DISCARICHE: PA CHIEDE ACQUISIZIONE DELLE STRUTTURE PER L’AREA ECOLOGICA DEL COMUNE Focus

L’AREA INTERESSATA ALLA BONIFICA, NOVEMBRE 2009



Video, i commenti delle istituzioni


g.defilippo@statoquotidiano

16 commenti su "Bonifica discariche Manfredonia, attesa per Pariti 2, ritardo nell’ex Enichem"

  1. maaaaaaaaaaaaahhhhhhh

    sarà il CARNEVALE

    o forse la PRIMAVERA

    escono tutti fuori….

    ehehhehehehhehehhe
    🙂

  2. Anche sulle notizie positive c’è sempre da dire qualcosa…..e finiamola con il disfattissmo

  3. INCREDBILE…
    il signore in fotografia è l’assessore all’ambiente del comune di manfredonia?
    assurdo… vi giuro…
    io lo vedevo sempre vicino al sindaco e pensavo fosse qualcuno del suo staff o qualcuno di famiglia.
    ma quando è arrivato?

  4. All’assessore Gallifuoco le più vive congratulazioni per i traguardi che giorno dopo giorno l’assessorato all’Ambiente riesce a raggiungere. Assessore continui la sua azione il tempo incomincia a darle ragione per gli sforzi messi in campo. Nuovamente complimenti per il buon lavoro!
    Resti sempre tra la gente come ha fatto.

  5. questa è la prima volta k vedo un intervendo dell ass all ambiente…mai visto prima…forse è un ass solo x far numero k serve solo ad alzar la mano..e x dire si ad ogni cosa del sindaco…

  6. non fate altro che sputar veleno sul pover Gallifuoco, un po di vergogna ci vorrebbe a mostrar così tanto sibilo da serpente.

  7. MA DAI…
    POVERINO…
    PERCHE’ ME LO TRATTATE COSI??
    LUI DEVE GIA’ SOPPORTARE IL FARDELLO DI ESSERE UN UOMO SOLO A COMBATTERE CONTRO TUTTI, SOPRATTUTTO CHI NON L’HA VOTATO,
    SI DICE ANCHE FAMIGLIARI STRETTI,
    E INFATTI NON E’ STATO ELETTO,
    ED PURTROPPO SI DICE CHE SIA STATO MESSO LI’ DAL DUO BORCAMP,
    ANCHE SENZA IL SUO VOLERE
    E PURTROPPO SI TROVA IN GIUNTA SENZA PASSARE DAL CONSIGLIO COMUNALE E SENZA AVERE UNA RAPPRESENTANZA DEMOCRATICA.
    QUASI COME FOSSE UN PRIVILEGIATO.
    MA VOI PROVATE AD IMMAGINARVI COME PUO SENTIRSI UN UOMO IN QUESTE CONDIZIONI.
    IO MI SENTIREI MALE.
    MI SENTIREI FUORILUOGO.
    VOI NO??
    QUINDI PERFAVORE..
    NON LO CRITICATE…
    FATE I BRAVI PER CORTESIA.

  8. fate tanto casino e poi dopo parlate in codice. anche quando si deve rivolgere una critica non bisogna lanciare la pietra e nascondere la mano, allora bisogna esser chiari! allora mi chiedo chi è che dovrebbe ricoprire quell’incarico? chi è legittimato a ricoprirlo? la legittimazione viene dal popolo a fare l’assessore? quando si vota si vota anche per gli assessori oltre che per il sindaco?
    da esterno ,sembra da come parlate che chi viene eletto sembra alzarsi la mattina seguente come il mamma santissima intoccabile che non deve dar conto a nessuno del colui che ormai ha il potere su tutto e su tutti!
    errore gravissimo ecco perché le cose non vanno più bene nel nostro beneamato paese! ricordatevi che siete al servizio del popolo e non che il popolo è al vostro servizio.
    meditate bene!

  9. Cara Red ma i commenti devono avere attinenza con l’articolo o e possibile parlare a 360 gradi tanto si è coperti dallo pseudonimo? Visti da lontano non ci fate una gran bella figura.
    Vi auguro un buon lavoro

  10. Gentile lettore,
    i commenti sono liberi, ma è nostro dovere, ed ha ragione, di moderarne il contenuto. La ringraziamo per la segnalazione, distinti saluti,RED.

  11. LA TOTALE ASSENZA DEL SINDACO CILIBERTI………….SINDACO CON IL CENTRODESTRA ORA CANDIDATO PD……………MA SIETE PAZZI A VOTARE?MA FATEMI IL PIACERE QUESTE FACCE NON DEVONO PIU COMPARIRE SUI GIORNALI E SUI QUOTIDIANI PERCHE SI SON FATTI L AMERICA.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.