Edizione n° 5307
/ Edizione n° 5307

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

TAR Foggia. TAR bocca Regione, annullate delibere di giunta. E ora, per quote compartecipazione rette RSA?

Il TAR ha condannato la Regione Puglia annullando la delibera di Giunta Regionale n° 659 del 16 maggio 2023

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
2 Aprile 2024
Foggia // Politica //

Foggia. Dopo la pubblicazione delle due sentenze del TAR, che ha condannato la Regione Puglia annullando la delibera di Giunta Regionale n° 659 del 16 maggio 2023 quindi anche i suoi effetti relativi agli aumenti delle quote di compartecipazione delle rette nelle RSA, i consigli direttivi delle Associazioni “Io Ci Sono!” di Andria e del “Gruppo Operativo RSA Santa Maria Don Uva”di  Foggia hanno indetto un’Assemblea per il giorno GIOVEDI’ 4 aprile 2024, alle ore 16,30 presso la Sala Riunioni della “Parrocchia Santo Spirito” in via Nedo Nadi, 4 a Foggia.

L’assemblea sarà preceduta da una Conferenza Stampa con gli Organi di Informazione che, con la presente, sono formalmente invitati ad intervenire e vedrà la partecipazione dell’avv. Giacomo Sgobba il quale cura gli interessi dei familiari degli ospiti delle RSA i quali, da tempo, contestano gli aumenti della quota di compartecipazione delle rette, fortunatamente oggi rimessi in discussione dal TAR Puglia.

A moderare i lavori dell’Assemblea ci sarà l’Attivista Sociale e Giornalista, Savino Montaruli il quale, nella sua qualità all’interno dell’Associazione di Impegno Civico “Io Ci Sono!”, sta continuando a sollecitare la Regione Puglia affinché venga convocato il Tavolo di Lavoro, anche all’interno delle Commissioni, al fine di addivenire a soluzioni concertate, ragionevoli e sostenibili, anche alla luce delle sentenze pubblicate.

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.