Edizione n° 5307
/ Edizione n° 5307

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

LETTERA “Manfredonia sotto accusa”. Francesco: “Una critica costruttiva per il miglioramento della città”

Un'analisi critica di Manfredonia, giunta alla redazione di StatoQuotidiano tramite una lettera, ha scatenato un acceso dibattito sulla situazione della città

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
2 Aprile 2024
Cronaca // Manfredonia //

Manfredonia. Un’analisi critica di Manfredonia, giunta alla redazione di StatoQuotidiano tramite una lettera firmata da un anonimo, ha scatenato un acceso dibattito sulla situazione della città e sulle sue potenzialità inespresse. Il mittente, identificandosi solo come Francesco, ha sollevato una serie di questioni cruciali riguardanti l’ambiente, l’intrattenimento, la socializzazione e il potenziale turistico della città costiera.

Da un punto di vista paesaggistico, Manfredonia è descritta come un luogo con un certo fascino, ma “gravemente compromesso da problemi ambientali diffusi”. In particolare: “sporcizia, feci di cane, aree trascurate e una totale assenza di pulizia”. Queste condizioni, secondo l’autore della lettera, riflettono un “atteggiamento generale di inciviltà e disinteresse diffuso tra la popolazione”, con la maggioranza dei cittadini (circa il 90%) “ignoranti o indifferenti alla cura del proprio ambiente”.

L’esperienza di intrattenimento a Manfredonia sembra essere altrettanto deludente. L’anonimo critico lamenta la mancanza di locali notturni, discoteche e opzioni di svago per tutte le fasce d’età, sottolineando che la città non è pronta per accogliere il turismo e che l’amministrazione comunale sembra disinteressata a migliorare la situazione.

Il problema della socializzazione e della diversità culturale emerge come uno dei punti più dolenti sollevati dalla lettera. Secondo l’autore, la città soffre di una mancanza di apertura mentale e di una cultura dominante del conformismo, dove l’uso del dialetto locale è quasi esclusivo e la diversità è emarginata e derisa. Questa atmosfera ostile rende difficile per i visitatori e i nuovi arrivati integrarsi e interagire con la comunità locale.

Nonostante queste critiche taglienti, l’anonimo autore della lettera enfatizza che la sua intenzione è quella di offrire una critica costruttiva, con l’obiettivo di incoraggiare il miglioramento della città. Sottolinea il potenziale inutilizzato di Manfredonia e l’importanza di affrontare i problemi esistenti per trasformarla in una destinazione attraente e accogliente per residenti e turisti.

La lettera conclude con un appello alla riflessione e all’azione da parte delle autorità locali e della comunità, invitando coloro che ambiscono a un futuro migliore a lasciare da parte l’inerzia e a lavorare insieme per realizzare il pieno potenziale di Manfredonia.

In attesa di risposte e azioni concrete da parte delle autorità e della popolazione, l’analisi critica di Manfredonia rimane “un importante contributo al dibattito pubblico sulla direzione futura della città e sul suo ruolo nella regione e nel paese”.

11 commenti su "“Manfredonia sotto accusa”. Francesco: “Una critica costruttiva per il miglioramento della città”"

  1. Mancano le forze dell’ordine e in primis i vigili urbani a fare rispettare le regole. Pasqua e pasquetta Manfredonia invasa da locali e forestieri. Forze dell’ordine quasi zero. Sporcizia e caos al massimo. Cosa fanno gli amministratori / commissari per risolvere questi fenomeni di inciviltà?

  2. Ogni paese o città a i suoi lati negativi non diciamo sempre Manfredonia di qua Manfredonia di là il problema è uno solo nelle zone es come Padova Treviso è altri paesi piccoli dell’ alto Italia anche in Abruzzo le regole le fanno rispettare come es ce l inciviltà butti la carta multa fai fare le feci del cane multa il fatto è che i vigili si girano dall’ altra parte un po’ anche x carenza di personale un po’ perché se ne infischiano le forze dell ordine vengono invece solo quando c’è il sangue a terra il lavoro non c’è iniziativa perché manca una politica seria saluti

  3. MA CHE CAVOLO, SEMPRE A LAMENTARSI STATE? QUA IL PROBLEMA È IL DIFFONDERSI DI STUPEFACENTI E L ALCOOL, VENERDÌ MATTINA 3 RAGAZZINI DI 15 O 16 ANNI FACEVANO SCORTE DI BIRRE DA MEZZO LITRO. POI CI LAMENTIAMO DI SPORCACCIONI CHE LASCIANO BOTTIGLIE OVUNQUE, DI INCIDENTI, RAZZI RIVERSI SULLE PANCHINE FATTI DI TUTTO IL MALE DEL MONDO. AI BAR È VIETATO LA VENDITA DI ALCOLICI, NEI SUPERMERCATI NO. MA ANDATE A FARVI BENEDIRE TUTTI, POLITICI, STRACCIONI, PENNIVENDOLI, LA NOSTRA GIOVENTÙ STA MORENDO, VERGOGNAAA

  4. MANCANO SOLO LE DISCOTECHE POI, X SCEMUNIRE DI PIÙ I RAGAZZI. MA PENSATE A FARE COSE COSTRUTTIVE X I GIOVANI. X ESEMPIO VI SONO CITTÀ DOVE CI SONO I LOCALI DOVE SI PUÒ LEGGERE LIBRI E I RAGAZZI SI INCONTRANO E SOCIALIZZANO.POI…DAGLI EX BINARI VICINO LA CAPITANERIA DI PORTO, SI PUÒ ADIBIRE A PARCO PER ANZIANI O BAMBINI CON TANTO DI PARCO GIOCHI. SPAZIO VUOTO A PERDERE INVECE. MANCANO BAGNI PUBBLICI IN ZONA STAZIONE, LA GENTE DI PASSAGGIO NON SA DOVE FARLA, CAPITO? SI CREA UN PAESE A RISCHIO SENZA IGIENE PUBBLICA.D ESTATE LE STRADE PUZZANO. TRA CANI E PERSONE, PIPI’ X STRADA. TAGLIATE LÀ CHIOMA DEGLI ALBERI X IL 5G E NON PENSATE A FARE COSE UTILI. POI LÀ GENTE OVVIO CHE NON VOTA PIÙ, NON SERVE, AUMENTANO SOLO TASSE.CARI POLITICI, ANDATE DA PULCINELLA CHE SA DOVE MANDARVI

  5. locali che buttano tavolini a e sedie a destra e manca musica da discoteca a cielo aperto ….. cacche ubriachi e comitive a mo di branco di lupi…. immondizia e cumuli di sacchi neri vedi corso manfredi piazzetta …..
    vogliamo parlare degli spazi abusivamente occupati da locali con impalcature e allacci di corrente precari?
    …. mi fermo città allo sbado

  6. C’è proprio un disinteresse generale nel migliorare e nel migliorarsi in questa cittadina.
    La riprova sono proprio i vari personaggi che si sono succeduti nel corso degli anni al Comune, sempre peggio di elezione in elezione.
    Per fare tutto ciò che l'”anonimo Zambredoniano” chiede, bisognerebbe innanzitutto lavorare per creare una coscienza politica e culturale nell’intera cittadinanza, perché solo così si potrebbe virare finalmente verso lidi migliori.
    Ma purtroppo, siccome sono realista, sono poco fiducioso

  7. Manfredonia e sporchissima, Vicino casa zona via barletta dove ho il garage fra un po’ non posso neanche entrare il Monte dell’immondizia si alza sempre di più !! Ed io col cavolo che devo pulire dopo che pago 500 euro di immondizia ogni anno .Ogni tanto ogni mese passa il macchinario spazza strade ma vedo solo che consuma benzina ma non fa un bel niente fa solo zone a lui comode ..E baaaaaast.

  8. Il problema sollevato non è di poco conto,ma i manfredoniani sono abituati a dare sempre la colpa agli altri,al sindaco ,che non lo vota nessuno,al comandante dei vigili,ai forestieri,ecc ecc,ma.la colpa è solo nostra cari concittadini,perché abbiamo paura di dire al proprietario del cane di raccogliere la cacca di puffy,di non portarlo in spiaggia ,di non vendere alcolici ai minorenni,ecc,insomma bisogna imparare a fare i cittadini con la C maiuscola perché la città è solamente nostra e di nessun altro,politico,mafioso,vescovo che sia ,nostra e basta e dipende tutto da noi.

  9. VORREI RICORDARE AI SIMPATICONI CHE DURANTE IL COVIDDI NESSUN CANE FACEVA CACCA E PIPI’ X STRADA, NON C ERA NESSUN UBRIACONE X STRADA E NON CERTO GRAZIE AL VIRUZ🤣, ERA GRAZIE AI CONTROLLI DI POLIZIA, CARABINIERI, VIGILI CHE SI ARROGAVANO L ARDIRE DI FARE COME LA POLIZIA DI STATO. ORA STANNO CON TESTA BASSA TUTTI XCHE? E NON ERA GRAZIE AL VIRUZ, ERA GRAZIE A ORDINI SUPREMI. PURTROPPO LA POLITICA STA OVUNQUE, PARTE TUTTO DA LÌ. INUTILE DIRE:DIPENDE DAL POPOLO. FALSO IN PARTE, NON C È VOLONTÀ POLITICA. COME DIRE:CERTI PRETI COMBATTONO LA MAFIA MA AGGIRANO L OSTACOLO NON NOMINANDO MAI DA DOVE PARTE…. SEMPRE DALL ALTO VIENE

  10. 1 – l’incuria è da attribuire solo alle amministrazioni, lo sporco lasciato dagli umani è da attribuire o a ignoranti o a gente semplicemente stanca di pagare centinaia di euro in tasse e non vedere nessun miglioramento ne economico ne igienico.

    2 – discoteche e locali notturni sono solo movida, portatrice di droga, delinquenza e sporcizia, non sono attrattive turistiche, ma meramente per un popolo di balordi.

    3 – per quanto riguarda il dialetto, purtroppo ogni mondo è paese. In ogni parte d’italia si parla il dialetto se non si è abituati a trattare con turisti o a parlare italiano per lavoro….nel sud è più accentuato, ma anche nel nord non si scherza.

    Manfredonia per funzionare dovrebbe prendere spunto dalle cittadine più turistiche dell’Italia e fare un po di tutto. Il problema è : cosa offre la città castello e spiaggia? I turisti generalmente sono quelli che vanno nei musei o in posti dove si può fare un escursione (a cavallo, in bici, a piedi, in grotte ecc) , attività marittime ( surf, canottaggio, escursioni in barca)…. Cose che qui non esistono se non in pochissimi posti nel gargano o se organizzati per conto proprio.. Ma per conto proprio una persona non viene a manfredonia, ma va direttamente in montagna se vuole fare un escursione.
    Le strade sono un biglietto da visita importantissimo. Il turista che viene e vede tutto distrutto e non può neanche andare in bici per spostarsi senza usare la macchina, ci pensa due volte a venire magari. È un incentivo ad andare oltre dove le cose funzionano un pochino meglio.
    Come si dice… Ci vuole Gesù cristo e la Madonna per iniziare a fare qualcosa. E ormai le cose sono talmente tante da fare che è come provare a fare Mosè e dividere le acque

  11. Se posso esprimere un piccolissimo parere,Manfredonia è come la si lascia! Non è possibile che qui c’è gente che sostiene,che questa lettera sia lamentosa! Rispecchia grandemente quello che è…. Non ci si cura per niente del senso civico,della pulizia,tutto è ammesso e concesso! È normale andare in villa bere a stufo e buttare tutto giù il castello, è normalissimo andare a mangiare alle 10 e pretendere che si stia lì almeno fino le 3… è anche ammissibile fare sporcizia in giro…. quindi d che vulm parlè? Queste so lamentele?

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.