Giovane fiorentino che si trovava a Capo Verde per coordinare un progetto di cooperazione per il Cospe

Cooperante morto, stamani l’autopsia

Solazzo era arrivato a Capo Verde nel novembre scorso dove, spiega il Cospe, aveva "messo in campo la sua professionalità, la sua energia e passione al servizio delle comunità locali"


Di:

(ANSA) – FIRENZE, 1 MAG -Verrà eseguita domani (stamani per chi legge,ndr) l’autopsia sul corpo di David Solazzo, 31 anni, il giovane fiorentino che si trovava a Capo Verde per coordinare un progetto di cooperazione per il Cospe, una Ong di Firenze, e che è morto sull’isola di Fogo. Il Cospe spiega che il giovane sarebbe morto in un incidente. Solazzo era arrivato a Capo Verde nel novembre scorso dove, spiega il Cospe, aveva “messo in campo la sua professionalità, la sua energia e passione al servizio delle comunità locali”. Il giovane era già stato per la stessa Ong anche in Angola: era un “amico e professionista serio e appassionato”. Il progetto di cui il giovane fiorentino era il coordinatore si chiama ‘Rotas de Fogo’, il suo obiettivo “è portare avanti azioni per il rafforzamento del turismo rurale e sostenibile nell’Isola di Fogo”. Il giovane era un agronomo ed è stato trovato morto stamani nella sua casa, ha confermato all’ANSA il console italiano a Praia, Luigi Zirpoli, il quale ha aggiunto che le autorità stanno indagando e domani sarà fatta l’autopsia.

Cooperante morto, stamani l’autopsia ultima modifica: 2019-05-02T10:11:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This