Lavoro

CIG: CGIL su dati INPS, situazione drammatica, crescita unica soluzione


Di:

(fonte image: valdinievoleoggi.com)

Roma – A luglio crescono nuovamente le ore di CIG autorizzate e le richieste di disoccupazione. E’ quanto emerge dai dati diffusi dall’INPS e commentati dal Segretario Confederale della CGIL, Elena Lattuada che sottolinea come ci si trovi di fronte ad “un binomio drammatico: Cassa integrazione che cresce in tutti i suoi istituti e aumento delle domande di disoccupazione, che segnala un livello di crisi nei settori produttivi giunto alle porte di un punto di non ritorno e di progressivo declino industriale del paese”.

Secondo l’Istituto nazionale di previdenza, infatti, a luglio le ore di CIG autorizzate sono state 115,7 milioni, in aumento del 21,3% rispetto a giugno (95,4 milioni di ore) e del 44,2% rispetto a luglio dello scorso anno (80,3 milioni di ore), mentre a giugno erano calate del 9,6% rispetto al mese precedente. Ad aumentare, fa sapere l’INPS, sono sia le ore di Cassa integrazione ordinaria (+11,6% su giugno e +71,6% sul 2011) sia quelle di CIG straordinaria (+19,6% su giugno e +36,2% sul 2011) e in deroga (+34,8% su giugno e +33,7% sul 2011). Per quanto riguarda invece le domande di disoccupazione, l’INPS ha registrato un aumento del 4,75% rispetto al giugno del 2011 per un totale di 92.217 domande.

Numeri che, osserva la dirigente sindacale, “ci dicono quanto le stesse riforme approntate dal governo rischino di essere pericolose per il corto circuito che determinano nel mercato del lavoro, tra taglio agli strumenti di sostegno e allungamento dell’età pensionabile. Ma soprattutto – prosegue Lattuada – ci segnalano come politiche di sola austerità stanno facendo precipitare il paese che ha invece urgente bisogno di crescita”.

Secondo la dirigente sindacale della CGIL “la crescita è una necessità percorribile attraverso misure da adottare sul fronte fiscale, con interventi di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti e i pensionati, e su quello industriale, con l’adozione di strategie che mettano al centro le politiche industriali dirottando risorse pubbliche verso investimenti produttivi. Ma soprattutto – conclude Lattuada – in questi dati leggiamo la non più prorogabile necessità che il paese adotti un piano straordinario per l’occupazione”.


Redazione Stato

CIG: CGIL su dati INPS, situazione drammatica, crescita unica soluzione ultima modifica: 2012-08-02T18:56:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This