Capitanata

Minervini, ferrovia BA-Napoli: “Dai progetti alle opere”


Di:

L'assessore regionale G.Minervini (st@)

“Dai progetti finalmente si passa alle opere. I finanziamenti previsti sono il presupposto perché si aprano i cantieri sull’asse strategico dell’alta capacità Napoli-Bari-Lecce-Taranto”. L’assessore alle infrastrutture della Regione Puglia Guglielmo Minervini commenta così la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo (Cis) per la realizzazione della direttrice ferroviaria Bari-Napoli avvenuta oggi a Roma con il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca, il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Mario Ciaccia, il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, gli amministratori delegati di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, e di Rete Ferroviaria Italiana, Michele Mario Elia e per la Regione Puglia l’assessore al Mediterraneo, Silvia Godelli.

“Dobbiamo – spiega Minervini – recuperare presto il gap con la dorsale tirrenica e ricongiungere la Puglia alla linea ad alta velocità. L’opera è di straordinaria complessità, la sua realizzazione permetterà di abbattere di quasi un’ora il tempo di percorrenza tra Bari e Napoli. I 3,5 miliardi disponibili permetteranno di aggredire subito il braccio ferroviario con il completamento del raddoppio in variante della Bovino-Cervaro e Apice-Orsara e di realizzare entro il 2017 le opere di velocizzazione della linea adriatica e ionica in Puglia”. “Il Cis – chiarisce l’assessore – fissa tempi certi e prevede sanzioni in caso di inadempimento. Non è l’ultima tappa ma un passaggio fondamentale di un lungo percorso. Per il completamento dell’opera sono necessari ancora 3,884 miliardi di euro. La Commissione Europea ha inserito l’opera nella proposta di regolamento dei progetti prioritari nel quadro delle grandi reti transeuropee per il periodo 2014-2020. Questo ci fa ben sperare e ci invita a non mollare la presa”. Il Contratto Istituzionale di Sviluppo, accogliendo le richieste della Puglia, prevede interventi ferroviari per estendere la rete ad alta velocità al sistema di direttrici regionale.”

“Stanziati a tal fine 94 milioni per la velocizzazione linea adriatica Bari-Lecce, 48 milioni per la Bari-Taranto e 200 milioni di euro per la Potenza – Foggia. Oltre alla previsione di 106 milioni di euro per il raddoppio, sempre sulla linea adriatica, della tratta tra Ripalta e Lesina”.


Redazione Stato

Minervini, ferrovia BA-Napoli: “Dai progetti alle opere” ultima modifica: 2012-08-02T15:11:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This