Manfredonia

2 novembre, sulla barca nel mare di Manfredonia: non uccideteci con le pale (VIDEO)


Di:

Bruno Mondelli, 2 novembre 2013, su barca al largo del Golfo (statoquotidiano)

Manfredonia – “SPERIAMO di non dover ricordare – il 2 novembre 2014 – la morte anche del nostro mare“. E’ l’appello di Bruno Mondelli, – stimato imprenditore del centro, impegnato nella ristorazione e nella grafica pubblicitaria – stamani su una barca a largo delle acque del Golfo. L’appello è chiaro: “non ammazzateci il nostro mare, no all’eolico offshore nel Golfo, la città punti sul turismo, le istituzioni non svendano inopportunamente il territorio”.

VIDEO

———————————————————————
FOCUS A CURA DI STATO QUOTIDIANO@

EOLICO OFFSHORE, SINDACO DI MANFREDONIA: SI’ AD UN PROGETTO SU 3 MA SOLO CON BENEFIT Oggi la nota stampa: sì ad un solo impianto ma solo con benefit per la Comunità;
Da ricordare anche le frasi dalla seduta del Consiglio comunale: “se fermiamo anche l’installazione di impianti di energia alternativa ci resta solo la candela“

Nota Parco del Gargano

Interrogazione regionale Giandiego Gatta

Interrogazione comunale Scarano

Interrogazioni M5STELLE

Eolico offshore, pescatori: nessuno ci ha informato di nulla (VIDEO-FOTO)

IL DOCUMENTO SOTTOSCRITTO DAL COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI PROVINCIALI

Focus progetti energia da fonti rinnovabili Manfredonia – Cavidotto Manfredonia/Albania
MACCHIA ROTONDA, L’IMPIANTO JASMINE
MACCHIA ROTONDA, PROGETTO WIND FARM
PROGETTI ENERGY SISTEM E WINDARIA
MACCHIA ROTONDA, Cavidotto Manfredonia/Albania, rilievi marini della Biopower. Il progetto

g.defilippo@statoquotidiano.it

VIDEO ASSEMBLEA PUBBLICA 19.10.2013

VIDEO/strong>

2 novembre, sulla barca nel mare di Manfredonia: non uccideteci con le pale (VIDEO) ultima modifica: 2013-11-02T17:22:54+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
30

Commenti


  • porto turistico senza barche

    Fate prima ad andare sotto il palazzo a chiedere spiegazion.


  • Il fantasma della scogliera del villaggio trucidata inutilmente

    Ascoltate il consiglio del “porto turistico senza barche”.


  • occhioxocchio

    Ma perchè questa avversione? Copenaghen ha un impianto eolico offshore che produce il 3% del fabbisogno della città e i cittadini sono azionisti dell’impianto e sono contenti (vi è un articolo su Ilsole24ore del 18/12/2009).
    Il porto turistico non servirà a niente tra qualche anno. I due yatch che vedete attraccati alle ultime panchine sono sequestrati dalla GdF ad un evasore fiscale. Altro che turismo. Vogliamo pagare meno tasse? Vogliamo inquinare meno direttamente o indirettamente? Allora questa occasione, se fatta con criterio, può essere una buona.


  • FRENK

    CARO MONDELLI MA SE IL TUO SINDACO HA GIA’ DECISO CHE LOTTI A FARE TANTO I SOLDI FANNO APRIRE NO GLI OCCHI AI CECATI MA FANNO RESCIUSCITARE ANCHE I MORTI….GRAZIE RICCARDIK


  • FRENK

    OCCHIOXOCCHIO QUANTO HAI RICEVUTO? L’OCCASIONE CHE TU DICI NON E’ PER NOI MA PER QUALCUN’ALTRO….DIFATTI TU STESSO DICI CHE I CITTADINI SONO GLI AZIONISTI….SAPPI CHE I MANFREDONIANI E I SIPONTINI NON SONO AZIONISTI DI UN PROGETTO DOVE LA TORTA E’ GIA’ SUDDIVISA….COPENAGHEN NON E’ MANFREDONIA E LA DANIMARCA NON E’ L’ITALIA….FORSE CONFONDI LE IDEE PER PROTEGGERE I LOSCHI AFFARI DI CHI C’E’ DIETRO….


  • Matteo

    Grande Bruno, l’articolo 9 della nostra Costituzione, sancisce la tutela del paesaggio, se sono state già concesse autorizzazioni al istallazione i nostri amministratori possono ricorrere al Tar come ha fatto la provincia di Campobasso:
    Art. 9
    La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e
    tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.
    I latini dicevano: “Aquila non capit muscas”


  • anto

    Per occhioxocchio… forse non ti e` chiaro che una volta messi i pali eolici, ne tu ne i cittadini manfredoniani avranno benefici di sorta, comprendi? Nulla di nulla, ad eccezione che la piccola pesca scomparira`, dopo il vuoto e` assoluto. E ti ricordo che le tasse ci sono state appena aumentate, con orgoglio del nostro assessore rinaldi,


  • Legnasanta

    Grazie Bruno Mondelli per questa semplice e molto significativa testimonianza. A parte la pessima qualità del filmato, hai reso perfettamente l’idea e sono assassini tutti quelli che vogliono svenderci il golfo. Il golfo è anche il tuo, è anche il mio, è di tutti noi e tutti assieme dovremmo fare “MURO” per resistere ai soliti opportunisti. Credo sia il momento di azzerare l’intera classe politica che ci vuole imbavagliare e ghettizzare. Bisogna ricominciare con la massima determinazione con il TURISMO. Con il turismo avremo le famose tre esse (salute, soldi e sesso) e possiamo sposare la pesca e dare benessere e lavoro ai figli.
    Bruno Modelli, grazie di esistere .


  • anto

    Per porto turistico senza… a polazzo ci si e` gia stati anzi si e invitato tutti i nostri amministratori, per darci delle spiegazioni, per spiegare a tutti i cittadini, la decisione presa, come , perche`, il risultato e` stato nulla, anzi qualcuno e` volato altrove, vorrei dire a questa persona, che i cittadini hanno riposto grande fiducia in lui, e prima di prendere una decisione simile, che ci riguarda tutti,volente e nolente, doveva informare tutti i cittadini
    Anche a costo di girare per le strade con il megafono di
    persona,e ascoltare i cittadini, decidendo insieme, e` cosi
    che si fa nelle democrazie occidentali, oggi potrebbe fare
    tanto unendosi al coro dei no, no neanche a uno dei
    parchi, no perche` le fabbriche promesse, non sono
    certezza, ne per posti di lavoro,ne per la certezza della
    durata di queste fabbriche. Tutto e` campato in aria, il
    territorio, il mare non campano in aria ma sono cosa
    certa per noi e il nostro futuro.


  • Vigoli dino

    Sig. Mondelli io non la conosco,ma vedo che come me ama il mare.
    Abbiamo bisogno di queste testimonianze per farlo comprendere anche a quei speculatori senza scrupoli.
    W il Golfo di Manfredonia.


  • Vigoli dino

    x occhio,infatti fatte con criterio,forse a 12 miglia marine dalla costa (20 Km circa)l’impatto visivo viene a mancare,forse una royalty del 5% farebbe abbassare il costo dell’energia elettrica al territorio,forse a quelle profondità le vibrazioni diminuiscono,forse a quelle distanze allontaniamo l’impianto dalle rotte migratorie degli uccelli,forse se non istallavano duemila pale eolica nell’entroterra forse oggi avevamo ancora bisogno di energia pulita, forse,appunto, fatte con criterio erano una buona cosa per noi,ma purtroppo la realtà non è questa.
    Saranno vicine a noi e saranno spente,perchè non abbiamo una rete di immagazzinaggio e perchè gia produciamo più di quello che ci serve.


  • Redazione

    Naturalmente nell’articolo ci sono le dichiarazioni del sindaco relativamente agli impianti; leggetele; grazie, Red.Stato

  • MOooo!!!! tutti ingegner e professor so a stu paes… un consiglio ‘SCANCELLIAMOCI’ DALLA CARTA GEOGRAFICA.. QUELLO INQUINA. QUELLO COSI… GLI UCCELLI MUOIONO.. MA CHE CAZZ DICT …


  • boh

    vi risulta che il sindaco sia andato dal vescovo a dire che non è vero niente?


  • Lorenz

    Gentile redazione come al solito quando la vs testata riporta articoli di attualità, che riguardano il futuro della ns comunità, si apre il confronto e le varie discussioni.
    Ad esempio una riflessione potrebbe essere, ed ovviamente ogni eventuale riferimento è puramente casuale, quella che il progetto eolico off-shore avrà un impatto visivo nelle giornate di cielo terso (ma non sarà visibile dalla battigia e ne dal lungo mare), la possibilità di avere benefici con ricadute dirette per le aree coinvolte dipendono molto dai ns amministratori, la possibilità che si creino nuove professionalità e relativa occupazione anche, che questa area potrà essere l’unica vera e reale riserva per il ripopolamento e la conservazione della biodiversità degli organismi marini, altrettanto, ma vedete queste sono tutte cose che dovranno avvenire e che purtroppo al momento appartengono al futuro.
    Oggi in città ci si chiede anche se invece alcune azioni reali attuali e molto presenti creino un maggior danno alla comunità.
    Ad esempio il fatto che gran parte della ristorazione, con prtita iva dipendenti attestati e corsi di aggiornamento, oggi soffre la concorrenza di associazioni che somministrano alimenti bevande ed alcolici, ma che non hanno personale dipendente e pertanto non contribuisce a nulla (occupazione , reddito, benssere etctetc), non pensate che tali azioni stanno già ora ben contribuendo ad impoverire il nostro tessuto sociale ed economico.
    Eppure quete attività hanno lo stesso impatto visivo delle pale eoliche, con la differenza di essere già operanti da tempo. Perchè nessuno pone tali interrogativi.


  • un cittadino come tanti.

    NOI CITTADINI DI MANFREDONIA, NON SIAMO INFORMATI SU UN BEL NIENTE PER QUANDO RIGUARDA LE PALE EOLICHE….. ALCUNE PERSONE NON SANNO COSA SONO…..QUINDI IL PROBLEMA E’ A MONTE MA ANCHE HA VALLE…. NOI CITTADINI DI MANFREDONIA DORMIAMO, ECCO PERCHE’ QUESTI FANNO CIO’ CHE VOGLIONO…..IN PRIMIS IL COMUNE…ORA IL PROBLEMA E’ SERIO, L’INSTALLAZIONE DELLE PALE NEL NOSTRO MARE…. MA QUELLE CHE SONO STATE MESSE (PALE EOLICHE) NEI NOSTRI TERRENI, MI CHIEDO SE GLIENE IMPORTA HA QUALCUNO…. I PRODOTTI CHE PRODUCE LA TERRA SONO IMPORTANTI COME QUELLI DEL MARE?….. LA TERRA è UNA RISORSA OPPURE NO! LE ACQUE, SARANNO INQUINATE OPPURE NO? POI MI CHIEDO SI RIUSCIRA’ A PRODURRE COME PRIMA I NOSTRI PRODOTTI? POI MI E’ STATO DETTO CHE IL COMUNE PERCEPISCE UNA PERCENTUALE DA QUESTE AZIENDE CHE INSTALLANO LE PALE, QUINDI I SOLDI CHE PERCEPISCONO COSA NE FANNO? LE STRADE CONTINUANO AD ESSERE IN PESSIME CONDIZIONI PER NON DIRE ALTRO…. SIGNORI L’AMBIENTE HA UN VALORE IMPORTANTE, BISOGNA ESSERE PIU’ RAZIONALI NEL FARE LE COSE…. IL MARE H O LA TERRA HANNO LO STESSA IMPORTANZA, è NESSUNO NON PUO’ TENERNE CONTO….QUINDI LE VOSTRE PREOCCUPAZIONI COME DICE UN CONTADINO, SONO TARDIVE è FUORI LUOGO, PERCHE’ LE PALE GIA’ CI SONO è DA CINQUE ANNI… LE LOTTE CHE SI FANNO CONTRO STA GENTE E’ UNA COSA ANORMALE HO MEGLIO ATIPICA PER UTILIZZARE UN TERMINE PIU’ APPROPRIATO…E’ UNA COSA CHE NON SI PUO’ SOPPORTARE… E’ NOI COSA FACCIAMO! DORMIAMO….. SPERO CHE QUALCUNO SI RENDA CONTO E’ CHE QUI LE PAROLE HO LE CHIACCHIERE NON SERVONO HA UN BEL NIENTE.


  • Redazione

    Rilanciamo la sua riflessione, grazie, buona giornata; Red.Stato


  • antonella

    voglio ricordare a quanti che, dopo le pale eoliche che deturperanno il nostro mare, ci arriverà il rigassificatore, poi il sito di stoccaggio carburanti etc etc. la nostra amministrazione farà del nostro territorio la pattumiera d’italia, l’inceneritore lo abbiamo già quindi è tutto bene cio che la popolazione ignora. sveglia


  • antonella

    dimenticavo come pattumiera d’italia stoccheremo oltre all’immondizia, perchè no anche scorie, che ne dite?
    il nostro lavoro sarà quello. viva manfredonia


  • checco zalone

    Abbiamo avuto il sindaco dell’anche in piazza, il sindaco dei veleni, il sindaco del contratto d’aria e ora abbiamo il sindaco delle pale. Votate quello che preferite. Aspettiamo per il futuro il sindaco dei cittadini


  • occhioxocchio

    Per Frenk
    di solito non è mia abitudine rispondere ma per tua informazione non sono pagato da nessuno e spero che tu abbia almeno la metà della mia onestà, delle mie conoscenze tecniche e di tante altre cose. Questo è vero il problema di noi manfredoniani. Si parla senza cognizione di fatto. Beh, ci meritiamo quello che abbiamo.


  • gerry

    Questo sindaco, ha parlato dei fantasmi di palazzo san domenico, ha dato l assenso per il parco eolico, compra quadri a spese dei contribuenti, aumenta le tasse, ma che ci sta a fare, dimissioni subito. Vergogna


  • anto

    Per occhioxocchio… scusa ma devo risponderti al posto di frenk, vedi il fatto e` che noi si parla con cognizione di causa, ci siamo documentati, abbiamo una marea di documenti e di esperti veri, non imbalsamatori a mezzo sevizio, servi del miglior offerente, sull’eolico ci siamo informati e benissimo, possiamo darti lezioni, quante ne vuoi, la verita` e che chi ha dato l’ok al parco eolico,lo ha
    fatto in totale ignoranza di fatti e conseguenze, e forse e`
    stato dato per ben altri motivi di fondo che non c’entrano
    con l’utilita del parco stesso.


  • SOLIDARNOSH

    —- Bruno Mondelli col suo POLISTIROLO dove lo mettiamo i carpentieri quando finiscono le strutture in cemento con le forme in POLISTIROLO lo stesso POLISTIROLO viene buttato d’appertutto o bruciato inquinando l’aria e il terreno, perciò che benvengano le pale eoliche il rigassificatore il termovalorizzatore ecc ecc,l’importante che si crei qualche posto di lavoro per i nostri giovani” cha mo cnvann tutt in depression” tanto ad inquinare il mare e l’ambiente ci pensano i paesi limitrofi.


  • anto

    solidarnosh ….era un lider sindacale di liberazione dai regimi dittatoriali. Anche noi abbiamo la dittatura. Si di chi vuol prendere in giro la popolazione promettendo posti di lavoro inesistenti. Cambia nik


  • ma quali posti di lavoro

    ahahaha ma quali posti di lavoro ma siete proprio dei polli da spennare se ci credete


  • SOLIDARNOSH

    Caro” anto” solidarnosc era un sindacato Polacco non il nome del sindacalista mentre SOLIDARNOSH ha un’altro significato.


  • anto

    Bravo vedo che lo sai, allora al di la` dei significati e` inutile fare terrorismo di informazione, con posti di lavoro che non esistono.


  • anto

    Dimenticavo il lider di solidarnosc era lech walesa


  • un cittadino come tanti.

    non c’è coesione, anche su un problema che coinvolge la popolazione manfredoniana, non si puo’……ecco perchè una persona preferisce l’anonimato….diciamo un sacco di fesserie….. anziche’ remare tutti dalla stessa parte….litighiamo tra di noi….. LO DICO E’ LO DIRO’ SEMPRE, IL PRIMO PROBLEMA SIAMO NOI….. E’ POI CI SONO I POLITICI, E’ I VARI IMPRENDITORI CHE VOGLIONO COMANDARE L’ECONOMIA DEL PAESE…. (CAPITALISTI)….. NON ABBIAMO PROPRIO LE BASI PER FAR BENE…. E’ ANCHE I NOSTRI POLITICI NON SONO ALL’ALTEZZA DELLA SITUAZIONE… SPETT.LE RED. LA POPOLAZIONE NON SA COSA SONO LE PALE EOLICHE, DOVREBBERO ESSERE INFORMARTI MA, STO DICENDO UNA FESSERIA….QUINDI QUESTI SE NE APPROFITTANO DELL’INTERA SITUAZIONE… E’ CI DERIDONO ANCHE….. FIGLIO DI UN AGRICOLTORE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This