Pare che il Governo abbia deciso (in questi giorni) di accorpare in un’unica Autorità Portuale le attuali quattro autorità portuali pugliesi (Bari, Brindisi,Manfredonia,Taranto)

Accorpamento Autorità Portuali, proteste in Puglia: “scelta errata”

“L’imminente scelta del Governo (ove confermata)” – si legge nel documento - “è da ritenersi clamorosamente errata e gravemente penalizzante per il territorio metropolitano barese"


Di:

Taranto. C’è anche il sindaco Giuseppe Lovascio tra i firmatari del documento con cui cinque consiglieri metropolitani della Città di Bari chiedono immediati chiarimenti al Governo in merito alla riorganizzazione dell’Autorità Portuale in Puglia I Consiglieri Metropolitani Lovascio (Sindaco Conversano), Leggiero (Monopoli), Pomodoro (Corato), Carrieri (Bari) e Romito (Bari), infatti, nel documento richiamano l’attenzione di tutte le forze politiche e sociali del territorio metropolitano barese sul tema della sede della (nuova) Autorità di Sistema Portuale. Secondo molteplici indiscrezioni pare che il Governo abbia deciso (in questi giorni) di accorpare in un’unica Autorità Portuale le attuali quattro autorità portuali pugliesi (Bari, Brindisi,Manfredonia,Taranto), individuando Taranto quale unica sede regionale. Tanto, diversamente dalle precedenti determinazioni, che prevedevano in Puglia due sedi regionali; una a Bari (per il fronte adriatico), una a Taranto (per il fronte ionico).

“L’imminente scelta del Governo (ove confermata)” – si legge nel documento – “è da ritenersi clamorosamente errata e gravemente penalizzante per il territorio metropolitano barese, in ragione di una serie di motivazioni che di seguito si sintetizzano:

1.perchè il Porto di Bari è porto definito core (principale) dalla pianificazione europea ed è incluso nella rete transeuropea di trasporto TEN-T, nel mentre la scelta del Governo Italiano declassa il Porto di Bari a semplice scalo/direzione portuale;

2.perchè il Porto di Bari è altresi’ inserito in ben due “corridoi” europei (Baltico/Adriatico e Scandinavo/Mediterraneo), interessati da investimenti pari a circa 20 miliardi di euro e tra i compiti della (nuova) Autorità di Sistema Portuale vi è proprio la raccolta e gestione dei fondi europei; 3.perchè in tal modo le regioni del centrosud che si affacciano sul Mar Adriatico, sarebbero prive di una sede di Autorità di Sistema Portuale (la più vicina sarebbe infatti Ravenna a oltre 700 km); 4.perchè per la logistica del territorio metropolitano barese, gli accessi portuali (sul fronte adriatico) costituiscono un asset primario, con la conseguenza che l’attività di pianificazione-coordinamento-programmazione dei vari scali/direzioni (proprie dell’Autorità Portuale) necessariamente è da ubicarsi in prossimità degli stessi. I Consiglieri Metropolitani Lovascio, Leggiero, Pomodoro, Carrieri e Romito ricordano di aver presentato nel corso dell’ultimo Consiglio Metropolitano apposita mozione finalizzata a impegnare il Sindaco Metropolitano Decaro a contrastare tale scellerata scelta governativa e di aver ricevuto formale impegno dal Sindaco per l’elaborazione di una mozione condivisa da approvare nel prossimo Consiglio Metropolitano. Attesa l’urgenza/importanza della questione e l’imminenza delle scelte del Governo, i Consiglieri Metropolitani chiedono a tutte le forze politiche del territorio metropolitano barese (in particolare ai parlamentari) nonché a tutte le forze produttive, di intraprendere unitariamente tutte le iniziative necessarie a consentire a Bari d’esser sede di Autorità di Sistema Portuale.

Redazione Stato Quotidiano.it

Accorpamento Autorità Portuali, proteste in Puglia: “scelta errata” ultima modifica: 2015-11-02T10:50:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • Peggio per noi

    Bari è. ..ok …Taranto è… ok….e Manfredonia….e Manfredonia….boooohhhhhha!!!!!!


  • Antonello Scarlatella

    Onorevole Leone. Credo sia giunta l’ora di paragonare gli enti pubblici alle aziende private.
    Quando un ente pubblico non produce nulla per il territorio, non riesce a darsi degli obiettivi, rispettarli, mantenere gli impegni, trovare le risorse e portatori di interessi, diventa di default un poltronificio oltre ad uno stipendificio.
    Certo il Governo Italiano, difficilmente si sogna di abolire l’autorita’ portuale di Salerno, di Ravenna, di Trieste. Vorrei capire pero’, per essere in accordo con lei, quali obiettivi sono stati raggiunti in termini di risultati da le varie autorita’ portuali in chiusura, su base annua qual’e’ la quantita’ delle merci movimentate in relazione con i costi?
    Stessa cosa si potrebbe dire per i Parchi.
    Io vedo solo il proliferare e pubblicizzare a mezzo stampa incarichi. Quasi a voler pubblicizzare alle masse l’assunzione di una nuova fetta di potere.
    Se poi mi faccio un giro nei boschi, al Bosco Quarto, alla Foresta Umbra ecc ecc vedo tutt’ altro. Vedo abbandono totale del territorio. Scarsissima promozione, per non dire inesistente.
    Non voglio accusare nessuno Onorevole Leone. Probabilmente ci saranno altri problemi magari in ordine economico, che non conosco. Resta il fatto che il Porto di Manfredonia e’ totalmente improduttivo. Il Parco quasi ci siamo dimenticati che esista ormai, dall’andata via del compianto ed amico fraterno Matteo Fusilli.
    Mi giungono poi voci di compensi fuori misura per la gestione degli enti. Non so se sia vero o no. Quello che e’ certo e’, che se fosse vero sarebbe uno scandalo in relazione ai risultati ottenuti.
    Non gioisco minimamente che Manfredonia come altre citta’, non avranno piu’ l’autorita’ portuale. Ma quali Piani Industriali sono stati presentati al Governo al fine di far desistere a tagli o accorporamenti?
    Quali progetti sono stati presentati al fine di raggiungere in un futuro “breve” obiettivi per la crescita del territorio?
    Con stima, Antonello Scarlatella


  • SILVIO

    Il governo ha ragione che senso ha avere un autorità portuale che non da lavoro? che senso ha un autorità portuale che non porta benessere alla città? Avere una autorità voleva significare rilanciare la Capitanata allora bene che venga cancellata d’altronde è servita solo per 10 anni dare un indennità ai commissari senza portare alcun benessere alla comunità.


  • Matteo

    Siete ingiusti, così avremo altri due disoccupati! XD


  • Pollice Sipontino

    Ma il N.C.D. non ha nemmeno una sede qui da noi ………..non so se la abbia a Foggia…………….figuriamoci a difendere il territorio………………….essendo sodali del P.D. cosa ci aspettiamo…………..se ci sei N.C.D batti un colpo…………..


  • svolta

    Quando le nomine sono politiche cosa vuoi che dia come risultato se non la sola poltrona e relativo stipendio e se si cerca di rimodulare ….guai a chi tocca….. si levano gli scudi di vassalli e valvassori….
    Non dobbiamo dimenticare il famoso detto…. detto: “Me li danno e me li prendo……”


  • Franco

    Taranto o Bari, l’importante è che venga soppressa l’indifendibile Manfredonia


  • Paolo

    Allora siamo tutti d’accordo, si chiude e tutti a casa mi raccomando!!!
    Purtoppo dopo una ottima intuizione c’è stata una pessima gestione e uno squallido fallimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This