Stato prima
Secondo capitolo della vicenda Vatileaks

Vatileaks 2, due arresti per fuga di documenti segreti

Finisce dunque nel peggiore dei modi la parabola vaticana di Francesca Immacolata Chaouqui, rampante lobbista ed esperta di comunicazione, con esperienze nel gruppo Ernst & Young


Di:

(ansa) Secondo capitolo della vicenda Vatileaks. Un monsignore in cella. Una ex collaboratrice laica del Vaticano anch’essa arrestata, e in breve rilasciata perché ha immediatamente collaborato con le indagini. Finisce dunque nel peggiore dei modi la parabola vaticana di Francesca Immacolata Chaouqui, rampante lobbista ed esperta di comunicazione, con esperienze nel gruppo Ernst & Young, nominata il 18 luglio 2013, tra lo stupore generale, nella Commissione di monitoraggio sui tagli di spesa in Vaticano (Cosea), poi disciolta a fine mandato. (ansa)

Vatileaks 2, due arresti per fuga di documenti segreti ultima modifica: 2015-11-02T23:10:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Raffaele Vairo

    E’ difficile credere come questa Francesca Chaouqui, personaggio mediocre, possa aver ricoperto una posizione così rilevante nella “delicata” Commissione referente sull’organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede. Si dice che sia una rampante lobbista (sicuramente) ed esperta di comunicazione (qui ho molti dubbi). Ma come si può spiegare la sua nomina nella Commissione papale? Forse perché è bene introdotta nella Roma che conta…. E’ iscritta alla Ferpi, la Federazione relazioni pubbliche italiana, che da anni si batte per fare approvare dal Parlamento italiano una legge per l’attività di lobbying. Inoltre fa parte di “Vedrò”, il think net che fa capo alla famiglia di Gianni ed Enrico Letta…
    Non c’è che dire, è una forma di espressione della meritocrazia italiana…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This