Edizione n° 5265
/ Edizione n° 5265

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Amati visita comuni Daunia Meridionale: i fondi della Regione

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
2 Dicembre 2009
Regione-Territorio //
amati-asspuglia
L'assessore regionale Fabiano Amati

Foggia – GLI interventi da eseguire nei territori dell’Appennino Meridionale “devono mirare al miglioramento della viabilità da un lato e a far fronte alle problematiche di dissesto idrogeologico, difesa del suolo e mitigazione del rischio idraulico dall’altro”; le opere saranno finanziate “sulla base delle necessità e delle priorità indicate dai comuni stessi che renderanno note le rispettive esigenze dopo essersi confrontati con la Provincia di Foggia”. Questo intendimento è stato reso noto dall’assessore regionale alle Opere Pubbliche Fabiano Amati durante i sopralluoghi eseguiti oggi nei comuni della Daunia Meridionale. Dopo aver visitato i comuni di Troia, S.Agata di Puglia e Anzano di Puglia, l’assessore Amati ha incontrato, nel corso di una tavola rotonda a cui ha partecipato anche l’assessore alle Opere Pubbliche della Provincia di Foggia Vito Guerrera, i sindaci dei Comuni dauni che hanno avuto la possibilità di evidenziare le singole priorità dei territori. “Le risorse a disposizione non sono tantissime – ha detto Amati durante l’incontro – devo quindi attivare, come ogni buon padre di famiglia farebbe, politiche di distribuzione equa dei fondi in tutta la regione. Abbiamo 80 milioni di euro da destinare alle province – ha spiegato l’assessore – per la sicurezza e l’ammodernamento delle strade ex Anas e mi preme sottolineare questo dato perché credo che la questione viaria rappresenti la vera partita della Daunia attraverso cui sarà possibile creare buoni collegamenti tra i Comuni e conseguentemente generare l’appetito turistico, così da permettere a molti di visitare queste terre straordinarie. La Regione Puglia ha anche previsto lo stanziamento di 100 milioni di euro per la mitigazione del rischio idrogeologico con i fondi PAR FAS che potranno essere utilizzati non appena il CIPE approverà il piano”. “Sono venuto in questi comuni- ha detto Amati – per fare una vera e propria ricognizione visiva, per concentrare l’attenzione su dati di contesto e per raccogliere il maggior numero di informazioni utili per attivare una programmazione di interventi sull’intero territorio basata su reali problematiche e criticità. Alla fine di questa visita e dopo aver ascoltato le esigenze dei comuni – ha concluso – posso confermare la mia ipotesi di partenza, ovvero che queste terre necessitano di interventi per far fronte a problematiche legate alla tipica conformazione geomorfologia della Daunia. Sulla base dell’esperienza acquisita con la Daunia settentrionale, sono perfettamente consapevole delle modalità con le quali raccordarci con i comuni di questo territorio e con la Provincia di Foggia per quanto riguarda anche la messa in sicurezza delle strade ex Anas che sembra essere una delle priorità di queste zone”.

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.