Edizione n° 5308
/ Edizione n° 5308

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

FERITO Gatto reso cieco dai botti di Capodanno, denuncia al tribunale di Foggia

Sta lottando da alcuni giorni tra la vita e la morte

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
3 Gennaio 2024
BAT // Cronaca //

SAN FERDINANDO DI PUGIA (BAT) – L’hanno chiamato Leone come il gatto scuoiato nelle scorse settimane ad Angri, ed anche lui sta lottando da alcuni giorni tra la vita e la morte.

Leone secondo nei giorni di capodanno è stato ferito gravemente alla bocca da un petardo che gli ha provocato danni molto seri alla bocca ed al palato oltre ad averle procurato una cecità speriamo temporanea.

Ora il gatto Leone che da quanto appreso apparteva ad una colonia felina si trova ricoverato presso una clinica veterinaria di Barletta.

L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha deciso di sporgere denuncia penale presso la procura della repubblica di Foggia ed al Tribunale dei minori di Bari per risalire ai responsabili e ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

“Il primo ringraziamento va alle volontarie che se sono prese cura e a chi con il suo buon cuore ha permesso il ricovero e la cura del gatto nella clinica veterinaria ma-scrivono gli animalisti di AIDAA- riteniamo doveroso presentare denuncia per risalire ai fatti e ricostruire la vicenda che ha portato al grave ferimento del gatto”.

11 commenti su "Gatto reso cieco dai botti di Capodanno, denuncia al tribunale di Foggia"

  1. Ecco perché, quando leggo il bollettino di guerra post-Capodanno dei tanti feriti e mutilati, godo, perché è il minimo che si meritano in virtù di ciò che fanno passare a queste povere creature ogni volta.
    Forza, piccolo Leone, non mollare

  2. Non bisogna avere pietà per questi mostri criminali anche se sono minorenni perché loro non ne hanno avuta nessuna per questa povera creatura innocente.. personalmente mi auguro la galera ma anche tutto il male possibile

  3. Questi sono dei bastardi che dovrebbero subire la stessa sorte da Dio. Le forze dell’ordine spero facciano indagini e facciano pagare questi esseri inutili alla società. Spero che vi fratturate tutte le ossa. Schifosi esseri inutili

  4. Ma come si fa a fare ste cose… non devi avere un minimo di cuore e di buonsenso. cosa ti ha fatto per ridurlo così? nulla… io spero di non vedere mai qualcuno fare una cosa del genere avanti ai miei occhi perché poi gli faccio peggio.

  5. Sono dei maledetti,bisognerebbe fargli la stessa cosa a loro e ai genitori, e a tutti coloro che comprano i petardi e similari per fare solo confusione e caos nei giorni di festa ..povera gente annoiatA…nn ci sono ancora abbastanza spari ed esplosioni oggi nel mondo? La malvagita’ degli esseri umani nn ha limite.

  6. Purtroppo siamo giunti a un livello di inciviltà e di disumanità senza limiti, colpa della mancanza di educazione e di senso civico esistente oggi, ma soprattutto dovuto alla mancanza di amore e rispetto verso il prossimo e verso a tutti gli esseri viventi. I botti li proibirei tutti; a cosa servono? E soprattutto metterei pene molto più severe per questi gesti, anche per i minorenni!!

  7. parlo da minorenne, quindi immagino una coetanea di chi ha fatto questo gesto orribile. per fortuna non tutti noi siamo così, ma se si arriva a ciò, come unica soluzione vedo mettere il coprifuoco anche a Capodanno.
    E in questo caso, sono proprio gli occhietti di quel povero micio che mi spingono a diventare veterinaria.

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.