Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

NOMINE ASE Manfredonia e Comune: nuove misure organizzative dopo le ultime vicende giudiziarie

Intesa sottoscritta con la Regione Puglia per l’utilizzo condiviso della dirigente ing. Rosa Tedeschi e l’assegnazione del tenente della Guardia di Finanza Paolo Claudio Bisceglia

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
3 Aprile 2024
Manfredonia // Primo piano //

MANFREDONIA (FOGGIA) – Il Comune di Manfredonia, anche alla luce delle ultime vicende giudiziarie che hanno interessato sia l’Ente, che la sua partecipata ASE S.p.A., prosegue nell’adozione di nuove misure organizzative interne, con lo scopo di rendere più efficienti e trasparenti i servizi e rafforzare il rapporto di fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni.

Rientrano tra queste, l’intesa sottoscritta con la Regione Puglia per l’utilizzo condiviso della dirigente ing. Rosa Tedeschi e l’assegnazione a questo Ente, in posizione di sovraordinazione, del tenente della Guardia di Finanza Paolo Claudio Bisceglia.

Entrambe queste figure, per la loro riconosciuta competenza e professionalità, saranno dedicate, nell’ambito della gestione dei servizi di igiene urbana, alla migliore definizione e disciplina dei rapporti con la società ASE S.p.A., anche attraverso l’organizzazione di un efficiente sistema di indirizzo e controllo.

Il tenente Bisceglia, in forza al Nucleo di polizia economico finanziaria di Foggia, affiancherà nel lavoro che stanno già svolgendo in altri ambiti di competenza, in posizione di sovraordinazione, il dott. Giuseppe Sciscioli e l’avvocato Ottavia Matera.

3 commenti su "ASE Manfredonia e Comune: nuove misure organizzative dopo le ultime vicende giudiziarie"

  1. Servizi al cittadino… ma quando mai. Una cosa cge si ootrwbbe dare da subito… le segnalazioni dei cittadini devono risultare da un atto protocollato in apposita piattaforma consultabile on line e da tenere in “vita” fino a quando non viene eseguita dagli addetti. Forse silo così su Ostra rendere sotto “stretto controllo” l’operato du chi organizza il servizio e gli operatori addetti all’esecuzione. Logicamente la segnalazione deve avere degli step facilmente controllabile da chiunque.
    Un esempio… ritiro materassi/incombrandi si dice, se si dice, un data ma puntualmente non avviene niente… alla fine sollecitando ulteriormente… qualcuno risponde mettelo in strada… forse qualcuno lo prenderà… questa è Manfredonia governata in mano ad irresponsabili che mettono nei guai il cittadino che potrebbe essere multato da chi di dovere… se anche questo farebbe il suo dovere se esustesse anche nei giorni cge non sia il 27.

  2. In azienda manca l’organizzazione nel fare le cose.
    Prima di tutto bisognerebbe fare le multe a tutti gli incivili che puntualmente pur di non fare la differenziata buttano la loro indifferenziata in tutti i cestini dove i passanti possono buttare le loro carte…
    Una squadra che si occupi prontamente del ritiro degli ingombranti
    Una che si occupi del diserbo del verde pubblico
    Una che si occupi dello spazzamento delle strade, quelle dove la spaziatrice non può arrivare
    E alla fine il porta a porta che andrebbe migliorato visto che spesso i dipendenti dimenticano di svuotare tutti i mastelli

  3. Chiedo a Stato Quotidiano e alle altre testate di intervistare queste due nuove figure e chiedere cosa intendono fare per le assunzioni dei dipendenti delle graduatorie J e 1B che dopo 11 mesi di servizio sono stati scaricari dall’azienda

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.