Manfredonia

Condizione carcere di Foggia, Gatta: sensibile miglioramento


Di:

Foggia – “Il 28 aprile abbiamo voluto verificare se le condizioni del Carcere di Foggia fossero così degradanti, e immutate, o peggiorate come riscontrato nell’ultima visita la scorsa vigilia di Natale. Devo dire che almeno io personalmente ho registrato un sensibile miglioramento. Va segnalato inoltre che un intero plesso della Casa Circondariale è stato interamente ristrutturato e sottoposto a lavori di manutenzione consistenti.” Lo ha dichiarato a Stato Giandiego Gatta, consigliere regionale in rappresentanza di Forza Italia, all’indomani della visita nel comune celestino dell’onorevole Raffaele Fitto, capolista della Circoscrizione Sud di Forza Italia per le Europee del 25 maggio 2014, a sostegno della candidatura a Sindaco di Leonardo Lallo per la coalizione del centrodestra, insieme al Senatore Lucio Tarquinio e l’avvocato Paolo Mongiello.

“A voler registrare la voce di alcuni detenuti – spiega il consigliere Gatta – salvo quei disagi che sono quasi fisiologici al regime carcerario, ho potuto riscontrare delle lagnanze sicuramente meno pressanti.”

Sui problemi e le ricadute a causa dei mancati trasferimenti statali il rappresentante di Forza Italia non vede ancora spiragli di luce. “Su problemi cosiddetti risolvibili a livello del Governo Centrale – evidenzia – è necessario guardare con maggiore attenzione. Rispetto invece alle criticità di sovraffollamento legate al carcere del capoluogo dauno non abbiamo potuto in effetti registrare se il numero dei detenuti fosse eccessivo rispetto all’offerta. Il motivo è direttamente riconducibile al trasferimento di buona parte di loro in altri istituti di detenzione visto il nuovo plesso in fase di ristrutturazione. Quindi potremo fare una prima stima solo a regime pieno, ovvero quando i detenuti saranno di nuovo tradotti presso questa Casa circondariale.”

Per il Consigliere regionale i tempi di realizzazione della nuova struttura non dovrebbero essere lunghi, o quanto meno non prolungarsi oltre i due anni.

“Ad ogni buon conto – prosegue Gatta – il Direttore del Carcere di Foggia si è mostrato particolarmente sensibile alle nostre pressanti richieste, assicurando che verranno rispettati almeno i 3 metri per detenuto. Non sono tanti – commenta Gatta – ma l’importante è il rispetto del fine proprio di un istituto di detenzione in termini di risocializzazione, riabilitazione, e rieducazione. Così come previsto dalla nostra Carta costituzionale. Diversamente – chiosa il consigliere prossimo candidato per Forza Italia alle regionali in programma per il 2015 – ho avuto modo di riferirlo in più occasioni. Il condannato entra in carcere e ne esce abbrutito. Perchè così come il carcere viene vissuto per i disagi che purtroppo , oggi offre, si presenta come una tortura e non come strumento di rieducazione del condannato.”

Intanto, in vista della prossima tornata elettorale che vede Giandiego Gatta correre tra i candidati in corsa nella tornata elettorale alle regionali in programma il prossimo anno, risponde a Stato Quotidiano sulle motivazioni che lo hanno visto presente e a sostegno della candidatura di Lallo per la coalizione di centrodestra. “A San Severo mi porta innanzitutto il rapporto di amicizia con Leonardo Lallo, e con tanti altri candidati consiglieri comunali di FI. Tra un anno – ricorda il consigliere regionale – toccherà a me, convinto come sono che ci sarà bisogno di una maggiore e più incisiva presenza in Capitanata.”

E sul pericolo “astensionismo”? “Voglio essere fiducioso che i cittadini di Capitanata vogliano stigmatizzare una Regione che si è mostrata molto spesso matrgna verso questo lembo di terra di Puglia.”

(a cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com)

Condizione carcere di Foggia, Gatta: sensibile miglioramento ultima modifica: 2014-05-03T17:13:04+00:00 da Ines Macchiarola



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This