Edizione n° 5350

BALLON D'ESSAI

DUALISMO // Il Papa si scusa sui seminaristi gay: “Non volevo offendere”
28 Maggio 2024 - ore  20:21

CALEMBOUR

SENTENZA // TAR Puglia: Ministero dell’Ambiente condannato per inerzia sul Parco Eolico Marino Gargano Sud
29 Maggio 2024 - ore  01:38

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

AGROALIMENTARE I prodotti antimafia di Altereco e Centonove sbarcano al “Cibus” di Parma

Dal 7 al 10 maggio saranno presenti all'evento di riferimento per il settore agroalimentare

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
3 Maggio 2024
Cerere racconta // Cerignola //

Foggia. I prodotti antimafia e solidali realizzati dalla cooperativa sociale Altereco e da Centonove/novantasei sbarcano a “Cibus 2024”.

Dal 7 al 10 maggio, infatti, la Fiera di Parma ospiterà la 22esima edizione della manifestazione di riferimento per il settore agroalimentare del made in Italy. In particolare, le realtà foggiane del consorzio di cooperative sociali Oltre / la rete di imprese saranno ospitate presso il padiglione 07-08 – Stand C 006 messo a disposizione dalla Cia-Agricoltori Italiani che nello spazio espositivo attenderà operatori commerciali, nazionali e stranieri.

La partecipazione a “Cibus” sarà quindi un’occasione per far conoscere i vari prodotti realizzati da Altereco sui beni confiscati alla mafia, come “Terra Aut” e “Michele Cianci”, oggi diventati luoghi di sviluppo, lavoro, economia. Luoghi in cui si portano avanti percorsi di agricoltura sociale che puntano a favorire una piena inclusione socio-lavorativa di persone che vengono dal circuito della giustizia riparativa, ex-detenuti, migranti tolti dalle maglie del caporalato. Ma anche prodotti realizzati attraverso il coinvolgimento di persone con fragilità diverse, a marchio Centonove/novantasei, in riferimento alla bottega di piazza Cavour. n. 3 a Foggia in cui si vendono prodotti etici, solidali e liberati dalle mafie. Alla manifestazione nazionale, dunque, saranno esposte varie produzioni a marchio Altereco e Centonove/novantasei: il vino “Rosso Libero – Michele Cianci”, confetture di uve, limoni e ciliegie, melanzane grigliate sott’olio d’oliva, patè di cime di rapa, l’olio “I Cento Passi”. Ma anche vari tipi di pasta, come rigatoni, fusilli, penne rigate, calamarata, orecchiette, cicatelli, o i datterini gialli, i pomodori secchi sott’olio ed i peperoni grigliati sott’olio.

Tutti prodotti enogastronomici, dunque, che da un alto hanno l’obiettivo di fare memoria delle vittime innocenti di mafia; dall’altro, con i loro sapori vogliano parlare delle storie degli uomini e delle donne impegnati a coltivarli, a raccoglierli, a trasformarli, a portarli sulle nostre tavole. Uomini e donne inseriti in progetti di inclusione socio-lavorativa che vengono da percorsi di vita difficili, complicati, ma che attraverso il lavoro della terra stanno avendo l’occasione di riscoprire sé stessi, i loro talenti, delle professionalità che prima non credevano di avere. Hanno l’opportunità di raccontare una nuova storia, che ha il sapore della bellezza ed il profumo dell’opportunità. E che nei prossimi giorni proverà a raccontarsi anche al “Cibus” di Parma.

© StatoQuotidiano - Riproduzione riservata

Ph: STATOQUOTIDIANO

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” Sir Winston Leonard Spencer Churchill

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.