Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

VIOLENZA DOMESTICA Vittima di violenza donna incinta, poi la minaccia di morte: “Ti squarto e ti brucio viva”

Un 44enne della provincia di Foggia rischia una condanna a 6 anni e sei mesi di reclusione

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
3 Maggio 2024
Cronaca // Cronaca //

Rischia una condanna a sei anni e sei mesi il 44enne originario della provincia di Foggia a processo per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti della sua ex compagna, vittima di brutali aggressioni fisiche e minacce di morte, tant’è che secondo quanto riferisce il quotidiano d’informazione online Riminitoday, l’indagato avrebbe promesso di “squartarla” e di “bruciarla viva”.

Una relazione tossica, un vero inferno durato molti anni. Le minacce sarebbero arrivate anche ai parenti di lei. Nel 2018, quando era incinta della figlia dell’uomo, sarebbe stata massacrata di botte tanto da riportare la frattura di due costole che l’aveva costretta a ricorrere alle cure del pronto soccorso da dove era stata poi dimessa con una prognosi di 20 giorni.

L’uomo era stato prima ammonito e poi arrestato. Nonostante questo provvedimento, aveva continuato a tormentare la donna sia sui social che sul luogo di lavoro di lei. In un’occasione, secondo quanto denunciato, l’ormai ex compagno l’aveva anche aggredita in mezzo alla strada sorprendendola in compagnia di un amico con i due costretti a rifugiarsi in un locale pubblico per salvarsi.

Lo riporta Foggiatoday.it

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.