Capitanata

Lavoro nero, Pasqua: da PD nuovi strumenti di emersione


Di:

Apricena, Pasqua con Boccia (ST - archivio candidatura)

Foggia – LE imprese hanno l’opportunità di emergere dall’illegalità e di adempiere alla funzione sociale loro assegnata dalla Costituzione repubblicana. Allo stesso modo, i lavoratori stranieri irregolari hanno la possibilità di rivendicare i propri diritti e sfuggire al giogo dello sfruttamento ed ai ricatti dei caporali senza temere l’espulsione dall’Italia.

Gli strumenti normativi che migliorano la nostra legislazione, finalmente allineandola a quella europea, sono frutto dell’impegno politico del Partito Democratico, con i nostri parlamentari protagonisti dell’elaborazione normativa e del dibattito in Aula, che si è avvalso del gran lavoro svolto a livello territoriale dalla Cgil, particolarmente nelle campagne e nei ghetti rurali della Capitanata dove l’encomiabile azione della Regione Puglia e delle organizzazioni umanitarie non riesce ad arginare il degrado fisico e morale di chi vive in baracche e masserie diroccate.

Una più attiva partecipazione della Provincia all’organizzazione di servizi per gli immigrati, a partire dal miglioramento dell’efficienza dei Centri Territoriali per l’Impiego, gioverebbe ad immigrati ed imprenditori, spesso indotti a rivolgersi ai caporali per organizzare le attività di raccolta nei campi o le squadre di operai nei cantieri. Ciascuna e tutte queste azioni sono indispensabili ad evitare che soprattutto nei centri a vocazione agricola si creino tensioni sociali che i sindaci non sono in grado di gestire, perché sprovvisti di competenze e mezzi finanziari.

Redazione Stato

Lavoro nero, Pasqua: da PD nuovi strumenti di emersione ultima modifica: 2012-08-03T13:46:04+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This