Politica
“Vorrei infine - ha concluso il Presidente - ringraziare il Policlinico di Bari, che chiameremo Policlinico di Puglia dal momento che rappresenta una struttura di riferimento"

Telecardiologia Policlinico. Emiliano a presentazione risultati primo mese

"Abbiamo abbattuto i costi ed elevato il livello di qualità della prestazione e della sicurezza"


Di:

Bari. “La Puglia oggi può dire oggi di essere l’unica regione italiana ad avere un sistema di questo livello e di questa qualità. Un sistema di Telecardiologia apprezzato anche a livello europeo che ci dimostra come si può utilizzare bene il denaro pubblico per far funzionare meglio la sanità. Questo servizio oggi costa 600mila euro, un terzo di quanto è costato sino al 30 settembre ed è diventato un servizio pubblico. Abbiamo abbattuto i costi ed elevato il livello di qualità della prestazione e della sicurezza. Tutto a vantaggio dei cittadini. Quando l’innovazione tecnologica si coniuga con la sanità, la qualità della risposta diventa un vero e proprio valore aggiunto al servizio dei cittadini”. Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che questa mattina ha presentato, insieme con il Direttore generale del Policlinico di Bari, Vitangelo Dattoli e il responsabile della Cardiologia d’Urgenza del Policlinico, Ottavio Di Cillo,, il bilancio del primo mese del nuovo servizio di tele cardiologia nell’emergenza/urgenza. Il servizio, interamente gestito dal Policlinico di Bari, ha profondamente innovato il telemonitoraggio delle urgenze cardiologiche dei 118, con strumenti più efficaci ed affidabili. Dopo un mese di lavoro, sono stati oltre 10mila i casi trattati, con tracciati Ecg stabili e diagnostici e prestazioni rapide e sicure.

“Il passaggio da un sistema meno evoluto ad un sistema più evoluto – ha sottolineato Emiliano – rappresenta sempre un processo abbastanza complicato. Ma vorrei che fosse chiara una cosa. Nessuna ragione era valida per rimanere sul vecchio sistema. Non abbiamo avuto esitazione. Questa storia l’ho approfondita molto bene e vi assicuro che era assolutamente necessario passare al nuovo sistema. Se ci sono difetti nel passaggio dal vecchio al nuovo o cose da completare, noi le completeremo. Questo dovevo fare nel mio ruolo di presidente di Regione, assicurare cioè che la scelta di indirizzo fosse corretta. E di questo io mi prendo oggi la responsabilità, nonostante non abbia partecipato a nessuna delle fasi in cui questo sistema è stato assemblato”. Emiliano ha sottolineato anche come il vecchio sistema fosse diventato non conforme alla legge (art 5.2 delle “Linee di indirizzo nazionale in Telemedicina” del 20 febbraio del 2014 ndr), molto pericoloso e molto costoso perchè aveva un livello di inappropriatezza molto elevato.

“Vorrei infine – ha concluso il Presidente – ringraziare il Policlinico di Bari, che chiameremo Policlinico di Puglia dal momento che rappresenta una struttura di riferimento per tutto il territorio regionale, perché ha portato a termine l’incarico che gli ha dato la Regione Puglia, di procedere alla pubblicizzazione e alla internalizzazione del sistema della Tele cardiologia. Lo ha potuto fare grazie alla specifica competenza di questa azienda che fa della didattica, della ricerca e della innovazione tecnologica la sua missione fondamentale. Vorrei quindi esprimere gratitudine per questo compito particolarmente difficile che il Policlinico ha portato a termine. Godiamoci oggi l’unicità di questa esperienza”.

Telecardiologia Policlinico. Emiliano a presentazione risultati primo mese ultima modifica: 2015-11-03T19:34:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This