Cronaca

Vieste, operazione antidroga ‘Pitbull’: 10 gli arresti


Di:

Territorio Monte

Territorio Monte

Foggia – UNA vasta operazione antidroga, partita all’alba di stamane, 4 gennaio 2009, ha portato all’esecuzione di 10 provvedimenti cautelari nei confronti di una organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, operante nei territori di Vieste e di Cagnano Varano. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, hanno portato al sequestro di numerose dosi di cocaina, eroina e hashish, destinate alla vendita al dettaglio nel territorio, ma anche alla scoperta, tramite degli opportuni riscontri, di centinaia di episodi di spaccio di droga nell’area. Oltre 50 i carabinieri impegnati nell’operazione antidroga, coordinata dalle attività info-investigative della aliquota operativa della Compagnia di Vico del Gargano, con l’ausilio di personale dei carabinieri del comando provinciale di Foggia, delle compagnie di San Severo, di Lucera, di Manfredonia, di San Giovani Rotondo e anche di Perugia, per il fermo di un uomo residente nell’area per motivi di lavoro.

 

L’OPERAZIONE: ‘Pitbull’ il nome dell’operazione condotta dai carabinieri delle compagnie provinciali, in considerazione del nome in codice usato dagli arrestati, durante le loro telefonate, per identificare le forze dell’ordine che stavano indagando sui traffici illeciti degli uomini. Come confermato a Stato dagli inquirenti, con questa procedura i malviventi avrebbero tentato di ‘allertare’ i loro complici, per così eludere il controllo dei carabinieri. La scoperta è stata fatta dalle forze dell’ordine provinciali dopo una serie di intercettazioni ai danni degli indagati. Intercettazioni ed indagini inerenti un periodo compreso fra i primi del novembre del 2008 e l’aprile del 2009. Pari a 40 mila euro il valore delle sostanze stupefacenti e il giro d’affari complessivo originato dai traffici illeciti dei malviventi, “un valore accertato durante il periodo delle indagini – ha detto il capitano Pisciotta della compagnia dei carabinieri di Vico del Gargano – ma che potrebbe rivelarsi addirittura maggiore”.

 

GLI ARRESTATI: 10 come detto i provvedimenti cautelari emessi dal Gip del Tribunale di Foggia nei confronti degli indagati, divisi tra le 5 ordinanze di custodie cautelari in carcere e le 5 agli arresti domiciliari. I provvedimenti di differente limitazione personale emessi, in relazione alle misure cautelari coercitive nei confronti degli indagati, in limitazione o privazione della loro libertà personale (misure regolate dall’art. 280 c.p.p. che detta le condizioni di applicabilità delle misure coercitive suddette) derivano dai precedenti penali di tipo infra-quinquiennali riscontrati, nel reato di spaccio e detenzione di droga, a danno degli stessi uomini (colpiti pertanto dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere), rispetto a quanti non aveva precedenti penali in merito (colpiti, al contrario, dalla misura cautelare coercitiva degli arresti ai domiciliari). In particolare, questi i nomi delle persone colpite da ordinanza di custodia cautelare in carcere: – Pasquale Palumbo, classe 1980, di San Giovanni Rotondo, resosi responsabile anche del reato di possesso di hashish in dosi diverse e resistenza a Pubblico Ufficiale; Ivan Pascali, classe 1977, di Lecce; Matteo Giorgio Surano, classe 1988, di San Giovanni Rotondo; Omar Trotta del 1986 di San Giovanni Rotondo e Pio Di Fiore, classe 1970, di San Giovanni Rotondo ma residenti a Cagnano Varano. Agli arresti domiciliari: Rocco Campaniello, classe 1976, di Foggia ma residente per lavoro a Corciano (Pg); C.G., classe 1975, di Vieste; Giuseppe Cassarà, classe 1979, di Erice (Trapani) ma residente a Vieste; Giovanni Iannoli, classe 1986, di San Giovanni Rotondo; Luigi Notarangelo, classe 1976, di San Giovanni Rotondo.

 

ESTORSIONE: in alcuni casi, gli indagati avrebbero addirittura minacciato gli ‘acquirenti’ delle dosi tramite dei tentativi di violenza personale. Nelle operazioni illecite, gli arrestati avrebbero utilizzato, con i loro acquirenti, il tipico sistema di acquisto cd ‘a credito’: cessione di una determinata quantità di droga ad un individuo, da rivendere tramite spaccio, per la successiva acquisizione di ulteriori somme di danaro.

Vieste, operazione antidroga ‘Pitbull’: 10 gli arresti ultima modifica: 2010-01-04T20:22:24+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This