Edizione n° 5253

BALLON D'ESSAI

TRUFFA // Ferragni, casi Oreo e Dolci Preziosi: acquisiti nuovi documenti
21 Febbraio 2024 - ore  19:29

CALEMBOUR

CLANDESTINI // Salento, ha una relazione clandestina con la zia ma lei lo denuncia dopo essere stata lasciata: “Mi ha costretta”
21 Febbraio 2024 - ore  10:01
/ Edizione n° 5253

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

PD “Bordo e Campo? Rapporti zero. Esposti anonimi? Cosa ne penso. Elezioni? Oggi politica assente e città silente”

Politicamente, il tempo a Manfredonia si è fermato alle primarie del Pd del dicembre 2014

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
4 Febbraio 2024
Focus e Inchieste // Inchieste Manfredonia //

Manfredonia. Nel Giugno 2024 ci saranno nuovamente le Amministrative a Manfredonia.

Il Consiglio comunale è stato sciolto nel maggio 2019, per le dimissioni del sindaco; nell’ottobre 2019 per accertate infiltrazioni della criminalità (24 mesi i commissione straordinaria); il 27 ottobre 2023 – dopo meno di 2 anni di amministrazione Rotice – per le dimissioni di 13 consiglieri. Dal secondo mandato dell’ex sindaco Angelo Riccardi, nel 2015, in 8 anni: 3 scioglimenti, più uno tentato e poi rientrato nel settembre 2023.

Politicamente, il tempo a Manfredonia si è fermato alle primarie del Pd del dicembre 2014, successive la nota vicenda degli “esami di Pescara”, che videro prevalere Riccardi sulla candidatura di Gaetano Prencipe? Primarie con un’affluenza straordinaria e per le quali si sempre detto che Riccardi prevalse attraverso accordi con referenti ed ex del centrodestra e addirittura con immigrati al voto residenti a Borgo Mezzanone.

Quale oggi la posizione di CON alle Amministrative? Come vede Riccardi come candidato a sindaco Raffaele Fatone del M5s? Perché in tanti, da Antonio Tasso a Gaetano Prencipe, allo stesso Pd, hanno cercato Fatone e stanno dialogando con lo stesso? Possibile un ritorno per le Amministrative di Paolo Campo o della sorella Maria Grazia Campo? Possibile un campo largo anche a Manfredonia, dopo Foggia?

Il Pd potrà mai ricostituirsi come nel 2005 – 2015 a Manfredonia? Nel 2005 Campo prevalse con il 75.9%. Nel 2010 il Pd prese quasi 10.000 voti (9.689), 25.641 il sindaco eletto Riccardi (71.79%). Nel 2015 Riccardi prevalse tra 5 candidati a sindaco con il 57.97%. Nel 2021 Prencipe staccò Gianni Rotice di soli 103 voti,  arriva al 26,24%, pari a 7529 preferenze, mentre l’ingegnere si fermò al 25,89%, vale a dire 7426 preferenze. Poi la vittoria di Rotice al ballottaggio, con Fatone fermo al 19,15%.

E’ stata la rottura tra Campo, Bordo e Riccardi a determinare la caduta rovinosa del Pd?

Chi sono stati gli autori degli esposti anonimi presso la Prefettura di Foggia che hanno poi determinato l’insediamento della Commissione d’indagine, con successiva relazione di 364 pagine? Potrebbero essere referenti del centrosinistra in contrasto con l’ex sindaco?

Il ruolo della classe politica di Manfredonia? Cosa fanno? Il tutto ricordando come un consigliere regionale semplice senza incarico in Puglia guadagna come base 11.100 euro lordi al mese, naturalmente con distinguo in base agli incarichi ricoperti, mentre lo stipendio da deputato può arrivare a 13.971,35 euro netti mensili.

Manfredonia riuscirà a riavere una classe dirigente di peso e un progetto politico basato finalmente sulla continuità?.

PRIMA PARTE

FOTOGALLERY

8 commenti su "“Bordo e Campo? Rapporti zero. Esposti anonimi? Cosa ne penso. Elezioni? Oggi politica assente e città silente”"

  1. A schod elettore strazzet e mnett i nda a mnezz!! 🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮🤮

  2. Riccardi… tu, Bordo e Campo vi siete rivelati delle ME—solo che Bordo e Campo puzzano un po’ meno.
    Evidentemente se ci sono ancora cittadini che prestano ascolto alle tue farneticazioni questo paese è irrecuperabile e, quindi, il Signore ce la mandi buona.

  3. Caro direttore De Filippo, le vostre interviste che fate ai politici, sia quelli del passato che quelli recenti, noto in loro un coraggio pazzesco dopo aver fallito e ridicolizzato una comunità come la nostra.
    Hanno ridicolizzato la vera politica, quella con la P maiuscola.
    Abbiamo assistito a poltronisti di primo, manovratori e burattini, provocatori e tirapiedi senza scrupoli, sceneggiatori e registi di vecchio stampo, marchiaponi incalliti e zizzania in abbondanza. Tutto ci è stato presentato su palazzo San Domenico. Un menù ricco per ogni gusto politico. La nostra identità è stata annientata negli ultimi cinquanta anni.
    Adesso, cari politici del NULLA , disarmatevi da quella ipocrisia che vi ovatta e vi opprime quotidianamente. Siate clementi e umili, sia ai politici vecchi che a quelli recenti, fate un passo in dietro , lasciate spazio ad altre persone che hanno passione e Amore verso la nostra città. È vero che a Manfredonia ci facciamo corrompere con un cappuccio ed un cornetto quando dobbiamo votare, ma è anche vero che non tutti sono dei polli.
    La rinascita deve assolutamente avvenire, non possiamo subire angherie per colpa di politici irresponsabili che pensano solo ai propri interessi. C’è bisogno di persone che amano e vivono la città, che si immergono nelle problematiche esistenti.
    Abbiamo bisogno di gente di buona volontà e piena di zelo verso Manfredonia. Basta con questi venditori di fumo e falsi profeti. Vogliamo uomini e donne che sappiano riconoscere i “segni dei tempi” e le “croniche problematiche”.
    C’è bisogno di gente che sappiano mettere al centro idee e programmi seri e magari, portarli a termine.
    Che sappiano cementare quei valori come il bene comune, la carità e l’ umiltà. Una conversione politica potrebbe essere un’ ottima intuizione.
    Basta con questa politica dell’ odio, del separatismo sociale, dei litigi esasperati; lasciate spazio all’ amore che unisce in tutte le sue forme. Inoltre, chi verrà eletto, abbia il buon senso di pensare ai giovani, di frenare questo esodo giovanile che da anni è diventato un’ ulcera insanabile. Sappiate che prendersi cura dei giovani, delle famiglie disastrate e di quelle fascie deboli è il dovere di ogni politico serio.
    Ridateci la vera politica che è Arte e amore verso il prossimo

  4. E intanto mentre i rancori prendono il sopravvento i movimenti politici e le cosiddette liste civiche composte da tanti santi tarlati spadroneggiano nello scenario politico di Manfredonia deprimendo sempre più quella parte di cittadini che non vanno neanche più a votare ed è la maggior parte di quelli che nella sinistra rivedevano i loro valori , non sarebbe arrivato il momento di mettere una pietra sopra e ricominciare tutti uniti.

Lascia un commento

“Quando hai lasciato il sistema e hai preso il premio, i combattimenti sono finiti e i cacciatori si sono sciolti. Sai com’è. Sono mercenari. Non sono fanatici.” Carl Weathers (Greef Karga)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.