Manfredonia

Anci, Cattaneo: forte preoccupazione su bilanci, approvazione dopo estate


Di:

Cattaneo (Anci)

Roma – “E’ stato un incontro interlocutorio, abbiamo ottenuto l’avvio immediato di un tavolo tecnico su Equitalia, e l’impegno ad un altro politico su Imu, Tares, patto di stabilita’ e riforma tassazione. Ma come Anci siamo piuttosto preoccupati, in queste condizioni la maggior parte delle amministrazioni comunali non sono in grado di chiudere i bilanci”. Lo ha affermato il presidente facente funzione dell’Anci, Alessandro Cattaneo, al termine del primo confronto sulla riforma della tassazione immobiliare, che una delegazione di sindaci ha avuto oggi pomeriggio con il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni.

Al centro dell’incontro, oltre all’Imu ed alla Tares, anche le modifiche al patto di stabilità invocate dai sindaci, ed il nodo riscossione, in vista della scadenza del 30 giugno per la proroga di Equitalia.

“Per il 2013 il ministro ha detto che gli spazi per poter immaginare grossi mutamenti non ci sono. La spending review ci butta addosso 2 miliardi e 250 milioni, cifra che non ha eguali in alcun comparto dello Stato”, ha aggiunto Cattaneo. Il leader dei sindaci ha poi riferito che “Saccomanni si è rivelato sensibile alle nostre argomentazioni sul patto di stabilità, non si e’ parlato solo di deficit, ma rapportandolo al Pil”.

Quanto al miliardo e trecento milioni di Imu 2012, che secondo i Comuni mancano all’appello, Cattaneo registra la “positiva apertura solo sui 300 mln legati agli immobili di proprietà comunale” che i sindaci da tempo chiedono vengano restituiti ai Comuni. “Queste risorse potrebbero essere inserite come emendamento al dl 35 sui pagamenti alle imprese”, ha spiegato il presidente Anci. Lo stesso Cattaneo ha riferito che il governo ha “riconosciuto le criticità legate alla chiusura dei bilanci”. Per questo motivo, il “termine per l’approvazione, fissato ora al 30 giugno 2013, probabilmente slitterà a dopo l’estate”. “Per noi non è una vittoria ma una sconfitta -ha detto Cattaneo- vorremmo poterli approvare ora ma non ci sono le condizioni per farlo”.

In ogni caso, “in questi anni abbiamo tenuto la coesione sociale, ma continuare a farlo con un taglio del 10 per cento dei nostri bilanci, comincia ad essere difficile”, ha concluso il numero uno dell’associazione. La delegazione dei sindaci, guidata da Cattaneo, era composta anche da: Alessandro Cosimi, sindaco di Livorno e coordinatore delle Anci regionali; Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno e delegato alla Finanza locale; Giorgio Orsoni, sindaco di Venezia e delegato alle città metropolitane; e dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia.

Anci, Cattaneo: forte preoccupazione su bilanci, approvazione dopo estate ultima modifica: 2013-06-04T16:31:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This