Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CULTURA Massimo Troisi, 30 anni dall’addio al Pulcinella senza maschera

Sapeva leggere il mondo con la lucidità delle favole

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
4 Giugno 2024
Attualità // Cultura //

A soli 41 anni, Massimo Troisi ha lasciato il mondo con ancora tanto da dire. Il suo cuore ha smesso di battere la notte del 4 giugno 1994, nella casa della sorella Adriana all’Infernetto, vicino al lido di Ostia.

Il suo impatto sulla cultura napoletana, sull’immagine di questo popolo, sul cinema e il teatro italiano è ancora evidente oggi, come dimostra il successo mondiale del film-ritratto di Mario Martone “Laggiù qualcuno mi ama”, presentato in anteprima al Festival di Berlino e premiato con il David di Donatello.

La vita di Troisi ruotava attorno al concetto di “cuore”, sia come oggetto fisico che come simbolo della sua esistenza e creatività. Poche persone come lui hanno osato esprimere un romanticismo così istintivo, che Troisi ha saputo trasmettere attraverso la sua poetica personale. La sua arte ricorda la malinconia segreta di Totò o il contrasto tra la prepotenza fisica e la timidezza di Buster Keaton, più che alla lezione di Eduardo De Filippo.

Mimo istintivo, narratore appassionato e cultore della lingua popolare, Troisi ha segnato gli anni ’70 e ’80 con la sua presenza in tv insieme agli amici de “La Smorfia” (Enzo Decaro e Lello Arena) e con i suoi sette film da regista, inclusi “Ricomincio da tre” (1981) e “Il postino” (1994) di Michael Radford, oltre alle sue collaborazioni come attore-autore, tra cui il memorabile “Non ci resta che piangere” con Roberto Benigni del 1984.

Lo riporta ansa.it

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.