Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

TRADIZIONE San Nicandro: nasce l’associazione “Mos Maiorum”

Un viaggio affascinante alla scoperta dell’abbigliamento tradizionale sannicandrese

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
4 Giugno 2024
Cultura // Gargano //

Lunedì 3 giugno, presso la Masseria “Don Nunzio e Cavallo” di San Nicandro, è stata presentata la nuova associazione culturale “Mos Maiorum”. L’obiettivo di questa associazione è ricercare, valorizzare e promuovere le tradizioni della nostra cittadina, in particolare la pacchiana sannicandrese.

La missione principale è il recupero e la valorizzazione degli autentici abiti tradizionali femminili, arricchiti da originali collane, orecchini e altri accessori.

Inoltre, l’associazione mira a realizzare e qualificare artisticamente varie iniziative culturali nei campi dello spettacolo, dell’animazione, della comunicazione e delle arti in generale. Intende anche diffondere e promuovere queste attività a livello provinciale, regionale e nazionale.

L’associazione “Mos Maiorum” si propone di esplorare l’abbigliamento tradizionale sannicandrese, comprese le componenti dell’abito femminile (pacchiana) e maschile (pastore). Per “Mos Maiorum”, le tradizioni rappresentano un punto fermo per conservare l’identità del popolo sannicandrese e trasmettere questa passione ai giovani, su cui si investe per il futuro della memoria storica.

La presentazione ha visto una grande partecipazione di pubblico e ha avuto come moderatrice Mirella Montemitro. Tra gli interventi, quelli della Presidente della nuova associazione Anna Maria Santamaria, del Direttore Tecnico Vincenzo Rendina, del sindaco Matteo Vocale, dell’assessore Arcangela Tardio, di Laura Stravola (sponsor dell’associazione), del Presidente della Pro Loco Alessandro Calello e della dirigente scolastica Angela Pia Vaira.

L’intervento più atteso è stato quello della senatrice Anna Maria Fallucchi, prima firmataria del disegno di legge sugli abiti e le rievocazioni storiche, approvato all’unanimità da tutti i gruppi politici.

“La mia speranza,” ha detto la Fallucchi, “è che anche San Nicandro promuova all’unanimità le manifestazioni legate al Pastore e alla Pacchiana. Dobbiamo crescere insieme. Ognuno può contribuire a rendere grande questa tradizione. Lavoriamo insieme per un progetto unico, grande e mirato che faccia brillare il nostro territorio. I personalismi sono controproducenti. Dedichiamoci ognuno a un aspetto specifico senza discussioni. Troviamo il modo di farlo insieme, perché il modo c’è. La mia volontà è partire con le manifestazioni e la promozione della mia legge proprio da San Nicandro. Sarò sempre disponibile a costruire, ascolterò tutti e valuteremo insieme. Ma non voglio fare da paciere; non è questo il mio impegno”.

Ha poi aggiunto: “I costumi storici non sono solo abiti, ma simboli di storia, tradizione e arte. Molti artigiani sono impegnati in questo lavoro, una risorsa preziosa, economica e culturale per le comunità. Dobbiamo pensare a loro. Questo è un mestiere antico: mani sapienti ancora oggi riproducono questi abiti, permettendoci di sperimentare i costumi, le credenze e l’estetica del passato. I costumi storici sono una risorsa preziosa per musei, teatri e rievocazioni storiche, poiché forniscono una connessione tangibile al passato. Lavoriamo insieme, pensiamo in grande, pensiamo alle nostre comunità e al futuro“.

Lo riporta Civico93.it

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.